Il mondo della moda sta cambiando e a dimostrarlo è Nike. Il brand sportivo ha inaugurato una grande novità in tema di inclusività: ha introdotto dei manichini plus-size in alcuni dei suoi store. Si tratta di qualcosa di estremamente innovativo che dà finalmente spazio a ogni tipo di corpo, dando prova del fatto che non esiste uno stereotipo di bellezza universale. L'obiettivo? Seguire la linea body positive che negli ultimi tempi sta riscuotendo molto successo.

Nike sostiene la body positivity

Dimenticate i manichini dai corpi perfetti e sodi, a partire da questo momento non ci si dovrà più confrontare con dei modelli di bellezza tanto irreali ogni volta che si entra in un negozio di abbigliamento. Nello store londinese di Oxford Street della Nike un intero piano è stato dedicato all'abbigliamento femminile e la cosa particolare è che sono stati introdotti dei manichi plus-size che hanno le sembianze di donne in carne con tanto di pancetta e maniglie dell'amore. In questo modo anche quelle che non portano la taglia XS possono capire fin da subito come calzano i leggings e i reggiseni sportivi del brand su un corpo formoso. L'obiettivo dell'azienda? Non solo ampliare il suo concetto di inclusività, proponendo un ideale di bellezza diverso da quello stereotipato, ma anche continuare a seguire la linea body positivity che già da diversi anni sostiene. Nel 2017 Nike aveva ampliato la propria offerta di taglie e successivamente aveva poi collaborato con delle fashion blogger curvy, solo oggi però è arrivato anche il manichino plus-size. A quanto pare il fashion system non è più un mondo elitario riservato a modelle magrissime, si sta finalmente aprendo anche alla normalità. A partire da questo momento anche le donne che non possono passare intere giornate tra pesi e allenamenti intensi potranno sentirsi rappresentate nei negozi del brand sportivo.