I robot aspirapolvere sono degli elettrodomestici dotati di tecnologia smart che aspirano e puliscono autonomamente gli ambienti domestici.

Funzionano tramite un sistema intelligente di sensori che impedisce loro di urtare mobili, pareti e scale. Effettuano una pulizia accurata e rimuovono completamente lo sporco presente in casa, per poi tornare alla base da soli una volta terminato il lavoro. Alcuni modelli possono essere azionati a distanza, mentre altri necessitano di una programmazione manuale.

I robot aspirapolvere si basano su un sistema di pulizia a tre fasi: la prima riguarda la spazzola ruotante laterale, che raccoglie lo sporco mentre il robot avanza; la seconda riguarda la spazzola centrale, generalmente a forma di rullo, che raccoglie sia lo sporco che il robot trova lungo il suo percorso che quello raccolto dalla spazzola laterale; la terza invece è l'aspirazione, possibile grazie alla pompa a vuoto, che aspira tutto quello che è raccolto dalle spazzole.

Data la grande popolarità che negli ultimi anni stanno acquistando, in commercio ci sono numerosi modelli di robot aspirapolvere tra cui scegliere.

Classifica e recensioni dei 10 migliori robot aspirapolvere

Ecco quali sono i migliori robot aspirapolvere appartenenti ad una fascia di prezzo piuttosto alta, ma che garantiscono di avere a che fare con il top della gamma.

iRobot Roomba i3152, il più potente

iRobot Roomba i3152  è dotato di un sistema di pulizia Dirt Detect particolarmente potente. Le due spazzole tagle-free in gomma sono pensate per essere efficaci sia con i pavimenti che con i tappeti. Il dispositivo ha un'autonomia massima di 75 minuti e una capacità di 0,4 litri. I programmi preferiti e le impostazioni utili possono essere programmate da smartphone, attraverso l'applicazione iRobot Home. È compatibile anche con Alexa di Amazon.

Il sistema a 3 fasi AeroForce garantisce un'enorme potenza e il filtro AeroForce High Efficiency trattiene le particelle di polvere catturandone fino al 99%. Grazie al suo livello di tecnologia, è in grado di individuare i punti della casa in cui è necessaria maggiore pulizia e di sapere quali sono i periodi dell'anno più critici per chi soffre di allergie.

Pro: di questo robot aspirapolvere ha colpito in particolare la capienza, perché riesce a garantire una pulizia approfondita di tutta la casa per due settimane prima di necessitare lo svuotamento del serbatoio. Risulta essere particolarmente efficace nel rimuovere peli di animali.

Contro: gli utenti consigliano di fare attenzione al motorino del robot, facile a rompersi.

iRobot Roomba i7156, il più tecnologico

Una valida alternativa della stessa linea è iRobot Roomba i7156, un robot aspirapolvere in grado di memorizzare non solo la planimetria della casa, ma anche i nomi delle stanze, per garantire il massimo della pulizia a seconda degli ambienti: questo è possibile grazie alla tecnologia i7, l'Imprint Smart Mapping.

Questo modello è dotato di due spazzole multisuperficie in gomma e di un sistema di aspirazione 10 volte più potente di quello dei modelli precedenti. È compatibile con Amazon Alexa e Google Assistant e si può programmare tramite un'applicazione da smartphone. Il contenitore per la raccolta della polvere si sgancia e si pulisce in maniera facile e intuitiva. Lo trovate disponibile in colore argento.

Pro: il contenitore raccoglipolvere si estrae facilmente, per rendere semplice e veloce il lavaggio.

Contro: tutti gli utenti che hanno provato questo dispositivo ne sono rimasti soddisfatti e lo consigliano.

iRobot Roomba 691, il più efficace

Allo stesso marchio appartiene anche il robot aspirapolvere iRoomba 691, un elettrodomestico che unisce facilità di utilizzo ad efficacia della pulizia, ad un prezzo particolarmente accessibile. Il cassetto di raccolta ha una capacità di 0.6 litri. Lo sporco viene intrappolato grazie ad una pulizia a tre fasi, mentre i filtri AeroVac trattengono le particelle più sottili evitando che si disperdano nell'ambiente e rendano l'aria poco pura.

Questo modello può essere attivato anche senza l'utilizzo di internet e dello smartphone: sarà sufficiente premere il tasto "clean" per dare il via al processo di pulizia. Come gli altri modelli del marchio, anche questo viene apprezzato per la sua silenziosità.

Pro: sistema a doppia spazzola, semplicità di utilizzo, maniglia a comparsa, ottimo rapporto qualità prezzo.

Contro: l'applicazione sarebbe migliorabile, autonomia della batteria leggermente inferiore alla media, processo di pulizia non troppo semplice, le doppie spazzole tendono ad annodare i capelli aspirati.

Ecovacs Deebot 710, il robot aspirapolvere dal design più accattivante

Il robot aspirapolvere Ecovacs Deebot 710 è apprezzato dagli utenti non solo per le sue caratteristiche tecniche, ma anche per il suo design: lo trovate disponibile, infatti in colore bianco con rifiniture argentate. Dal punto di vista tecnico, si avvale della tecnologia Smart Navi 2.0, in grado non solo di permettergli di muoversi in autonomia e di evitare gli ostacoli, ma anche di riconoscere i punti già puliti, per evitare uno spreco di batteria.

A proposito della batteria: essendo agli ioni di litio, garantisce un'autonomia elevata; il robot rimarrà in funzione per circa 100 minuti dal momento dell'attivazione, avendo così il tempo di pulire tutta la casa. Una volta scarico o terminata la pulizia, tornerà autonomamente alla base.

Pro: la tecnologia Smart Navi 2.0 vi consente di risparmiare sulla batteria, in modo da non dover ricaricare il dispositivo più del dovuto.

Contro: fino a questo momento, tutti gli utenti che ne hanno fatto uso ne consigliano l'acquisto.

Roborock S5, il più silenzioso

Il robot aspirapolvere Roborock S5 è consigliato soprattutto a chi ha una casa molto grande. Dispone, infatti, di batteria agli ioni di litio che gli garantisce più di tre ore di autonomia; inoltre, il sistema intelligente di cui è dotato fa sì che, nel caso si scarichi prima di terminare le pulizie, si ricarichi quanto basta per portarle a termine.

Per avviare e interrompere la pulizia è sufficiente avviare l'assistente vocale, dopo aver proceduto con il riconoscimento della vostra voce. Il dispositivo è compatibile sia con iOS che con Android. Molto apprezzata è anche la sua silenziosità: lavora, infatti, ad un massimo di 60 db.

Pro: grazie alla batteria a lunga durata e alla ricarica intelligente parziale, sarete certi di avere sempre tutta la casa completamente pulita.

Contro: questo modello appartiene ad una fascia di prezzo medio alta; quindi, se gli ambienti da pulire non sono eccessivamente grandi, potreste pensare di scegliere un modello più economico della stessa linea.

Xiaomi Mi Robot Vacuum Cleaner, il più veloce

Il Mi Robot Vacuum Cleaner di Xiaomi è uno dei robot aspirapolvere più recensito dagli utenti sul web. Funziona tramite una batteria agli ioni di litio, che garantisce un'autonomia di quasi tre ore. Inoltre, dispone di un misuratore laser in grado di misurare l'ambiente circostante più di 1800 volte al secondo.

Tramite applicazione – scaricabile sia con iOs che con Android – è possibile visualizzare in tempo reale le aree dell'appartamento già pulite dal robot e gestire la fase di pulizia. In più, è possibile modificare la tipologia di pulizia, regolare la potenza, programmare le pulizie giornaliere e fissare gli orari in cui il robot non dovrà disturbare.

Pro: ottima applicazione per smartphone, tra le più complete, l'azione di pulizia è tra le più profonde, buona batteria con oltre 150 minuti di autonomia, prezzo estremamente competitivo.

Contro: per i muri virtuali vengono utilizzate delle bande magnetiche da applicare al pavimento, brutte da vedere, rete di assistenza ancora poco ottimizzata.

Rowenta RR6871 Explorer Serie 20, il più recensito

Un marchio molto tenuto in considerazione in materia di elettrodomestici è Rowenta. Il robot aspirapolvere RR6871 Explorer Serie 20 è uno tra i migliori sul mercato, al momento. Garantisce fino a 150 minuti di autonomia e può essere utilizzato anche come lavapavimenti, grazie al panno in microfibra di cui dispone. Grazie ai sensori di cui dispone, è compatibile con tutti i tipi di superficie.

Potete scegliere se avviarlo e spegnerlo manualmente o tramite telecomando, impostando uno tra i sette programmi già salvati nel sistema dell'elettrodomestico. Il serbatoio ha una capacità di 0,25 litri. Le prestazioni elevate sono garantite dalla combinazione di tre modalità di pulizia – Random, Random room ed Edge – e un flusso d'aria particolarmente potente.

Pro: grazie alle sue prestazioni e alla lunga durata della batteria, questo modello è indicato per gli appartamenti ampi o sulle superfici particolarmente delicate, da trattare con attenzione.

Contro: secondo alcuni utenti, l'esperienza con questo elettrodomestico è migliore negli ambienti in cui non sono presenti scale.

Ariete 2718, il più economico

Ariete 2718 Xclean è tra i robot aspirapolvere più apprezzati. Si ricarica in un'ora e mezza, per poi garantire un'autonomia di 90 minuti, con una capacità di 300 millilitri: in questo modo, sarete certi di pulire approfonditamente tutta la casa prima che smetta di funzionare. Quando il dispositivo si sta scaricando, torna autonomamente alla base di ricarica.

Tra i suoi punti di forza c'è la silenziosità: il livello di rumorosità, infatti, è inferiore ai 65 dB. Grazie al telecomando di cui è dotato, è possibile scegliere e programmare fino a sei modalità di pulizia, visualizzabili poi sul display. Inoltre, i sistemi di filtrazione dello sporco doppi garantiscono un lavoro approfondito. I sensori anti-ostacolo fanno sì che i mobili non vengano danneggiati.

Pro: tutte le impostazioni sono visualizzabili sul display presente sul dispositivo, che rende la sua comprensione semplice e intuitiva.

Contro: nel sistema del dispositivo non c'è la mappatura della casa, ma il robot dispone di sensori molto potenti.

Ikohs netbot S15, il robot aspirapolvere con il vano più capiente

Ikohs netbot S15 è un robot aspirapolvere professionale 4 in 1: spazza, aspira, passa il panno e lava. Con la sua navigazione intelligente e i sensori incorporati, il robot automatico sa perfettamente dove si trova, dove pulisce e cosa resta da fare; il sensore anti-caduta rileva anche la presenza delle scale.

La tecnologia Max Power aiuta ad aspirare fino all'ultima briciola di polvere, pur lavorando molto silenziosamente. Può essere controllato anche a distanza dal telecomando e tramite riconoscimento vocale. È compatibile con i sistemi Alexa e Google Home. Il vano contenitore è particolarmente capiente: può contenere fino a 600 millilitri di polvere.

Pro: non si tratta di un marchio famoso, ma è ugualmente efficace e di qualità. Il risultato finale è più che soddisfacente.

Contro: questo robot, date le sue dimensioni, agisce in profondità in particolare sui pavimenti con le fughe larghe.

Neato Botvac D7, il più intuitivo

Realizzato in plastica rigida, il Neato Botvac D7 è caratterizzato da una finitura superiore in alluminio satinato, contornato da un profilo grigio con una finitura più scura ed opaca. Integra una serie di led che indicano lo stato della batteria, del WiFi e la modalità di pulizia, e nella parte superiore è presente una fessura con la quale sarà possibile estrarre il contenitore della sporcizia ed il filtro.

Il robot si muove su due ruote in gomma ed utilizza una spazzola nella parte frontale, affiancata da una sorta di spazzolino che ruota su se stesso e che ha lo scopo di spostare la sporcizia verso la parte centrale dell'aspirapolvere. L'applicazione tramite cui gestire l'elettrodomestico è completa e intuitiva da utilizzare, disponibile sia per iOS che per Android.

Pro: sensore laser molto preciso, applicazione facile da utilizzare e ricca di funzionalità, non ha bisogno di alcun muro virtuale fisico, ricarica intelligente, potenza di aspirazione.

Contro: rumorosità, altezza eccessiva, prezzo alto.

Come scegliere un robot aspirapolvere

Scegliere un robot aspirapolvere non è semplice; dover acquistare un elettrodomestico di questo tipo significa fare attenzione non solo alla capacità, alla potenza e ai consumi, come per un qualsiasi dispositivo per la casa, ma anche al livello di tecnologia e alla praticità d'uso. Di seguito, trovate quelli che sono i fattori tecnici più importanti da confrontare tra i modelli.

Tipi di pavimenti

Per prima cosa, dovete tenere conto del tipo di superficie con cui avete a che fare. Quelli più delicati sono sicuramente il marmo e il parquet.

Se bisogna trattare il marmo, è bene procurarsi un robot aspirapolvere con le spazzole morbide, per evitare di graffiarlo o rovinarlo anche inavvertitamente; inoltre, questo tipo di spazzole si inserirà anche più facilmente tra le fughe del pavimento.

In realtà, un robot aspirapolvere con spazzole morbide è indicato anche per chi ha il parquet.

La soluzione ideale è quella di scegliere un modello pluriaccessoriato, dotato di spazzole intercambiabili.

Dimensioni

Alcuni robot aspirapolvere sono prodotti con dimensioni eccessive, sia in termini di larghezza che in termini di altezza: un dispositivo ingombrante può rendere difficoltoso o – in alcuni casi – impossibile il passaggio del nelle zone più strette della casa e sotto mobili e letti.

Un robot aspirapolvere  delle giuste dimensioni garantisce una pulizia minore anche negli angoli meno accessibili della casa.

Sensori

I sensori sono l'anima di un robot aspirapolvere, perché lo rendono in grado di misurare l'ambiente e muoversi tra gli ostacoli, pulendo anche i punti più nascosti delle superfici. Quello che non tutti sanno è che esistono quattro diversi sensori, la cui combinazione garantisce il massimo delle prestazioni.

  • sensore di prossimità: comunica all'elettrodomestico se si trova vicino ad un ostacolo (ad esempio un mobile) e lo rallenta, in modo tale da evitare impatti dannosi. Questo sensore funziona insieme al sensore di impatto, che avvisa il robot di prendere una direzione diversa;
  • sensore di sporcizia: attraverso questo sensore l'aspirapolvere automatizzato intuisce dove è presente un maggiore livello di sporco e, di conseguenza, dove intensificare la sua azione;
  • sensori antiribaltamento e muri virtuali: qualora in casa ci siano gradini o scale è molto importante considerare la presenza di sensori antiribaltamento per evitare cadute. Inoltre, è importante considerare anche la tipologia di muri virtuali utilizzata in ognuno dei dispositivi: alcuni hanno dei veri e propri dispositivi a batteria, oltre i quali i robot non procederanno, altri invece utilizzano delle bande magnetiche da applicare a pavimento, altri ancora (come il Botvac di Neato) permettono di impostare dei muri virtuali direttamente tramite l'applicazione e la planimetria della casa visualizzata sullo smartphone;
  • sensori per tappeti: alcuni modelli sono dotati di sensori grazie ai quali i robot evitano automaticamente i tappeti altri, invece, possono addirittura salirci e pulirli senza alcun problema.

Capienza del serbatoio ed estensione delle superfici

Molto importante è anche conoscere qual è la quantità di sporco che riesce a raccogliere e a contenere. Generalmente, un robot aspirapolvere arriva a contenere un massimo di 400 – 500 millilitri di polvere e sporcizia, capienza ideale per ambienti superiori ai 50 metri quadri.

Nel caso facciate riferimento a superfici di estensione minore, anche un robot, più economico, con capienza da 250 millilitri potrebbe andar bene.

Materiali

I materiali sono importanti da valutare sia per quanto riguarda il rivestimento esterno che per le spazzole.

Per quanto riguarda l'esterno, assicuratevi che la plastica o il metallo utilizzati per il rivestimento siano effettivamente doppi e resistenti agli urti accidentali.

Per quanto riguarda le spazzole, tutto dipende dal tipo di superficie su cui deve passare il robot; in generale, comunque, meglio che non siano particolarmente dure, perché potrebbero graffiare il pavimento.

Rumorosità

Come i normali aspirapolvere, anche quelli automatizzati emettono rumore quando sono in funzione. Attualmente in commercio non esistono modelli completamente silenziosi, anche se i modelli più recenti e tecnologicamente avanzati sono sicuramente più delicati e meno rumorosi di quelli più economici.

Un buon compromesso sono i modelli che non superano i 60-65 decibel, perché non recano particolare disturbo anche se utilizzati di sera.

Tecnologia

Quasi tutti i robot, ormai, sono dotati di connessione WiFi, che consente di gestire l'elettrodomestico anche a distanza, tramite un'applicazione scaricabile su smartphone.

Assicuratevi di scegliere un modello compatibile sia con iOS che con Android, in modo da non avere alcun tipo di problema pur cambiando telefono.

I modelli più prestanti sono dotati anche di programmi pre-impostati che rendono ancora più semplice il momento della pulizia della casa.

Prezzo

I robot domestici possono appartenere a fasce di prezzo molto variegate.

I più economici sono certamente quelli con un serbatoio di media capienza e quelli che non sono dotati di connessione WiFi.

Come utilizzare il robot aspirapolvere

Utilizzare un robot aspirapolvere non è complesso, poiché si tratta di un elettrodomestico particolarmente intuitivo. Ma seguire qualche piccolo suggerimento può fare la differenza per garantirsi una pulizia della casa completa e accurata, sfruttando tutte le potenzialità dell'elettrodomestico.

Per prima cosa, assicuratevi che non ci siano troppi ostacoli sulle superfici; i sensori fanno sì che vengano evitati, ma solo se c'è lo spazio sufficiente per eseguire il movimento. Dunque, create spazio tra il tavolo e le sedie e mettete in ordine le stanze, prima di azionare il robot.

Inoltre, se lo sporco è eccessivo, fateci caso: un grande cumulo di capelli, per esempio, potrebbe intasare l'aspirapolvere.

Molto importante è anche mantenere il contenitore sempre pulito: ricordate di svuotarlo dopo ogni sessione di pulizia, per evitare che la polvere fuoriesca o intasi il meccanismo di funzionamento.

Un ultimo accorgimento: lasciate la base sempre attaccata alla corrente e in un punto che sia facile da raggiungere per il robot. In questo modo, saprete di trovarlo sempre carico quando vi serve e farete sì che si mantenga funzionante più a lungo.

Robot aspirapolvere e robot lavapavimenti: le differenze

I robot aspirapolvere sono differenti dai robot lavapavimenti.

I robot aspirapolvere sono dei veri e propri aspirapolvere dotati di spazzole e di un compressore di aspirazione, progettati esclusivamente per aspirare lo sporco accumulato sul pavimento, sotto ai divani e ai mobili.

I robot lavapavimenti sono dotati di serbatoio nel quale vanno versati acqua e detersivo e che, una volta azionato il robot, verranno spruzzati sul pavimento ed asciugati con un panno integrato nello stesso elettrodomestico.

Robot lavapavimenti e robot aspirapolvere non sono, quindi, la stessa cosa, se utilizzati in maniera alternata, contribuiscono a tenere la casa sempre pulita e in ordine risparmiando sul tempo delle pulizie. I modelli più avanzati tecnologicamente, però, possono offrire entrambe le prestazioni contemporaneamente, consentendovi di utilizzare un solo elettrodomestico.

Dove acquistare i migliori robot aspirapolvere

Quelli di cui vi abbiamo parlato, sono solo alcuni dei migliori robot aspirapolvere disponibili in commercio. Quelli elencati sono sicuramente i prodotti più interessanti come rapporto qualità/prezzo per tutte le tre fasce di mercato, ma il nostro consiglio è quello di tenere sempre sott'occhio la categoria di Amazon dedicata ai robot aspirapolvere dove ci sono gli elettrodomestici migliori ad un buon rapporto qualità/prezzo.