migliori aspirapolvere

Uno degli elettrodomestici che non possono mancare in casa è senza dubbio l'aspirapolvere. Solo usando un aspirapolvere è possibile infatti rimuovere ogni traccia di polvere, briciole e sporcizia varia da pavimenti e altre superfici.

In commercio si trovano tantissime tipologie di aspirapolvere e scegliere il modello giusto non è facile, per questo abbiamo pensato di aiutarvi stilando una classifica dei migliori aspirapolvere, aggiornata al 2019, e una pratica guida all'acquisto, con tutti i fattori di cui tenere conto nella scelta.

Nella classifica abbiamo inserito tutti i principali tipi di aspirapolvere: aspirapolvere a traino, aspirapolvere verticali, scope elettricherobot aspirapolvere, per accontentare tutte le esigenze.

La classifica 2019 dei migliori aspirapolvere

Per stilare la classifica dei migliori aspirapolvere del 2019 abbiamo selezionato i modelli più venduti e meglio recensiti online, in particolare su Amazon, dove c'è una vasta scelta di aspirapolvere di ogni tipo. Per ogni modello abbiamo indicato le principali caratteristiche tecniche, i pro e contro emersi dalle recensioni degli utenti che l'hanno acquistato e suggerimenti su dove comprarlo al miglior prezzo.

1. Rowenta Compact Power Cyclonic

Rowenta Compact Power Cyclonic

Rowenta Compact Power Cyclonic è un aspirapolvere senza sacco a traino dal design ergonomico, facile da utilizzare, trasportare e riporre. È dotato di un sistema di filtraggio monociclonico di classe A, che evita la riemissione della polvere nell'aria, impedisce la proliferazione di batteri e cattura gli allergeni. Le prestazioni di pulizia su superfici dure sono di classe A, mentre su tappeti e moquette di classe C. Anche la classe energetica è A, grazie al motore a basso consumo da 750 W, le cui prestazioni sono però pari a quelle di un motore da 2000 W. Il Sistema Clean Express rende facile smontare e pulire il serbatoio della polvere, che ha una capacità di 1,5 l. Il raggio d'azione è di 8,8 metri e riesce a pulire quindi anche superfici di grandi dimensioni. Nella confezione sono incluse la spazzola Easy Brush, la spazzola per parquet e la lancia piatta 2 in 1 per le zone difficili da raggiungere. Rumorosità: 79 dB.

Pro: è un aspirapolvere a traino molto potente, ma allo stesso tempo compatto e facile da trasportare. Grazie alla tecnologia ciclonica, non ha bisogno di sacchetti. Il prezzo, soprattutto scontato, non è elevato.

Contro: la potenza di aspirazione non è regolabile e questo, secondo alcuni utenti Amazon che l'hanno recensito, crea un fastidioso effetto ventosa sul pavimento che rende faticoso l'utilizzo dell'aspirapolvere.

2. Hoover Freedom 2IN1

Hoover Freedom 2IN1

Al secondo posto troviamo la scopa elettrica e aspirapolvere portatile 2 in 1: la Hoover Freedom FD22RP. Si tratta di una scopa elettrica senza filo, con aspirabriciole integrato, facile da staccare, ottimo per pulire tutte le superfici, anche quelle difficili da raggiungere. L'aspirapolvere ha anche altri accessori che lo rendono molto versatile, tra cui una bocchetta per le fessure, una spazzola 2 in 1 e un accessorio multifunzione. Grazie alla Mini Turbospazzola, è perfetta per aspirare i peli di animali da tessuti e imbottiti. Leggera e poco ingombrante, la scopa può essere appesa al muro con l'apposito supporto incluso nella confezione. Hoover Freedom ha una batteria a litio ad alta efficienza, che dura fino a 25 minuti e si ricarica velocemente. Funziona con tecnologia ciclonica, quindi non ha bisogno del sacchetto.

Pro: è leggera e pratica da usare, grazie all'assenza di fili e ai numerosi accessori.

Contro: la batteria dura solo 25 minuti, quindi non è adatta a pulire grandi appartamenti in un'unica sessione.

3. iRobot Roomba 615

iRobot Roomba 615

Passiamo ora a un aspirapolvere rivoluzionario: iRobot Roomba 615. Si tratta di un robot aspirapolvere, che pulisce il pavimento in autonomia, ottimo per chi ha poco tempo (o voglia) per passare l'aspirapolvere tutti i giorni. Basta premere il tasto "Clean" e Roomba inizia a pulire, senza alcuna programmazione. È comunque possibile programmarlo settimanalmente, per una totale autonomia. Il robot è dotato di due spazzole pulenti, una per sollevare lo sporco e una per raccoglierlo. Il potente motore aspirante da 33 W raccoglie polvere, capelli, peli di animali e detriti vari, raccogliendoli nel cassetto, mentre il filtro AeroVac evita che la sporcizia fuoriesca e la sigilla nel contenitore. Degli speciali sensori permettono a Roomba di riconoscere le aree con più sporco e concentrarsi su quelle fino a quando non saranno perfettamente pulite. Grazie alla tecnologia di navigazione iAdapt, il robot adotta 40 comportamenti differenti per 67 volte al secondo, in base agli ostacoli che incontra lungo il percorso. Inoltre, la tecnologia Wall Following fa sì che Roomba riconosca le pareti, per pulire anche lungo il battiscopa.

Pro: è ottimo per pulire il pavimento di tutta casa in totale autonomia. Riesce a individuare le aree più sporche dove bisogna concentrarsi.

Contro: dalle recensioni di chi lo ha acquistato su Amazon, emerge che il robot è molto rumoroso e non è in grado di individuare come ostacoli mobili neri o molto scuri, finendo per sbatterci contro.

4. ILIFE V5s Pro

ILIFE V5s PRO

Al quarto posto della classifica troviamo un altro robot aspirapolvere: ILIFE V5s Pro. A differenza del Roomba, questo robot non solo aspira polvere, peli e detriti, ma lava anche il pavimento, grazie al serbatoio d'acqua e al panno in dotazione. Con un'unica macchina, che lavora in completa autonomia, è possibile avere pavimenti pulitissimi! Il robot è studiato per lavare pavimenti duri, quindi mattonelle, marmo, legno e laminato. Grazie al design sottile e ai sensori intelligenti, ILIFE riesce a pulire ogni angolo, anche sotto ai letti e ai mobili, insistendo sui punti particolarmente sporchi. Inoltre, i sentori anti-urto e anti-caduta evitano che vada a sbattere contro i mobili e che cada dalle scale. La batteria a lunga durata garantisce un'autonomia di 120 minuti. È possibile programmare l'orario di pulizia e, grazie al motore silenzioso, il robot può essere utilizzato anche nelle ore notturne.

Pro: aspira e lava automaticamente, per pavimenti puliti senza sforzo. Ha un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Contro: non è possibile mappare la casa, quindi potrebbe non riuscire a raggiungere tutte le stanze automaticamente.

5. Polti Forzaspira C110 Plus

Polti Forzaspira C110_Plus

Quinto posto per l'aspirapolvere a traino ciclonico senza sacco Polti Forzaspira C110 Plus, perfetto per chi cerca un aspirapolvere tradizionale, potente ma compatto. Grazie alla classe energetica A, al motore da 800 W e alla classe di aspirazione A, consuma poco ed è super efficiente su tutti i pavimenti (piastrelle, cotto, marmo, parquet). La confezione include numerosi accessori, tra cui una spazzola con setole morbide per parquet, una spazzola per tappeti e la lancia due in uno per aspirare la polvere tra i cuscini e sui mobili. La potenza regolabile permette di scegliere la giusta potenza in base al tipo di superficie da pulire, evitando il fastidioso effetto ventosa. L'aspirapolvere funziona con tecnologia ciclonica, quindi non ha bisogno di sacchetto. Il serbatoio da 2 L permette di pulire tutta casa senza interruzioni, è facile da rimuovere e pulire. I quattro stadi di filtrazione con filtro HEPA lavabile catturano e intrappolano polvere e allergeni, rilasciando solo aria perfettamente pulita. L'aspirapolvere pesa solo 4,7 kg e ha un raggio d'azione di 8 metri, che permette di muoversi liberamente e senza sforzi.

Pro: è leggero, compatto, potente e consuma poco. Ha un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Contro: secondo alcuni utenti che l'hanno acquistato e recensito su Amazon, i filtri si sporcano in fretta e vanno lavati spesso, altrimenti l'aspirapolvere risulta poco efficace.

6. Ariete Xclean Robot

Ariete Xclean Robot

Sesto posto per un altro robot aspirapolvere capace di pulire casa in totale autonomia: Xclean di Ariete. Ha un'autonomia di 90 minuti e una volta scarico torna alla base di ricarica. Per ricaricarsi completamente impiega circa 5 ore. Premendo il tasto Clean, il robot si aziona in modalità automatica e svolge un intero ciclo di pulizia. Può essere anche programmato, utilizzando l'intuitivo schermo a led o il telecomando in dotazione. Le modalità di pulizia sono in tutto sei: automatica, angoli, lungo muro, spot e programmazione. Grazie ai sensori anti-ostacolo e a quelli anti-caduta, riesce a evitare mobili e altri ostacoli senza urtarli e non cade dalle scale. Le dimensioni ridotte (7,5 cm di altezza e 30cm di diametro) gli permettono di pulire anche sotto i mobili. Ha una rumorosità inferiore ai 65 dB, quindi è molto silenzioso. Il serbatoio ha una capacità di 300 cc.

Pro: ha una buona autonomia, torna alla base una volta scarico ed è dotato di sensori anti-ostacolo e anti-caduta. Rispetto ad altri robot aspirapolvere ha un costo contenuto.

Contro: non ha la funzione di mappatura della casa, per cui non è in grado di individuare tutti i punti da pulire e potrebbe uscire dalla stanza troppo presto.

7. Dyson V7 Fluffy

Dyson V7 Fluffy

Dayson è leader nella produzione di aspirapolvere e scope elettriche con tecnologia ciclonica e al settimo posto della classifica troviamo il modello V7 Fluffy. Questa scopa elettrica senza filo è dotata dell'innovativa tecnologia Cicloni 2 Tier Radial, che non produce un solo vortice ciclonico, ma ben 15 cicloni disposti su due schiere, che raggiungono i 110.000 giri al minuto e muovono 15 litri d'aria al secondo, per separare perfettamente la polvere dall'aria pulita che viene emessa esternamente. Il filtraggio avanzato con filtro aggiuntivo post motore trattiene tutti gli allergeni, senza fuoriuscite. La spazzola a rullo morbido in dotazione è progettata per catturare contemporaneamente polvere e detriti più grandi su tutti i tipi di pavimenti duri. Come tutte le scope elettriche Dayson, anche questo è trasformabile in aspirapolvere portatile, per pulire anche gli spazi più difficili da raggiungere. La mini turbospazzola cattura peli di animali e polvere su tessuti e imbottiti. L'espulsione dello sporco è facile e igienica, basta un solo gesto per svuotare il serbatoio. La batteria al litio ha un'autonomia di 30 minuti e si ricarica in poco più di 3 ore.

Pro: è potentissima, grazie alla tecnologia multiciclonica. Inoltre, è leggera, maneggevole, trasformabile e facile da svuotare.

Contro: l'autonomia della batteria è di soli 30 minuti.

8. Imetec Piuma+ C2-100

Imetec Piuma+ C2-100

L'aspirapolvere verticale Imetec Piuma+ è pratico e leggero. Pesa infatti solo 3 kg ed è quindi perfetto per l'uso quotidiano. Grazie alla spazzola 3 in 1, può essere utilizzato su tutti i pavimenti duri, inclusi tappeti e parquet. Ottima la tecnologia Imetec Eco, che riduce i consumi del 15%. Anche questo aspirapolvere è dotato di tecnologia ciclonica, quindi non sono necessari sacchetti di ricambio. Il serbatoio ha una capacità di 1,1 litri. Il sistema di filtrazione a quattro livelli con filtro HEPA cattura tutti gli allergeni ed è ottimo per chi è allergico alla polvere e al polline.

Pro: è un aspirapolvere leggero ed economico, con tecnologia ciclonica.

Contro: la potenza non è regolabile, quindi può generare effetto ventosa sui tappeti. Inoltre, non si piega completamente e quindi non riesce a pulire sotto al letto o a mobili bassi.

9. Rowenta Silence Force Cyclonic 4A Animal Pro

Rowenta Silence Force Cyclonic 4A Animal Pro

Penultimo posto per l'aspirapolvere senza sacco Rowenta Silence Force Cyclonic 4A Animal Pro. La sua tecnologia ciclonica con prestazioni di classe 4AAAA e Air Booster aspira polvere, peli di animali e detriti su ogni tipo di pavimento, inclusi parquet e tappeti. La testa ad alta efficienza P3Wer Glide scorre perfettamente su tutte le superfici ed è facile da manovrare. Il serbatoio di raccolta della polvere è dotato di un sistema di blocco contro le aperture accidentali ed è facile da svuotare. La tecnologia ciclonica e il filtraggio di classe A catturano il 99.98% della polvere, evitando fuoriuscite. Pur essendo un aspirapolvere a traino molto capiente (la capacità del serbatoio è di 2.5 litri), è abbastanza facile da trasportare, manovrare e riporre. Altro vantaggio è l'estrema silenziosità (soli 67 dB). Nella confezione sono incluse la spazzola movimento, la spazzola per parquet softcare, la mini spazzola motorizzata, la maxi spazzola turbo, la spazzola per divano e la bocchetta lancia piatta.

Pro: è molto potente, silenziosa e nella confezione sono incluse numerose spazzole e bocchette per la pulizia di tutte le superfici.

Contro: secondo alcune recensioni, è pesante e poco pratica da manovrare. Il prezzo, quando non scontato, è elevato.

10. Hoover TE 75

Hoover TE 75

Concludiamo la classifica con un altro aspirapolvere a traino: Hoover TE 75. A differenza dei modelli che abbiamo visto fino a ora, non ha la tecnologia ciclonica e quindi utilizza i classici sacchetti in carta per la raccolta della polvere. Anche se questo potrebbe risultare uno svantaggio in termini economici, perché bisogna comprare i sacchetti di ricambio, c'è anche un vantaggio pratico: gli aspirapolvere con sacco sono più facili da svuotare, basta rimuovere il sacchetto per evitare fuoriuscite di polvere. Il sacchetto ha una capacità di 3,5 litri e non va quindi cambiato frequentemente. Il sistema di filtrazione ha un'efficacia del 99,98%. La potenza è regolabile e può essere  impostata in base al tipo di pavimento, per evitare l'effetto ventosa. Nella confezione sono inclusi diversi accessori, tra cui la mini turbospazzola, per rimuovere polvere e peli di animali da tessuti e imbottiti, la spazzola a pennello e la bocchetta per fessure. La rumorosità è di soli 66 dB, quindi l'aspirapolvere risulta abbastanza silenzioso.

Pro: è leggero, facile da manovrare e molto silenzioso.

Contro: ha bisogno dei sacchetti per la raccolta della polvere. Inoltre, secondo alcune recensioni, nonostante la potenza regolabile genera effetto ventosa.

Come scegliere l'aspirapolvere

Abbiamo visto quali sono i migliori aspirapolvere attualmente sul mercato, vediamo ora quali sono gli elementi da considerare prima di procedere all'acquisto. Innanzitutto, è importante valutare la struttura dell'aspirapolvere nel suo complesso, prestando particolare attenzione alle spazzole e agli accessori inclusi nella confezione.

È fondamentale poi controllare il tipo di serbatoio e il sistema di filtrazione utilizzati dall'apparecchio, in quanto ne determinano le prestazioni, insieme ai consumi e alla potenza. Due elementi spesso sottovalutati in fase di acquisto, ma molto importanti, sono il peso dell'aspirapolvere e la sua rumorosità. Infine, non dimenticate di tenere conto di eventuali funzioni extra, dei materiali con cui è realizzato e, ovviamente, del rapporto qualità-prezzo.

Tipi di aspirapolvere

Il primo elemento da valutare è la struttura dell'aspirapolvere. Ne esistono diverse tipologie, che ben si adattano a tutte le esigenze. Le principali sono:

  • aspirapolvere a traino, dotati di un tubo flessibile con spazzola, attaccato al serbatoio/motore da trascinare. Di solito gli aspirapolvere di questo tipo sono i più potenti, ma anche più scomodi da utilizzare;
  • aspirapolvere verticali, che sono potenti come i modelli a traino, ma più economici e facili da manovrare. Sono ottimi per pulire i tappeti, soprattutto se hanno spazzole adatte. I modelli più potenti sono comunque abbastanza pesanti (dai 5 ai 10 kg);
  • scope elettriche, che uniscono la praticità della scopa tradizionale all'efficienza dell'aspirapolvere. La maggior parte delle moderne scope elettriche funziona senza fili e senza sacco, grazie alle batterie al litio e alla tecnologia ciclonica. Rispetto agli aspirapolvere verticali, sono più leggere e facili da usare, ma quasi sempre meno potenti e capienti. Molti modelli sono trasformabili in aspirapolvere portatile;
  • robot aspirapolvere, che aspirano (e volte lavano il pavimento) in totale autonomia. Basta premere il pulsante di avvio perché il robot inizi a girare per casa raccogliendo dal pavimento polvere, capelli, peli di animali e detriti vari. I modelli più avanzati e costosi hanno dei sensori che gli permettono di evitare gli ostacoli e di mappare la casa, per pulire ogni angolo e concentrarsi sui punti più sporchi;
  • aspirapolvere portatili, utili per le pulizie veloci, ad esempio per aspirare polvere, peli di animali, briciole e altri detriti dai mobili, dai divani, dai tendaggi e dagli interni dell'auto. Funzionano a batteria e di solito non hanno un sacchetto;
  • bidoni aspiratutto, formati da un serbatoio di grandi dimensioni, un tubo snodabile e una spazzola. Sono ottimi per pulire ambienti molto grandi e aspirare non solo rifiuti solidi, ma anche liquidi.

Nel caso degli aspirapolvere con traino, bisogna controllare che il serbatoio/motore non sia troppo pesante e ingombrante, perché altrimenti risulterebbe difficile da trascinare. Inoltre, il tubo e il filo di alimentazione dovrebbe essere molto lunghi, per raggiungere ogni punto della stanza senza spostarsi troppe volte.

Per quanto riguarda gli aspirapolvere verticali e le scope elettriche, è bene controllare la potenza, che spesso è inferiore a quella degli aspirapolvere a traino, e l'autonomia della batteria, nel caso di scope senza filo.

I bidoni aspiratutto sono molto capienti e potenti, ma anche ingombranti e poco pratici, quindi sono consigliati solo per pulire ambienti molto grandi e molto sporchi.

Se decidete, infine, di optare per un robot aspirapolvere, assicuratevi che sia dotato di sensori anti-urto e anti-ribaltamento, spazzole fitte per catturare ogni tipo di sporco e funzione di programmazione, per lasciarlo pulire anche quando non si è in casa.

È meglio l'aspirapolvere o la scopa elettrica?

Come abbiamo anticipato, le scope elettriche sono più leggere, maneggevoli ed economiche degli aspirapolvere, sia verticali che a traino. Gli aspirapolvere, però, sono più potenti e hanno di solito un serbatoio più capiente.

Quale scegliere, quindi? La scopa elettrica è più adatta alle pulizie veloci quotidiane, ma se volete una pulizia più accurata, vi consigliamo un aspirapolvere.

Spazzole e accessori

Un altro fattore che dovrebbe essere determinante nella scelta dell'aspirapolvere è la spazzola, o meglio le spazzole, in dotazione. Alcuni modelli, di solito i più economici, hanno un'unica spazzola universale, adatta a tutti i tipi di pavimenti. Altri, invece, sono dotati di diverse spazzole, tra cui una per i pavimenti duri, come piastrelle, marmo e ceramica, una per le superfici delicate, come il parquet, e una per i tappeti e le moquette.

A volte nella confezione possono essere inclusi anche altri utili accessori, come la bocchetta a lancia, per pulire fessure e spazi ristretti, la mini turbospazzola, per aspirare su tessuti e imbottiti, e tubi di prolunga, per eliminare la polvere su mensole e mobili in alto, ma anche ragnatele sul soffitto.

Quale scegliere? Se non avete pavimenti delicati o tappeti, potete optare per un aspirapolvere con spazzola universale. Se, invece, dovete usare l'apparecchio su parquet, tappeti, moquette, divani e mobili, meglio sceglierne uno con più accessori.

Serbatoio

Molto importante è la capacità del serbatoio. Solo con un aspirapolvere con un serbatoio molto capiente, infatti, è possibile pulire tutta casa in un'unica sessione, senza doversi fermare per svuotarlo. In generale, per una casa di medie o grandi dimensioni, il serbatoio dovrebbe avere una capacità di almeno 2 litri.

Oltre alla capacità, bisogna tenere conto anche del tipo di serbatoio. Le possibili tipologie sono tre:

  • serbatoio con sacchetto, il più tradizionale e fino a poco tempo fa anche il più diffuso. Raccoglie la polvere e lo sporco in un sacchetto di carta, dotato anche di filtro sulla parte superiore, che va buttato e sostituito una volta pieno. Di solito i sacchetti hanno una capacità di 3-4 litri, maggiore rispetto alle altre tipologie di serbatoio. L'unico svantaggio è il dover acquistare periodicamente i sacchetti di ricambio;
  • serbatoio ciclonico, il più moderno e attualmente più diffuso. Il suo funzionamento è molto semplice: il flusso d'aria dell'aspirazione viene convogliato nel serbatoio, dove forma un piccolo ciclone (o nel caso degli aspirapolvere Dyson più cicloni), in grado di separare l'aria dalla polvere e dagli altri detriti, che vengono raccolti e sigillati nel serbatoio. Il principale vantaggio di questo tipo di serbatoio è il risparmio economico derivante dal non dover acquistare sacchetti di ricambio. Inoltre, di solito gli aspirapolvere senza sacco richiedono una minor potenza di quelli con sacchetto e quindi consumano meno. Purtroppo, i serbatoio ciclonici sono quasi sempre poco capienti (da 1 a 3 litri) e quindi vanno svuotati spesso;
  • serbatoio ad acqua, il meno diffuso. Raccoglie polvere e sporco in un serbatoio pieno d'acqua, che va svuotato nel water dopo ogni uso. Anche in questo caso il risparmio economico è notevole, perché non c'è bisogno di comprare sacchetti, ma rispetto ai serbatoi ciclonici questi sono più scomodi, perché vanno puliti e lasciati asciugare dopo ogni uso, per evitare la formazione di muffe e cattivi odori.

Filtrazione

Altro elemento da valutare è il sistema di filtrazione, importante soprattutto se si soffre di allergia alla polvere o ai pollini. Non tutti i filtri, infatti, sono ugualmente efficaci e alcuni rimettono nell'aria una parte delle polveri raccolte.

I filtri semplici, diffusi negli aspirapolvere di vecchia generazione e in quelli più economici, sono formati da una retina di plastica molto fitta, che raccoglie i detriti più grandi, e un secondo strato realizzato con un materiale simile alla carta, che filtra la polvere sottile. A volte è presente anche un terzo strato, in schiuma, che impedisce alla polvere di penetrare nel motore, danneggiandolo. Nel caso degli aspirapolvere con sacchetto, il filtro è di solito incorporato a quest'ultimo.

I filtri HEPA (High-Efficiency Particulate Air) sono più moderni ed efficaci. Sono realizzati in fibra di vetro e hanno una struttura pieghettata. Riescono a catturare ben il 99,97% delle particelle e dei microrganismi. Di solito non vanno sostituiti, ma solo lavati periodicamente. Gli aspirapolvere con filtri HEPA sono la scelta migliore per chi soffre di allergie, ma sono decisamente più costosi di quelli con filtri tradizionali.

Consumi e prestazioni

Per quanto riguarda i consumi, gli aspirapolvere, come tutti gli elettrodomestici, devono essere forniti di un'etichetta energetica, con indicata la classe energetica di appartenenza. Se volete un apparecchio che incida poco sulla bolletta, sceglietelo di classe A o almeno B.

Anche le prestazioni vengono indicate con diverse classi di efficienza, che vanno dalla G (prestazioni scarsissime) alla A (prestazioni elevate). Un aspirapolvere di classe A è in grado di aspirare perfettamente la polvere da tutte le superfici, anche sui tessuti e nelle fessure.

Rumorosità

Gli aspirapolvere sono in genere elettrodomestici rumorosi, anche se alcuni di ultima generazione hanno un motore abbastanza silenzioso. La rumorosità è espressa in dB ed è indicata sull'etichetta energetica.

Per essere silenzioso, l'aspirapolvere non dovrebbe superare gli 80 dB. L'ideale è scegliere un modello che resti al di sotto dei 70 dB, soprattutto se lo si vuole usare in un condominio durante le ore serali.

Peso

Soprattutto se avete intenzione di utilizzare l'aspirapolvere quotidianamente, assicuratevi che sia leggero e facile da manovrare. I modelli a traino sono di solito più pesanti delle scope elettriche e sono quindi più adatti a chi vuole usarli solo occasionalmente, ad esempio nel fine settimana per le grandi pulizie.

Per l'uso quotidiano, meglio optare per una scopa elettrica senza filo, molto più pratica. In ogni caso, per risultare comodo, l'aspirapolvere non dovrebbe pesare più di 5-6 kg.

Materiali

La maggior parte degli aspirapolvere sono realizzati in plastica. Assicuratevi che si tratti, però, di plastica resistente agli urti e allo stesso tempo leggera. Più importanti sono le rifiniture, come gli agganci dei filtri, del tubo e della spazzola, i pulsanti per l'avvio e la regolazione della potenza, che devono essere robusti e ben saldi per durare nel tempo.

Marca e prezzo

Come avete potuto notare dalla nostra classifica, in commercio si trovano aspirapolvere di varie fasce di prezzo e non necessariamente i modelli più costosi sono i migliori. Valutate attentamente il rapporto qualità-prezzo, assicurandovi che a un prezzo elevato corrispondano anche elevate prestazioni e numerosi accessori.

Per quanto riguarda la marca, vi consigliamo di sceglierne una nota, come Dyson, Rowenta, Hoower, Ariete e iRobot Roomba, perché sono garanzia di qualità.

Dove comprare l'aspirapolvere

Tutti i negozi di elettrodomestici vendono gli aspirapolvere. Ovviamente, non possiamo assicurarvi che troverete i modelli che vi abbiamo segnalato nella nostra classifica, perché la scelta nei negozi fisici è limitata, per ovvi motivi di spazio.

Vi consigliamo, quindi, di dare un'occhiata online, in particolare su Amazon, dove potete trovare un vasto assortimento di aspirapolvere di ogni tipo. Tenete presente che su Amazon c'è una sezione dedicata allo Offerte del Giorno, dove quasi sempre si trovano elettrodomestici a prezzo scontato, tra cui potreste trovare anche degli aspirapolvere.