tappetini da yoga

Il tappetino da yoga è un accessorio indispensabile per la pratica, perché rende più comode alcune asana e migliora l'aderenza del corpo al pavimento. Scegliere un tappetino da yoga di buona qualità è fondamentale, perché influisce molto sulla pratica. Se non è fatto con un buon materiale e non è antiscivolo, infatti, rischiate di scivolare e farvi male, mentre se non è abbastanza imbottito alcune asana risultano decisamente scomode! Insomma, scegliere il tappetino basandosi solo sul prezzo non è sicuramente consigliabile.

Se non ne avete uno o è arrivato il momento di mandare in pensione il vostro vecchio tappetino, ma non sapete quale scegliere tra i diversi tipi di tappetini per lo yoga, non preoccupatevi: abbiamo selezionato i migliori tappetini da yoga per la vostra pratica.

Oltre all'elenco dei tappetini migliori attualmente in commercio, troverete anche una guida all'acquisto, con tutti i fattori da considerare per fare la scelta giusta.

I migliori tappetini da yoga

Come abbiamo anticipato, il tappetino è fondamentale per una buona pratica yoga. Abbiamo selezionato per voi i migliori tappetini da yoga sul mercato, scegliendone dieci di diversi materiali, dimensioni e struttura, per accontentare tutte le esigenze.

Eccoli tutti:

1. Tappetino da yoga Reehut

Tappetino per Yoga Reehut

Il tappetino per yoga Reehut è fatto in gomma NBR espansa ad alta densità, un materiale atossico, morbido, resistente e facile da lavare. Lo spessore di 12 mm isola da freddo e umidità e offre il massimo confort per ginocchia, gomiti, fianchi e colonna vertebrale. Leggero e poco ingombrante, è pratico da trasportare, anche grazie al cinturino incluso. Misura 180 x 61 cm. Lo trovate su Amazon scontato a 21,77 euro invece di 27,99 euro.

2. Tappetino yoga TPE Toplus

Tappetino da yoga Toplus

Il tappetino da yoga Toplus è realizzato in TPE, un materiale ipoallergenico e atossico, privo di ftalati e metalli pesanti, completamente riciclabile. È spesso 0,6 cm, morbido e comodo per le articolazioni. Aderisce perfettamente al pavimento, è antiscivolo e facile da pulire con un panno e un detergente delicato. Misura 180 x 60 cm e si può arrotolare per trasportarlo. Lo potete comprare su Amazon a 27,99 euro.

3. Tappetino yoga KeenFlex

tappetino da yoga KeenFlex

Il tappetino da yoga KeenFlex è realizzato in gomma piuma ad alta densità con memoria elastica ed è spesso 6 mm, quindi è molto comodo per l'appoggio di gomiti, ginocchia e fianchi. È anche molto resistente, antiscivolo e aderisce perfettamente al pavimento. Rispetto alle dimensioni standard dei tappetini, è leggermente più grande (misura 183 x 61 cm). Nonostante ciò, una volta arrotolato risulta leggero e facile da trasportare a tracolla. Lo trovate su Amazon a 29,99 euro.

4. Tappetino da yoga Manduka Welcome

Tappetino da yoga Manduka Welcome

Il tappetino da yoga Manduka Welcome è fatto con materiali ecologici e ha una struttura a celle chiuse, che impedisce al sudore di infiltrarsi all'interno. Leggero e ben aderente al suolo, è pensato per i principianti che si stanno avvicinando alla pratica dello yoga, ma è ottimo per tutti coloro che cercano un tappetino non troppo grande e pratico da trasportare. Misura 172 x 61 cm ed è spesso 5 mm. Lo potete comprare su Amazon a 42,16 euro.

5. Tappetino da yoga Iuga

Tappetino yoga tpe Iuga

Il tappetino da yoga Iuga è realizzato in schiuma TPE, un materiale ecologico, anallergico, igienico e antiscivolo. Il suo design con striscia di allineamento aiuta a mantenere una postura corretta ed è quindi particolarmente utile quando si pratica senza un insegnante. È spesso 7 mm e misura 183 x 65 cm. Pur essendo molto grande e comodo, una volta arrotolato e richiuso con la sua cinghia, è comodo da portare con sé. Lo trovate su Amazon a 35,95 euro.

6. Tappetino yoga Manduka Eko

Tappetino yoga Manduka Eko

Manduka Eko è un tappetino yoga da viaggio, super leggero e pieghevole, facile da mettere in borsa o in valigia. Misura 180 x 61 cm, è spesso 2 mm e pesa solo 1 kg. È realizzato in gomma naturale ecosostenibile, non proveniente da alberi abbattuti in Amazzonia, non contiene PVC e coloranti tossici. La superficie garantisce un ottimo grip, anche con il sudore. È resistente allo strappo e all'allungamento. Lo potete comprare su Amazon a 42,91 euro.

7. Tappetino Readaeer Fitness

Tappetino Readaeer Fitness

Il tappetino da yoga Readaeer Fitness è fatto in gomma NBR, un materiale resistente, facile da lavare, antiscivolo e delicata sulla pelle. Misura 183 x 61 cm ed è dotato di una tracolla con tasche, in cui riporlo per il trasporto una volta arrotolato. Lo trovate in diversi colori su Amazon a 25,99 euro.

8. Tappetino per yoga YAWHO

Tappetino per yoga YAWHO

Il tappetino per yoga YAWHO è fatto in TPE, materiale ecologico, non tossico, inodore, resistente allo strappo, impermeabile e facile da pulire. Le linee di postura tracciate sulla superficie sono utilissime per i principianti, perché aiutano a mantenere la posizione giusta, anche senza un insegnante. È leggermente più grande dei tappetini standard, misura infatti 183 x 66 cm ed è spesso 6 mm. Lo potete comprare su Amazon a 33,99 euro.

9. Tappetino yoga Lotuscrafts Mudra Studio

Tappetino yoga Lotuscrafts Mudra Studio

Il tappetino yoga Lotuscrafts Mudra Studio è realizzato in materiale ecologico e antiscivolo, privo di ftalati, BPA e lattice. Si pulisce facilmente con un panno e un goccio di detergente all'aceto diluito in acqua. È ottimo come materassino da viaggio, perché pesa solo 1,2 kg e arrotolato ingombra pochissimo. È disponibile in due misure: 183 x 60 cm e 195 x 60. In entrambe le misure, è spesso 5 mm. Lo trovate su Amazon a partire da 24,95 euro.

10. Tappetino yoga Decathlon Essential

Tappetino yoga Decathlon Essential

Se cercate un tappetino da yoga economico per iniziare a praticare, vi consigliamo questo Domyos Essential. È fatto in schiuma quadrettata priva di PVC, è leggero e facile da trasportare. Misura 172 x 58 cm ed è spesso 4 mm. Lo potete comprare su Decathlon a 7,99 euro.

Come scegliere il tappetino da yoga

La prima cosa che bisogna comprare quando si inizia a praticare yoga è il tappetino. Soprattutto se non si è esperti, scegliere il tappetino da yoga migliore non è per niente facile e molti cadono nell'errore di acquistare semplicemente quello che costa meno.

Nulla di più sbagliato, perché il tappetino influisce molto sulla pratica: se non è fatto con materiali antiscivolo e non aderisce bene al pavimento rischiate di scivolare e farvi male, se è troppo piccolo per voi non riuscirete a praticare tutte le asana e se è troppo sottile risulterà scomodo. Inoltre, un tappetino economico e di scarsa qualità probabilmente durerà poco e vi costringerà a ricomprarne uno nuovo in breve tempo.

Come scegliere il tappetino, quindi? Vediamo in questa guida tutti i fattori da considerare.

Materiali

Il primo fattore da considerare nella scelta del tappetino da yoga è il materiale, da cui dipendono la durabilità del tappetino, la sua comodità e l'aderenza. I materiali più utilizzati sono:

  • PVC (cloruro di polivinile), il materiale che offre la migliore aderenza. È molto resistente e durevole, ma si tratta di un materiale sintetico, difficilmente riciclabile e quindi non ecosostenibile;
  • TPE (elastomero termoplastico), un materiale resistente ed elastico come il PVC, ma completamente riciclabile (può essere fuso e rilavorato più volte). È una valida alternativa al PVC, perché è ecologico, privo di ftalati ed economico;
  • gomma naturale riciclata, ecologica e sicura. Offre una buona aderenza, anche se non è antiscivolo quanto il PVC e il TPE.  Se siete allergici al lattice, evitate questo materiale;
  • cotone, il materiale più ecosostenibile di tutti! Assorbe perfettamente il sudore e si può lavare, ma non è antiscivolo;
  • iuta, un altro materiale completamente naturale e traspirante, ricavato dalle fibre della pianta dello iuta. Ha una buona aderenza e ha proprietà antimicrobiche;
  • canapa, sughero e bambù, altri materiali naturali, sicuri e resistenti.

Dimensioni

Secondo fattore da considerare: le dimensioni del tappetino da yoga. Ovviamente, dovete assicurarvi che il tappetino sia abbastanza lungo da permettervi di sdraiarvi completamente, restando appoggiati sia con la testa che con i piedi. La maggior parte dei tappetini di buona qualità sono lunghi dai 175 ai 195 cm, ma se siete molto alti potreste avere bisogno di un tappetino fatto su misura.

Per quanto riguarda la larghezza, la misura standard per i tappetini da yoga di solito è 60/65 cm e va bene per tutti. Se preferite un tappetino più largo per stare comodi non avrete difficoltà a trovarne di oversize. Tenete presente, però, che sono più ingombranti e pesanti durante il trasporto.

Peso, spessore e densità

Lo spessore, la densità e il peso determinano la praticità del tappetino. Lo spessore deve essere medio, perché un tappetino troppo sottile risulta scomodo, mentre uno troppo spesso fa perdere il contatto con il terreno e rende difficili alcune asana in piedi.

Inoltre, se il tappetino è molto spesso e denso, risulta pesante e poco flessibile, quindi scomodo da trasportare.

Struttura

Un elemento spesso sottovalutato è la struttura del tappetino, che può essere a celle aperte o chiuse.

Un tappetino da yoga a celle chiuse ha una superficie liscia, quindi è più facile da pulire, ma non assorbe il sudore. Questa tipologia è consigliata quindi solo se praticate un tipo di yoga in cui non si suda molto.

Se, invece, sudate tantissimo, vi consigliamo di optare per un tappetino da yoga a celle aperte, che assorbe meglio il sudore e non fa scivolare.

Tipo di yoga

Il tappetino va scelto ovviamente anche in base allo stile di yoga praticato. Se avete scelto un tipo di yoga statico, in cui la maggior parte delle asana si praticano da seduti, avrete bisogno di un tappetino spesso e morbido, che risulti confortevole.

Se praticate un tipo di yoga in cui si suda molto, come il bikram yoga o altre forme di hot yoga, optate per un tappetino antiscivolo, facile da pulire e che assorba facilmente il sudore.

Infine, se fate uno yoga molto vigoroso, con movimenti dinamici, come l'ashtanga vinyasa o il power yoga, assicuratevi che il tappetino scelto abbia un'ottima aderenza al pavimento.

Durabilità

È importante che il tappetino sia durevole e resistente, soprattutto se non siete dei principianti e siete sicuri di voler continuare a praticare yoga a lungo.

La durevolezza dipende dalla qualità dei materiali del tappetino, ma anche da come lo usate e come lo conservate: se lo utilizzate spesso all'aperto, magari lasciandolo molto tempo al sole, e se lo lavate con prodotti non adatti, la durata del tappetino si riduce notevolmente.

Marca e prezzo

Ultimi fattori da considerare: la marca e il prezzo del tappetino. Anche se alcuni modelli possono sembrare esageratamente costosi, sappiate che quasi sempre un prezzo elevato è sinonimo di qualità.

Un buon tappetino da yoga può costare dai 30 ai 50 euro (e oltre). Ovviamente, se siete principianti e non volete spendere molto, potete trovare buoni tappetini anche a 10 o 20 euro, magari più piccoli e meno durevoli.

Per quanto riguarda la marca, due dei migliori brand di tappetini da yoga sono Manduka e Lotuscrafts. Tra i marchi più economici, vi segnaliamo Domyos, in vendita da Decathlon.

Dove comprare i tappetini da yoga

Potete acquistare i tappetini da yoga in tutti i negozi specializzati nella vendita di prodotti per lo yoga e in quelli che vendono accessori per lo sport, come Decathlon.

Vi consigliamo di dare un'occhiata anche ad Amazon, dove c'è una vasta scelta di tappetini yoga di ogni tipo, spesso a prezzo molto più basso rispetto ai negozi fisici.