Kayla Jones è una donna di 29 anni, viene dall’Arkansas ed è sposata con Cody dal 2012. I due non hanno mai potuto avere figli, visto che Kayla a 17 anni ha subito una parziale isterectomia per combattere un tumore aggressivo, ma nonostante ciò hanno fatto il possibile per diventare genitori, anche se non si sarebbero mai aspettati quello che è effettivamente accaduto. "Le mie ovaie non erano state rimosse: sono ancora in grado di avere un figlio biologicamente mio, ma non di portare avanti la gravidanza", ha spiegato la neo-mamma.

I due hanno pensato bene di chiedere aiuto a una madre surrogata. Dopo vari tentativi che non hanno avuto un lieto fine, Kayla ha deciso di proporre la cosa alla suocera Patty Resecker, una donna di 50 anni che ha subito accettato, definendosi entusiasta di lanciarsi in questa nuova esperienza. "Mia suocera ha sempre scherzato sul fatto di poter diventare la nostra surrogata. Quando le altre opzioni non hanno funzionato, abbiamo iniziato a prenderla più sul serio", ha spiegato la nuora di Patty.

Attraverso la fecondazione in vitro la donna è rimasta incinta a maggio 2017 e sette mesi dopo ha messo al mondo il piccolo Kross Allen Jones con un parto cesareo, trasformando in realtà tutti i desideri della coppia. Oggi Patty è sia mamma surrogata che nonna e non potrebbe essere più felice. "Un bambino è un impegno a vita e io sapevo che non c’erano due persone che lo meritassero più di loro. Vederli con Kross e saperli genitori mi dà un brivido di gioia", ha dichiarato la donna. Di solito la Società Americana per la Medicina della Riproduzione consiglia di non scegliere un parente stretto come surrogato ma nel caso di Kayla e Patty si parla di surrogazione gestazionale. Kross è stato concepito in vitro, è in perfetta salute ed è cresciuto nell'utero della nonna: cosa potrebbero chiedere di più i due coniugi?