573 CONDIVISIONI
21 Maggio 2014
12:25

La donna che ha trascorso 11 anni a fotografare il suo corpo in sovrappeso

Nel 2002 Jen Davis ha cominciato a scattare autoritratti del suo corpo in sovrappeso per tentare di superare le proprie insicurezze. Dopo nove anni la donna si è resa conto di non essere mai cambiata ha dunque scelto di modificare il corpo, ecco come.
A cura di Redazione Donna
573 CONDIVISIONI

Jen Davis alcuni anni fa era una donna in sovrappeso che ha scelto di indagare i propri complessi, le proprie insicurezze derivanti dai chili di troppo, la propria intimità e gli ideali di bellezza delle società moderne attraverso il mezzo che conosceva meglio: l'arte della fotografia. Attraverso una serie di affascinanti ritratti la donna mostra il suo corpo e la sua anima in un arco temporale lungo undici anni. Le immagini saranno in mostra presso la galleria ClampArt a New York City e sono state raccolte in un libro fotografico. Jen Davis ha iniziato a scattarsi degli autoritratti nel 2002 ed ha continuato per ben 11 anni. Le immagini mostrano il suo "viaggio" interiore e indagano la condizione di una donna che non accetta il suo corpo e i chili di troppo. La serie fotografica ebbe grande successo nel momento in cui usciì in tutto il mondo, era il 2011. Dopo il successo Jen si rese conto osservando le foto che il suo corpo non era affatto cambiato negli anni, per questo nel 2012 ha scelto di intervenire chirurgicamente e perdere quei chili di troppo mai accettati.

La prima fotografia di Jen Davis è stata scattata quando era uno studentessa del Columbia College di Chicago, durante le vacanze di primavera. In quell'immagine appare una ragazza chiaramente a disagio che siede su un asciugamano in spiaggia e non riesce a spogliarsi completamente, infatti resta con i pantaloni e il top anche sulla sabbia. La ragazza fino a quel momento non si era mai fotografata, ma quello scatto le fece capire che aveva bisogno di guardare dentro se stessa attraverso l'obiettivo di una macchina fotografica. Ha dunque iniziato a realizzare una serie di ritratti, crudi, essenziali, privi di qualsiasi fronzolo o aggiunta, si tratta di scene di vita quotidiana, immagini comuni ma non per questo di minor impatto visivo.

Nelle immagini la fotografa tenta anche di indagare e raccontare i sentimeti d'amore di una donna in sovrappeso, la mancanza di intimità, l'asseza di un uomo e le mille domande di una persona che continua a domandarsi se qualcuno amerà mai il suo corpo, ad interrogarsi attraverso le immagini su cosa sia davvero l'amore tra due esseri umani.  Dopo l'uscita della serie e il successo raggiunto Jen non aveva ancora mai avuto una relazione con un uomo e continuava a non accettare il suo corpo, per questo nel 2012 ha scelto di ricorrere alla chirurgia per dimagrire, sottoponendosi ad un bendaggio gastrico.

573 CONDIVISIONI
Questa donna vi sembra grassa? Secondo la sua bilancia è in sovrappeso
Questa donna vi sembra grassa? Secondo la sua bilancia è in sovrappeso
Come cambia il corpo di una donna: l'evoluzione dai 20 ai 60 anni
Come cambia il corpo di una donna: l'evoluzione dai 20 ai 60 anni
Ha 50 anni ma ne dimostra la metà: la donna di mezza età con il corpo da urlo
Ha 50 anni ma ne dimostra la metà: la donna di mezza età con il corpo da urlo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni