La piastra a vapore è probabilmente il modo più naturale per lisciare i capelli: questo piccolo elettrodomestico somiglia e si usa proprio come una piastra tradizionale, ma riesce a lisciare perfettamente tutte le chiome grazie all'aiuto del getto di vapore, ovvero acqua sottoforma di gas, che dona uno styling perfetto e un liscio professionale senza rovinare i capelli e creare le doppie punte.

Caratterizzati dalle presenza di un serbatoio d'acqua distillata, i modelli di piastre a vapore nascono nei saloni di bellezza ma si evolvono e sono disponibili anche per un utilizzo domestico. Si tratta di un beauty tool particolarmente consigliato a chi ha i capelli in stile "afro", perchè riesce a garantire un liscio duraturo senza seccare i capelli, ma è perfetta per tutte coloro che fanno un uso frequente della piastra e vogliono evitare di inaridire la chioma o avere le doppie punte.

Ecco una guida per conoscere i benefici della piastra per capelli a vapore, l'unica che non rovina i capelli, e trovare il modello più adatto alle tue esigenze tra quelli disponibili in rete, tenendo in considerazione sia le grandi marche come BaByliss, Bellissima Imetec, ghd e L'Oreal che le piastre a vapore più economiche o in offerta, e confrontando opinioni e recensioni degli utenti.

I benefici del vapore

Il vapore viene utilizzato in molti ambiti per la sua capacità di modellare senza rovinare, e lo stesso vale per i capelli: la piastra a vapore è infatti in grado di dare una piega perfetta alla nostra chioma senza rovinarla, prevenendo la comparsa delle doppie punte e permettendo di ottenere un risultato uguale a quello che si ha dal parrucchiere.

A differenza delle piastre tradizionali, che si riscaldano per induzione ovvero grazie alla messa in corrente, le piastre a vapore si riscaldano grazie al surriscaldamento dell'acqua, la quale diventa gas e sfrutta le sue proprietà fisiche per idratare e nutrire la chioma, donando al tempo stesso una forma ai capelli che dura a lungo e resiste agli agenti atmosferici.

Si evita infatti di incorrere nel cosiddetto shock termico, ovvero la classica situazione in cui abbiamo uno styling perfetto che si rovina subito a causa di una giornata umida o addirittura piovosa. L'effetto del vapore, invece, fissa la piega e la fa durare più a lungo rispetto alla stiratura a secco.

Chi ha i capelli crespi o i capelli ricci dovrebbe scegliere una piastra a vapore perchè essa riesce ad avere un'azione più incisiva sulla struttura del capello; anche chi ha i capelli grassi può utilizzarla, perchè il vapore non va ad appesantire la chioma, anzi, la rende lucida e leggera.

Come funziona la piastra a vapore

Apparentemente, la piastra a vapore è uguale alla piastra tradizionale, fatta eccezione per la presenza di un serbatoio per l'acqua che può essere interno alla piastra oppure esterno (in questo caso si parla di piastre a vapore con caldaia esterna). Le piastre professionali hanno quasi sempre la caldaia esterna, ma è possibile trovarne di questo tipo anche per i modelli di uso domestico.

La capacità del serbatoio è sicuramente una caratteristica da tenere in considerazione nella scelta della migliore piastra per capelli, soprattutto se avete una chioma folta o i capelli lunghi. Le piastre a vapore con serbatoio incorporato possono dover essere ricaricate più volte per completare la messa in piega, mentre quelle con caldaia esterna hanno chiaramente un serbatoio più capiente.

Com'è fatta una piastra a vapore? Serbatoio a parte, allo stesso modo di una piastra tradizionale: può avere i bordi squadrati o arrotondati per fare le onde o i boccoli, ha una serie di impostazioni della temperatura, è quasi sempre realizzata con rivestimento in ceramica o tormalina e può includere all'interno delle piastre una spazzola o un pettine retrattile.

La piastra a vapore si usa allo stesso modo di una piastra tradizionale: anche in questo caso ricordiamo che è sempre bene utilizzare uno spray termoprotettore, da vaporizzare su lunghezze e punte prima di iniziare a passare la piastra.

Le migliori piastre a vapore

Ora che abbiamo capito perchè scegliere una piastra a vapore, passiamo al confronto tra i modelli delle migliori marche e le alternative economiche per scegliere la migliore piastra a vapore per le tue esigenze. Per farlo ci aiuteremo con le opinioni e recensioni dei clienti Amazon, e dopo spiegheremo nel dettaglio le caratteristiche da tenere d'occhio nella scelta della migliore piastra a vapore per i tuoi capelli.

L'Oreal Steampod con caldaia esterna

Il primo modello di piastra a vapore professionale è stato creato da L'Oreal, che adesso lo propone anche per un uso domestico in collaborazione con Rowenta.

Disponibile nella versione base in bianco oppure in questa edizione limitata a tema parigino, questa piastra è l'unico modello in commercio con caldaia esterna, quindi è particolarmente indicata per chi ha i capelli lunghi e folti e vuole evitare di riempire il serbatoio d'acqua più volte.

Basta inserire la piastra in corrente per far sì che l'acqua all'interno del serbatoio si surriscaldi, permettendo al vapore di formarsi. Tra le due piastre è inoltre presente un pettinino che permette di districare i capelli durante la fase di styling. È tra le piastre più acquistate e apprezzate dalle utenti su Amazon, che sottolineano la grande tenuta dello styling anche in caso di umidità e tempo uggioso.

Super facile da usare, non bisogna premere alcun pulsante, semplicemente il vapore fuoriesce dalla piastra quando raggiunge la temperatura desiderata. Questa piastra è disponibile su Amazon a 179,99€.

Pro: è la piastra a vapore top di gamma per eccellenza, utilizzata anche nei saloni di bellezza

Contro: il prezzo è più alto rispetto agli altri modelli, ma consideratela come un investimento

Imetec Bellissima My Pro Steam

Il modello di piastra a vapore Bellissima Imetec, che ha come testimonial d'eccezione Belen Rodriguez, è di tipo combinato, ovvero la funzione vapore si può selezionare come opzione, ma la piastra funziona come un modello tradizionale a induzione.

Ha 3 impostazioni di temperatura che è possibile selezionare, un serbatoio incorporato e il vapore che si attiva ogni volta che la piastra viene chiusa per lisciare le varie ciocche. Le piastre sono rivestite in ceramica, così da mantenere la temperatura accettabile per i capelli senza rovinarli.

Quando si vuole attivare il vapore, bisogna tenere premuto il pulsante "Steam technology"; adatta per capelli lisci, crespi e ricci, questo modello di piastra a vapore Bellissima Imetec è disponibile su Amazon a partire da 58,99€.

Pro: ottimo rapporto qualità prezzo per un marchio leader nella produzione di piastre per capelli

Contro: tenere il pulsante premuto mentre si passa la piastra può risultare un po' scomodo

Piastra a vapore BaByliss Pro Steam

Passiamo a BaByliss, un'altra marca molto amata dalle donne e che propone sempre modelli di alta qualità a un prezzo ragionevole.

Questo modello presenta un serbatoio interno e un pettine retraibile, è realizzata in titanium ceramic e ha una temperatura che va dai 170 ai 230°C. Il pannello di controllo a LED permette di impostare la temperatura desiderata, dopodichè bisognerà aspettare che l'acqua si surriscaldi finchè non esce il vapore.

Oltre alla funzione vapore, questa piastra è dotata anche di funzione ionizzante, quindi riesce ancora di più a ridurre l'effetto crespo e a idratare il capello; il cavo girevole permette di maneggiarla con più praticità, e la pochette da viaggio consente di portare questo strumento di bellezza sempre con voi. È in vendita su Amazon a partire da 73,31€, su Unieuro allo stesso prezzo e su Euronics a 77€.

Pro: la funzione ionizzante in aggiunta all'effetto del vapore è perfetta per chi ha i capelli ricci o crespi

Contro: le dimensioni ridotte delle piastre potrebbero essere non abbastanza grandi per una chioma molto folta

iGutech con pettine retrattile

La terza piastra a vapore che confrontiamo è realizzata da iGutech, un'azienda che propone un modello di piastra a vapore di dimensioni medio grandi, adatto per chi ha i capelli lunghi.

Questa piastra è un modello combinato, cioè è possibile utilizzarla sia con funzione vapore che senza, come fosse una piastra tradizionale. Il serbatoio è interno, e il pannello di controllo con schermo a LED permette di impostare la temperatura e di attivare la funzione vapore.

Anche questo modello è dotato di un pettine rivestito in ceramica per districare le lunghezze; il blocco della temperatura fa sì che la piastra non continui a surriscaldarsi mentre la utilizziamo, e il dispositivo di sicurezza spegne automaticamente la piastra se non viene utilizzata per 60 minuti. Con cavo girevole e riscaldamento rapido, è disponibile online a 51,95€.

Pro: ottimo rapporto qualità prezzo e un design particolare e bello da vedere

Contro: le piastre sono molto grandi, quindi è poco adatta per chi ha i capelli corti

Retrò Upgrade con piastre in titanio

Questo modello di piastra a vapore Retrò Upgrade è molto chiacchierato online, quindi abbiamo scelto di inserirlo all'interno del nostro confronto per descriverne le caratteristiche nel dettaglio.

Confezionata in una scatola elegante, questa piastra a vapore ha le piastre in titanio rivestite in keratina e olio di Argan, che contribuiscono a migliorare la salute del capello e a evitare l'effetto crespo, prolungando la tenuta complessiva della piega.

Non si tratta di un modello combinato come nel caso precedente, bensì di una piastra che funziona esclusivamente a vapore e può raggiungere una temperatura di 230°C. Dal design moderno ed elegante, viene venduta con un serbatoio di riserva, così da poterlo sostituire all'occorrenza. È in vendita su Amazon a partire da 87,78€.

Pro: particolarmente consigliato per chi ha i capelli sottili grazie all'azione idratante e rinvigorente della cheratina e dell'olio di Argan

Contro: all'interno della confezione non c'è il libretto di istruzioni, ma il suo utilizzo è comunque molto intuitivo

Piastra Babyliss ST495E con funzione vapore

Torniamo a parlare delle piastre di BaByliss con il secondo modello che proponiamo per il nostro confronto, più sottile rispetto a quello visto in precedenza.

Mentre l'altra piastra della stessa marca era un modello esclusivamente a vapore, in questo caso parliamo di un modello combinato, che integra la funzione vapore ma che può essere utilizzato anche con il metodo tradizionale a induzione. Sul lato della piastra, infatti, il pannello di controllo permette di selezionare l'opzione vapore, che si aggiunge al calore a induzione.

Con 3 anni di garanzia, questa piastra ha cinque impostazioni di temperatura e un riscaldamento rapido in soli 15 secondi; oltre alla funzione vapore è presente anche la funzione ionizzante, e le piastre presentano due pettini con punte in silicone eventualmente removibili. Questo modello è in vendita su Amazon a partire da 120,80€ e su Euronics a partire da 139€.

Pro: il serbatoio è molto capiente e consente di utilizzare la piastra più volte senza dover essere riempito

Contro: ha il difetto di tutti i modelli combinati, ovvero che il vapore fuoriesce ma non in modo molto abbondante

Inkint piastra a vapore con spazzola

Abbiamo visto sia modelli di piastra esclusivamente a vapore che modelli combinati, con funzionamento a induzione e a vapore. Ma non abbiamo ancora visto un modello così ibrido come quello di Inkint.

Si tratta infatti di una sorta di spazzola lisciante a forma di piastra, grazie alla presenza di setole rivestite in ceramica su tutta la superficie delle due piastre; il serbatoio è collocato sulla parte superiore del corpo macchina, e anche in questo caso la funzione vapore può essere selezionata oppure no grazie a un pulsante presente sul pannello di controllo.

È possibile impostare diversi livelli di temperatura, e il design curvo delle piastre permette di poter realizzare anche onde e boccoli, oltre che lisciare i capelli. È venduta con un anno di garanzia da parte del produttore su eventuali danni o difetti di fabbricazione, e la trovate online a 25,84€.

Pro: è tra i modelli di piastra a vapore più economici sul mercato

Contro: lo sportello del serbatoio vapore è un po' fragile, quindi bisogna prestare attenzione nelle operazioni di apertura e chiusura

Piastra a vapore Showliss

L'ultimo modello di piastra a vapore oggetto del nostro confronto è prodotta da Showliss ed è abbastanza larga da poter soddisfare le esigenze di chi ha capelli lunghi e folti, ma va bene anche per chi ha i capelli corti.

Il serbatoio per l'acqua, collocato nella parte sottostante della piastra, ha una capacità di circa 40 ml, e all'interno della piastra in titanio è posizionato un pettine removibile realizzato in tormalina. Dal pannello di controllo è possibile scegliere la temperatura desiderata tra 5 diverse impostazioni, con una temperatura massima di 230°C, e il cavo girevole facilita di molto lo styling anche per chi è alle prime armi.

Il posizionamento della piastra in titanio su di un lato della macchina permette di non scottarsi se si avvicina la mano quando è in funzione, e nella confezione è compreso anche un guanto da indossare per utilizzare la piastra in tutta sicurezza. È disponibile online a partire da 59,98€.

Pro: il serbatoio da 40 ml permette di lisciare tutta la chioma senza doverlo ricaricare

Contro: non è incluso il manuale di istruzioni in italiano

Piastra a vapore economica

L'ultimo modello che proponiamo per il nostro confronto è anche quello con il prezzo più basso sul mercato, ma le recensioni sono abbastanza positive da averci convinto a inserire anche questa piastra a vapore tra i prodotti consigliati su Amazon.

Con potenza di 65W e temperatura massima di 200°C, questa piastra è dotata di un serbatoio interno e rivestimento delle piastre in tormalina con funzione ionizzante. La combinazione della funzione vapore e della tormalina permette di avere uno styling perfetto e una chioma lucida e idratata, e le dimensioni compatte di questo modello lo rendono adatto anche a chi ha i capelli corti.

È possibile utilizzare questa piastra anche sui capelli umidi, ma noi consigliamo sempre di farlo direttamente con i capelli asciutti. Questo modello è disponibile su Amazon al prezzo più basso sul mercato, ovvero 18,50€ in vari colori.

Pro: un rapporto qualità prezzo imbattibile per la piastra a vapore più economica in circolazione

Contro: il libretto di istruzioni è solo in lingua inglese o cinese

Come scegliere la piastra a vapore

Il confronto tra diversi modelli di piastra a vapore ci ha permesso di farci un'idea sulle caratteristiche tecniche indispensabili per scegliere un modello di qualità.

Ecco la guida all'acquisto vera e propria, ovvero la spiegazione passo passo di tutte le funzioni e gli elementi da tenere d'occhio nella scelta della migliore piastra a vapore per prenderti cura dei tuoi capelli.

Piastre a vapore e modelli combinati

Le piastre a vapore sono una vera e propria innovazione sul mercato: come tutte le innovazioni, hanno bisogno di tempo prima di riuscire ad affermarsi davvero. È per questo che, accanto ai modelli che funzionano soltanto mediante la presenza del vapore, ci sono anche i modelli cosiddetti combinati, che quindi sfruttano la funzione vapore ma che sono principalmente delle tradizionali piastre a induzione.

Questi ultimi sono quasi sempre modelli più economici e facili da trovare nei negozi, ma sono potenzialmente meno efficaci, e comunque non eliminano il problema del calore a induzione, che sfibra i capelli e favorisce la crescita delle doppie punte.

Se cercate un buon modello di piastra che funzioni esclusivamente a vapore, non scegliete un tipo combinato, ma fate un piccolo investimento e aggiudicatevi una piastra top di gamma che funzioni solo a vapore e vi assicuri la salute del capello, oltre chiaramente a uno styling davvero impeccabile.

Capacità del serbatoio d'acqua

Tra le caratteristiche da tenere in considerazione nella scelta del migliore modello per le proprie esigenze c'è sicuramente la capacità del serbatoio d'acqua, ossia quanta acqua è in grado di contenere. Questa caratteristica è strettamente correlata a un altro elemento: il fatto che il serbatoio sia interno oppure esterno alla piastra stessa.

Il modello di L'Oreal che abbiamo visto all'inizio è l'unico con caldaia esterna, ed è anche quello con il serbatoio più capiente. Ci sono però anche altri modelli con serbatoio incorporato abbastanza capienti da non richiedere di essere ricaricati mentre ci si passa la piastra. Il fatto di dover riempire il serbatoio in corso d'opera può sembrare un problema di poco conto, ma in realtà può rivelarsi piuttosto fastidioso: in tutti i casi, infatti, è necessario lasciar raffreddare la piastra e toglierla dalla corrente prima di poter riempire il serbatoio.

La questione della capacità del serbatoio d'acqua nella piastra a vapore può non essere un problema per chi ha i capelli corti o medi, che quindi può non preoccuparsi di questo elemento quanto, piuttosto, della dimensione delle piastre. Rappresenta però una caratteristica da tenere d'occhio per chi ha i capelli lunghi e folti, in modo da poter evitare la scocciatura di interrompere lo styling perchè è terminata l'acqua nel serbatoio.

In tutti i casi è tuttavia importante ricordare di non usare l'acqua del rubinetto per la vostra piastra, ma di scegliere l'acqua distillata, che non contiene calcare: il calcare può infatti incrostarsi e provocare, sul lungo periodo, un guasto della piastra. Tutti i produttori raccomandano di usare acqua demineralizzata proprio per prolungare la vita dei loro strumenti di bellezza.

Dimensioni e peso

In una piastra le dimensioni sono importanti, così come è molto importante anche il peso del modello che andremo a scegliere. Soprattutto se utilizziamo la piastra di frequente e abbiamo i capelli abbastanza lunghi, sarà necessario dotarsi di uno strumento delle dimensioni giuste e soprattutto abbastanza leggero da poter essere tenuto in mano per molto tempo senza stancarsi troppo.

Relativamente alle dimensioni, ci riferiamo soprattutto all'ampiezza delle piastre, fondamentale per capire quale tipo di capello è più adatto a un determinato modello. Le piastre per capelli più larghe saranno perfette per chi ha una lunga chioma, mentre quelle più compatte e strette saranno ideali per chi ha i capelli corti o di media lunghezza.

Per quanto riguarda il peso, chiaramente la presenza di un serbatoio interno rispetto alla caldaia esterna non fa altro che appesantire la piastra: all'interno della scheda tecnica, comunque, è possibile trovare il peso esatto di tutti i modelli in modo da poterli comparare e optare per il più leggero.

Materiali e rivestimento

Sia per una questione di sicurezza che per quanto riguarda l'efficacia della piastra, è molto importante fare una valutazione dei materiali: in generale affidarsi a una buona marca è garanzia di qualità, ma in questo caso lo è ancora di più, visto che metteremo l'acqua a contatto con un elettrodomestico e dunque è fondamentale che la struttura della piastra sia fatta nel modo giusto per evitare problemi di ogni sorta.

Per quanto riguarda il rivestimento delle piastre interne, la ceramica è il materiale più gettonato, perchè riesce a evitare che i capelli si elettrizzino ed evita la formazione di doppie punte; anche la tormalina e il titanio sono utilizzati come alternative alla ceramica, e sono ugualmente validi.

Il rivestimento delle piastre è un elemento da tenere in considerazione non solo per quanto riguarda la fase di acquisto del modello più adatto per le proprie esigenze, ma anche relativamente alla manutenzione e alla pulizia della piastra, un elemento molto importante per far sì che lo strumento di bellezza che abbiamo acquistato duri a lungo e faccia il suo dovere.

Impostazioni di temperatura

Quella della temperatura è una caratteristica abbastanza importante, ma non decisiva, perchè come abbiamo visto quasi tutti i modelli hanno un range di temperatura e surriscaldamento simili. Quello che bisogna tenere a mente per quanto riguarda la temperatura è che non bisogna esagerare: potrò scegliere il migliore modello di piastra a vapore in circolazione, ma se ho i capelli fini e deboli e passo la piastra a 200 gradi e anche oltre, chiaramente i capelli si rovineranno.

Per proteggere le lunghezze e le punte dagli effetti nocivi delle temperature elevate, oltre a consigliarvi di scegliere un livello di calore effettivamente proporzionato al tipo di capello che avete, vi ricordiamo anche che è possibile con pochi euro acquistare uno spray termoprotettore di qualità, che protegge i capelli dal calore eccessivo.

Meglio la piastra a vapore o normale?

Serve ancora ribadirlo? La piastra a vapore è molto meglio dei classici modelli a induzione, perchè il calore che essa sprigiona fa molto meglio ai capelli rispetto a quello generato dall'energia elettrica.

Se però non sei convinta dalle piastre a vapore e sei alla ricerca di un buon modello tradizionale, ti consigliamo chiaramente di sceglierne uno in ceramica, preferibilmente con funzione ionizzante, e di dare uno sguardo alla nostra guida dedicata alle migliori piastre per capelli professionali.

Dove comprare la piastra a vapore

La piastra per capelli è un elettrodomestico molto diffuso, ma le piastre a vapore sono più difficili da trovare nei negozi fisici, e spesso hanno un prezzo alto.

Il nostro consiglio è di scegliere i rivenditori online, e in particolare Amazon, per scegliere il miglior modello di piastra a vapore per le esigenze dei tuoi capelli. Potrai accedere a un'offerta molto vasta di modelli delle migliori marche, usufruire del servizio clienti di Amazon in caso di problemi e, soprattutto, risparmiare un bel po' di soldi e aiutarti con le opinioni e recensioni degli utenti che hanno già testato i prodotti.