Irama, il giovane cantautore che si presenterà sul palco del Festival di Sanremo 2021 con la canzone "La genesi del tuo colore", oltre ad essere bello e talentuoso, è anche un appassionato di tatuaggi. Ha infatti una vera e propria passione per i disegni sul corpo: l'artista ha tatuati dei serpenti che avvolgono le braccia fino ad arrivare alle mani, la testa di un faraone sul ginocchio, un giglio stilizzato sull'avambraccio e non solo. C'è poi il tatuaggio sul petto, che in molti hanno hanno frainteso, e di cui sveleremo il contenuto. Ecco allora il significato dei tatuaggi di Irama, quelli più particolari e significativi per il giovane cantante.

I tatuaggi di Irama ispirati alla cultura egizia

Irama è molto appassionato della cultura egizia, interesse che esprime proprio attraverso molti dei suoi tatuaggi. Ogni serpente che Irama ha tatuato sulle braccia contiene all'interno un simbolo egizio: nel serpente sul braccio destro c'è "l'occhio di Ra" che è un simbolo di protezione. Nei due serpenti tatuati sulle dita della mano sinistra ci sono impressi gli "anelli shen", amuleti che proteggono dalle forze negative: si tratta di cerchi senza principio e senza fine che rappresentano anche l'eternità come incessante flusso del tempo. Tatuarsi un serpente, in generale, significa anche comunicare forza, imprevedibilità, adattabilità alle situazioni, rinnovamento o rinascita, derviante dalla tipica muta el serpente che cambia pelle e rinnova totalmente il suo corpo molte volte nel corso della sua esistenza.

Irama ha inoltre tatuata su un ginocchio la maschera di Tutankhamon, il più famoso dei faraoni egizi. In questo caso non è detto che ci sia un vero e proprio simbolismo: il giovane artista ha magari sentito il bisogno di omaggiare questa millenaria cultura con la più alta carica dell'Antico Egitto, simbolo per eccellenza della gerarchia militare e religiosa.

Tatuaggio del giglio sull'avambraccio

Non si conosce invece il significato del tatuaggio che Irama ha impresso sull'avambraccio destro: si tratterebbe del giglio fiorentino, quel particolare nome che viene dato all'iris sbocciato, così come viene rappresentato sugli stemmi araldici. Non sappiamo quindi se questo tattoo possa far riferimento alle sue origini toscane, il cantante è infatti nato a Carrara, o semplicemente si tratta di un elemento tatuato per la sua forma e per il suo risultato estetico molto raffinato. Il giglio rappresenta di solito purezza e nobiltà d'animo, ma la sua simbologia è varia: tra le tante cose rapprensenta anche la lealtà e l'onestà interiore. Irama non ha invece tatuaggi sul collo.

Il misterioso tatuaggio "Depp" sul petto di Irama: ecco il vero significato

Tra i tatuaggi che più incuriosiscono i fan di Irama, c'è la scritta "Depp" impressa sulla parte superiore del petto del giovane cantautore. Si tratta in realtà di una scritta, che potremmo definire "ingannevole", perché a prima vista non rivela ciò che veramente è: si tratta infatti di una sequenza di numeri "6311", che stanno ad indicare la data in cui il cantante ha scelto di chiamarsi Irama, parola che in lingua malese vuol dire "Ritmo". Ecco quindi svelato il mistero su questo tatuaggio così significativo per l'artista.

Irama e la passione per le piume

Altra passione di Irama sono le piume, che hanno invece per il cantautore un diverso significato, e che non troviamo impresse sul suo corpo sotto forma di tatuaggio. Il suo nome d'arte completo è infatti Irama Plume: il cantante porta sempre delle piume addosso, spesso si tratta di orecchini. Le piume lo fanno sentire se stesso in ogni momento, anche quando non canta. Come lo stesso Irama ha dichiarato in una vecchia intervista: "Le piume sono un elemento che mi appartiene sia sopra che sotto al palco, le porto sempre. Non fanno parte della mia cultura, ma sono un’identità".