Siamo arrivati alle soglie del 2020 ma, nonostante all'apparenza viviamo in un mondo libero ed emancipato, nella realtà le cose vanno diversamente e si assiste ancora troppo spesso a inaccettabili fenomeni di discriminazione e razzismo. A far discutere questa volta è stato un post promozionale condiviso da Zalando, la piattaforma di e-commerce tedesca. Su Twitter ha condiviso una foto promozionale come fa sempre ma, a differenza dei precedenti scatti, in questo è apparso un modello nero. Gli utenti del web si sono scagliati ferocemente contro di lui, sommergendolo di critiche e offese a causa del colore della sua pelle. In molti, ad esempio, hanno scritto che non avrebbero acquistato quella polo fino a quando a indossarla non sarebbe stato un modello bianco.

"Non lo comprerò mai finché la indossa un nero": le offese razziste al modello di Zalando

Nelle ultime ore sta facendo il giro del web la foto del modello con la pelle scura di Zalando, offeso duramente sui social a causa della sua carnagione. Nello scatto appare con indosso una polo rosa e, nonostante l'attenzione del pubblico dovesse concentrarsi sull'indumento sponsorizzato, a far discutere è stato il ragazzo che ha posato per l'azienda di e-commerce, diventato bersaglio di commenti razzisti e discriminatori. "Non lo comprerò mai finché la indossa un nero", "Vendetele in Africa", "Avete sbagliato continente per la vostra pubblicità", "Perché il modello è nero quando in Italia siamo tutti bianchi?", sono solo alcune delle parole inaccettabili che si leggono sotto l'immagine. Il post risale alla fine di agosto ma nelle ultime ore il profilo del Signor Distruggere l'ha riportato all'attenzione dei followers con tanto di didascalia "Italia 2019 d.c.", visto che solo oggi ha notato quei terribili commenti.

Zalando ha risposto alle polemiche

Nonostante si tratti di qualcosa di assolutamente inaccettabile, non è la prima volta che un modello di Zalando viene preso di mira per il colore della pelle. Spulciando i profili social dell'azienda come ha fatto Il Signor Distruggere, è chiaro che ogni volta che a sponsorizzare un prodotto è qualcuno con la carnagione scura partono dei tremendi commenti razzisti, come se le origini di una persona, il suo colore o il paese in cui è nato possano definirlo. Zalando non ci ha pensato su due volte a controbattere dicendo:

Crediamo fermamente nel celebrare la diversità e nel rifiutare razzismo e discriminazione. La tolleranza è uno dei nostri valori fondanti. Per questo motivo, siamo profondamente dispiaciuti di leggere commenti offensivi o denigratori. Crediamo in un mondo dove la libertà di essere sé stessi non ha limiti di taglia, età, genere o provenienza. Il nostro assortimento e la scelta dei nostri modelli rispecchiano la varietà e la diversità del mondo in cui viviamo. Questi valori fanno parte di noi e hanno ispirato la nostra recente campagna, “Free to be”, dove invitiamo tutti a rompere gli stereotipi e a mostrare la propria unicità, testimoniata anche dalla scelta dei membri del cast. Vogliamo che tutti si sentano liberi e usino la moda come mezzo per esprimere la propria individualità.

L'intervento si è chiuso con un riferimento al fatto che la diversità è uno degli elementi di forza dell'azienda, nella quale lavorano persone provenienti da oltre 100 paesi differenti. Come se non bastasse, anche gli utenti del web si sono ribellatati a qualcosa di tanto inaccettabile e hanno cominciato a chiedere a tutti di segnalare i profili che avevano lasciato quelle parole tanto assurde sotto al post.