Con lo smalto semipermanente è possibile avere una manicure curata con unghie perfette, colorate e lucide per almeno tre settimane. Lo smalto semipermanente è, infatti, semplice da applicare, una via di mezzo tra uno smalto comune e il gel. La maggior parte dei brand di smalti semipermante hanno realizzato prodotti non aggressivi e che non danneggiano le unghie. Lo smalto semipermante, infatti, non ha bisogno di limatura in quanto utilizzano per la rimozione il metodo soak-off che scioglie il prodotto utilizzando un apposito remover, oppure il metodo peel-off che permette di togliere lo smalto come una pellicola.
Avremo comunque bisogno di una lampada LED per catalizzare i diversi strati ma tra gli smalti semipermanenti in commercio esistono anche kit già completi. Vediamo insieme quali sono i brand più apprezzati e i migliori smalti semipermanti con una resa professionale per un'applicazione fai-da-te.

I migliori smalti semipermanenti

In questa guida vi proponiamo le marche, anche professionali, più vendute per un uso domestico e i migliori smalti semipermanti in commercio. Quelli che vi proponiamo sono base coat e top coat più apprezzati dagli utenti e quelli che garantiscono la resa migliore.

1. Gel Color O.P.I

O.P.I. è un brand top di gamma e la qualità dei suoi prodotti è imbattibile. Gel Color di O.P.I. è infatti il miglior smalto semipermanente in commercio, utilizzato anche da professionisti e nei centri estetici. Ha una formulazione 100% gel che garantisce lucentezza ai suoi colori e durata. Facile da stendere come un tradizionale smalto grazie al pennello brevettato Pro Wide Brush, l'applicazione in tre passaggi prevede base, colore e top. Ogni strato va catalizzato in lampada per almeno 30 secondi e riesce a durare tra le 2 e le 3 settimane. Non ha bisogno di limatura e la rimozione può essere fatta con apposito remover.

Pro: gli smalti semipermanenti di O.P.I. sono prodotti professionali, utilizzati anche nei centri estetici ma molto semplici da utilizzare anche per un'applicazione fai da te.

Contro: tra gli smalti semipermanente, quello di O.P.I. è quello con un costo leggermente più alto giustificato, però, dalla resa del prodotto e dalla sua durata.

2. Mesauda

Lo smalto semipermanente di Mesauda è quello che offre il miglior rapporto qualità/prezzo. Anche in questo caso si tratta di un prodotto molto apprezzato anche dai professionisti del settore e il suo punto di forza è la formula che lo caratterizza: il prodotto è autolivellante, ossia si adatta all'unghia naturale in maniera omogenea o liscia. Il set che vi proponiamo contiene tre prodotti: il neil prep per la preparazione dell'unghia, il primer non acido ultrabond che favorisce l'adesione degli strati successivi e la Base&Top, un unico prodotto per la base e la sigillatura.
Sia il neil prep che l'ultrabond asciugano all'aria mentre la base&top polimerizzano in lampada per 1-2 minuti. Durata fino a 20 giorni.

Pro: ha un ottimo rapporto qualità/prezzo e non è facile trovare set di prodotti che abbiano un prezzo più basso.

Contro: l'effetto lucido, soprattutto con i colori più scuri, diventa meno brillante negli ultimi giorni. Basterà aggiungere un normalissimo smalto trasparente per ovviare al problema.

3. Estrosa

Dalla finitura lucida quasi a specchio, lo smalto semipermanente di Estrosa ha un'ottima resistenza, riuscendo a durare fino a 3 settimane senza rotture o sbeccature. Le tantissime nuances disponibili, dai colori classici a quelli di tendenza, hanno una resa particolarmente brillante. La texture è fluida e si stende con estrema facilità sull'unghia. Sul sito ufficiale del brand è disponibile anche un video tutorial che mostra tutti i passaggi necessari per una resa ottimale.

Pro: il finish ha un effetto lucido che sembra quasi brillante, molto simile nella resa alle applicazioni in gel.

Contro: i prodotti necessari, base, top e colore, andranno acquistati singolarmente in quanto non sono disponibili su Amazon dei kit già completi.

4. CND Shellac

Il punto di forza dello smalto semipermante di Shellac è la sua capacità di aderire all'unghia naturale senza la necessità di primer. Basta infatti effettuare una semplice manicure per pulire il giro cuticole per poi passare direttamente all'applicazione della base, senza la necessità di utilizzare il buffer per rimuovere lo strato lucido dell'unghia ed opacizzarla. Ogni strato asciuga in lampada in 2 minuti e la durata resiste senza sbeccature fino a 15 giorni. Come tutti gli altri smalti semipermanenti, anche questo di Shellac si rimuove con un remover.

Pro: non necessita di alcuna fase di preparazione dell'unghia se non una classica manicure.

Contro: sarà necessario l'acquisto della lampada dello stesso brand perché con fornetti diversi si rischia un'asciugatura non perfetta.

5.  Méanail

Lo smalto semipermanente di Méanail è un gel polish molto semplice da stendere, adatto anche alle meno esperte. I diversi strati di prodotto catalizzano in qualsiasi lampada led o fornetto UV in 2 minuti per una resa impeccabile e ottimale. Il kit comprende sia la base che il top coat, oltre ad un primer che favorisce l'aderenza all'unghia naturale. Esistono, dello stesso brand, anche kit completi con lampada, cleaner, remover e tutto il necessario per la manicure. Durata ottimale, lo smalto riesce a resistere fino a 4 settimane.

Pro: il rapporto qualità/prezzo è ottimale per un prodotto che riesce a garantire una resa ottimale.

Contro: non è un prodotto consigliato per professionisti ma perfetto per un uso personale e domestico.

6. Aimeili

Tra gli smalti semipermanenti economici, questi di Aimeili sono considerati i migliori. Ovviamente, non si tratta di prodotti professionali ma riescono comunque a garantire una manicure ordinata e curata. Il prodotto asciuga in qualsiasi lampada, sia led che uv, e il finish lucido riesce a resistere per molti giorni. La stesura è semplice e il kit comprende sia la base che il top anche se sono disponibili differenti kit con colori in diverse nuances. Durata fino a 3 settimane.

Pro: si tratta di un prodotto economico e con meno di 15 euro si possono acquistare kit con differenti colori.

Contro: gli strati di prodotto devono essere molto sottili altrimenti si rischia di comprometterne l'asciugatura.

7. One Phase Mesauda

Lo smalto semipermanente One Phase di Mesauda racchiude 3 prodotti in uno. Con questa formula, infatti, non sarà necessario applicare prima la base e poi sigillare con il top coat, ma basterà stendere il prodotto come un qualsiasi smalto e poi asciugarlo in lampada. Aderisce bene all'unghia naturale e l'effetto finale sarà molto simile al tradizionale smalto semipermanente. Per la rimozione, basterà utilizzare il remover essendo un prodotto che utilizza il metodo soak off.

Pro: molto più pratico degli altri semipermanenti in quanto racchiude in un unico prodotto colore, base e sigillante.

Contro: la durata è più limitata anche se riesce a resistere senza sbeccature per 14 giorni.

8. Ménail Peel off

Molto simile al prodotto precedente, anche il Méanail Peel Off è un prodotto 3 in 1 che non ha bisogno di base e sigillante. Asciuga in qualsiasi lampada in appena 60 secondi. I colori sono molto coprenti e lucidi, permettono una singola passata o l'applicazione in più strati per un colore più pieno e omogeneo. Anche la fase di rimozione è molto semplice: il prodotto è infatti peel off e si rimuove come una pellicola. Il set comprende 3 differenti colori ed è disponibile con diverse nuances.

Pro: il colore risulta molto coprente e l'effetto lucido non svanisce dopo qualche giorno dall'applicazione.

Contro: la durata varia dai 3 ai 7 giorni ma applicando un primer o una base lo smalto riuscirà a resistere fino a 15 giorni.

9. Elite99

Prodotto molto economico, lo smalto semipermanente di Elite99 è l'ideale per chi è alle prime armi e desidera fare pratica. La texture risulta più corposa e non fluida ma resta comunque molto semplice da applicare. L'asciugatura avviene in qualsiasi lampada, sia led che uv, in pochi minuti e il colore risulta abbastanza coprente anche se saranno necessarie almeno due passate per un effetto pieno. Durata di 14 giorni, sono disponibili anche set con più colori.

Pro: è un prodotto economico, perfetto per chi vuole iniziare a sperimentare l'applicazione dello smalto semipermanente a casa.

Contro: si consiglia di polimerizzare un'unghia alla volta per far si che l'applicazione tenga bene.

10. Kit Mylee

Se non si è mai utilizzato uno smalto semipermanente e si deve fare l'acquisto per la prima volta, conviene acquistare un set completo che comprende già tutto il necessario per la manicure. Il kit semipermanente di MyLee ha un buon rapporto qualità/prezzo e rende estremamente semplice, e conveniente, dedicarsi alla manicure fai da te. Il kit comprende la lampada led, il top coat, la base coat, il nail prep, il remover, 100 dischetti in cotone e 4 colori MyGel. La lampada a led Mylee Pro è dotata di tecnologia Convex Curing che permette di polimerizzare gli smalti semipermanenti anche di altre marche in appena 15 secondi. Durata di 14 giorni.

Pro: si tratta di un kit completo, l'ideale per chi desidera iniziare a dedicarsi alla propria manicure senza dover ricorrere all'estetista.

Contro: alcuni colori non hanno una pigmentazione uniforme ma basta applicare un secondo strato per avere un effetto più coprente.

Come scegliere lo smalto semipermanente

Sia negli store fisici che su numerosi e-commerce come Amazon, gli smalti semipermanenti sono tantissimi, di brand differenti e con varie fasce di prezzo. Con questi prodotti, realizzare una manicure casalinga è semplice e con notevoli vantaggi: mani sempre curate con unghie laccate in meno di un'ora e ad un costo decisamente minore rispetto ai centri estetici.
Per scegliere il semipermanente giusto, però, è importante prendere in considerazione una serie di aspetti per fare l'acquisto migliore.

Composizione

Lo smalto semipermanente è un prodotto in gel fotoindurente che polimerizza in lampada led o uv. Alla base della composizione di questi prodotti c'è l'acrilico ma, visto che si tratta di un prodotto che resta a contatto con le nostre unghie per un tempo prolungato, è fondamentale verificare che non siano presenti sostanze nocive.
Sono da preferire prodotti con formula 7Free, ossia senza formaldeide, resina di formaldedide, toluene, confora, DBP, xilene e metiletilchetone.

Qualità

Come per qualsiasi altro prodotto cosmetico, anche nella scelta dello smalto semipermanente è fondamentale acquistare un prodotto di qualità e di brand apprezzati e riconosciuti. Smalti troppo economici o di marche sconosciute spesso non garantiscono un prodotto di qualità con una formulazione sicura.
Dalla qualità spesso dipende anche la texture del prodotto: consistenze liquide, omogenee, facili da stendere e senza grumi possono aiutarci a valutare un prodotto di buona qualità da uno scadente.

Marche

Scegliere prodotti di brand ampiamente conosciuti permetterà di orientarsi verso smalti semipermanenti di qualità. O.P.I, CND Chellac ed Estrosa sono tra i brand top di gamma per questi prodotti anche se il loro costo potrebbe non essere accessibile a tutte. Mesauda, MyLee, Méanail e Layla, invece, realizzano smalti semipermanenti di fascia medio-alta con prezzi competitivi e dalla buona qualità.

Compatibilità

Non tutti gli smalti sono compatibili tra loro: il primer di un brand potrebbe non garantire la stessa resa con la base coat di un'altra marca. Niente vieta di testare, ma il consiglio è quello di utilizzare almeno base e top dello stesso brand.
Se avete una lampada led o un fornetto uv, sarà necessario verificare che lo smalto che stiamo per acquistare si polimerizzi nella lampada che già abbiamo.

Colore

La scelta del colore è decisamente personale. Si può optare per nuances di tendenza oppure su colori più classici ed intramontabili come i rossi e i nude.
Se non si è esperte nell'applicazione del semipermanente, i colori più chiari aiuteranno a mitigare piccole imperfezioni o sbavature di prodotto che sarebbero certamente più visibili con colori scuri.
Inoltre, un aspetto da valutare per i colori è la capacità di coprenza: difficilmente troverete un colore che in una sola passata riuscirà ad essere pieno ed omogeneo ma saranno necessarie almeno due passate. Il consiglio è quello di applicare più strati sottili di prodotto – ognuno da asciugare in lampada – che uno solo troppo corposo con il rischio che non polimerizzi bene.

Metodo di rimozione

Il vantaggio principale degli smalti semipermanenti rispetto al gel è che non necessitano della lima o della fresa per la rimozione. Questi prodotti, infatti, utilizzano principalmente due metodi di rimozione:

  • il metodo soak off che permette di sciogliere lo smalto con uno specifico solvente definito remover. Si tratta di un prodotto che ammorbidisce gli strati di semipermanente che poi possono essere rimossi con un bastoncino in legno d'arancio;
  • il metodo peel off che permette di togliere lo smalto dall'unghia come se fosse una pellicola.

Kit o singoli

In commercio esistono diversi brand che propongono kit già completi di tutto il necessario per un'applicazione casalinga dello smalto semipermanente. Se siete all'inizio e avete bisogno di tutti gli accessori necessari, acquistare uno di questi kit può essere conveniente in quanto permette di risparmiare sul costo finale. Un kit completo dovrebbe avere:

  • un primer per migliorare l'aderenza del prodotto sull'unghia,
  • una base coat,
  • un top coat,
  • un colore,
  • il remover,
  • la lampada.

Se invece avete già una lampada, conviene acquistare solo i prodotti di cui avete effettivamente bisogno, orientandovi su set che comprendono almeno base e top coat.

Come si applica lo smalto semipermanente

Una durata ottimale dello smalto semipermanente dipende, oltre che dalla qualità dei prodotti utilizzati, anche da come viene preparata l'unghia naturale. La manicure è una fase fondamentale da svolgere con cura e precisione, soprattutto nella zona del giro cuticole. Si può utilizzare un olio per ammorbidire le cuticole oppure utilizzare direttamente uno spingi cuticole per alzare le cuticole e spingerle delicatamente verso il basso per poi tagliarle. Il letto ungueale deve essere pulito per far si che il prodotto aderisca bene. Dopo aver opacizzato l'unghia con un buffer, si può passare all'applicazione del semipermanente:

  • applicate un primer e lasciatelo asciugare all'aria;
  • creare un primo strato sottile con la base coat. Lo strato deve essere sottile e applicato in maniera omogenea su tutta l'unghia. Questo primo strato va polimerizzato in lampada il tempo necessario indicato dal brand;
  • ora possiamo applicare un secondo strato di base coat oppure applicare il gel color. Per un colore pieno, si consigliano almeno due passate di colore: ogni passata, però, va asciugata in lampada;
  • una volta applicato e asciugato il colore, si sigilla tutto con il top coat da polimerizzare in lampada;
  • il passaggio finale prevede l'eliminazione della "dispersione", ossia lo strato superficiale ed appiccicoso del top coat con un acetone o apposito sgrassante per unghie.

Come si rimuove lo smalto semipermanente

Per togliere lo smalto semipermanente a casa senza rovinare l'unghia è necessario seguire alcuni semplici accorgimenti ed utilizzare i prodotti giusti.
I prodotti soak off possono essere rimossi con il remover e utilizzando fogli in alluminio con una parte centrale in cotone. Come prima cosa, dovremo versare qualche goccia di remover sulla parte in cotone che andrà, poi, poggiata sull'unghia, arrotolando il foglio di alluminio intorno al dito. Il solvente dovrà agire per circa 10-15 minuti dopodiché potremo togliere il foglio di alluminio. Lo smalto risulterà ammorbidito e semplice da togliere: utilizzando un bastoncino d'arancio andremo a sollevare i residui di smalto rimasti sull'unghia. A questo punto, quando l'unghia sarà pulita, possiamo applicare uno smalto rinforzante.