Un macho vestito come un cowboy venuto dal wet, con tanto di cappello, pelliccia e maxi pullover, un uomo duro che però nasconde un'anima "docile", che non disdegna le contaminazioni, che ama sperimentare ed uscire dai confini di genere attingendo al guardaroba femminile per permettere al suo stile di evolvere e non restare incatenato all'interno diktat stabiliti, ecco l'uomo che ha sfilato sulle passerelle Autunno/Inverno 2016-2017 di Milano Moda Uomo. Alla Fashion Week milanese si alternano le mille facce del maschio moderno il cui guardaroba  è composto da abiti e accessori diametralmente opposti: il classico si incontra con un mood futurista, dettagli duri si scontrano con elementi soft, la purezza delle linee si mescola con fantasie intricate e tessuti hi-tech. Le nuove tendenze del menswear oscillano dunque tra poli opposti che sembrano non incontrarsi mai e invece si amalgamano alla perfezione, le classiche stampe check diventano attuali e si sposano con linee ultra slim o extra large, giacche in pelle e cappelli da cowboy sfilano al fianco di completi argentati o con dettagli glitter che sembrano disegnati per un'iconica rock star.

Milano Fashion Week: 15 trend per l'Autunno/Inverno 2016-17 dalle passerelle

Diverse le tendenze proposte dai grandi stilisti sulle passerelle di Milano, da quella western a quella "dandy glam", tendenze spesso opposte che però si inseriscono alla perfezione nell'esigenza di creare un nuovo guardaroba maschile fatto di contrapposizioni che disegnano i mille volti dell'uomo del futuro. Ecco dunque i trend maschili più cool per il prossimo Autunno/Inverno 2016-17.

1. Western: scende in passerella un moderno cowboy

da sinistra Ralph Lauren, Antonio Marras, Dolce e Gabbana, Salvatore Ferragamo, Antonio Marras
in foto: da sinistra Ralph Lauren, Antonio Marras, Dolce e Gabbana, Salvatore Ferragamo, Antonio Marras

Cactus, pistole, cavalli da rodeo e ferri di cavallo, ecco i veri i protagonisti sulla passerella Autunno/Inverno 2016-17 di Dolce&Gabbana, per la nuova collezione i designer ampliano i loro confini per guardare al lontano far west e creare una collezione perfetta per un uomo macho e sicuro. Antonio Marras trasforma la sua Sardegna nel vecchio west rubando i colori e i sapori di desolati scenari per creare un'affascinante collezione "western". Lo stile cowboy ritorna anche con alcuni accenni nella collezione disegnata da Alessandro Michele per Gucci e in diversi capi della collection di Ralph Lauren, brand che ha proposto giacche con bottoni e tasche frontali in cavallino pezzato, perfetti capi da rodeo.

2. Stampe check, quadretti e tartan

da sinistra Daks, Bottega Veneta, Richmond, Prada, Antonio Marras
in foto: da sinistra Daks, Bottega Veneta, Richmond, Prada, Antonio Marras

Un vero e proprio must del prossimo inverno sono le stampe check, dal tartan al damier, ovvero tutte quelle fantasie con quadretti e linee incrociate che creano la classica fantasia che molti definiscono scozzese. Praticamente su tutte le passerelle di Milano Moda Uomo è apparso almeno un completo o un cappotto a stampa check, un decoro intramontabile, classico e moderno allo stesso tempo, capace di dare al look un tocco ricercato e trendy. Da Daks abbiamo visto completi doppiopetto con macro check, mentre da Richmond spicca sui completi sartoriali una fantasia simile in versione mini. Splendide stampe a quadri incrociati hanno caratterizzato le collezione di Bottega Veneta, Antonio Marras, Trussardi, Salvatore Ferragamo ed Etro. Ad utilizzare stampe check anche Miuccia Prada, che per il suo uomo disegna giacche dai rever e dai profili in pelliccia con motivi check.

3. Animalier: l'uomo veste maculato

da sinistra N.21, Etro
in foto: da sinistra N.21, Etro

Capi maculati con stampe leopardo, lunghi cappotti dai colori caldi con print zebrati e abiti animalier, a giudicare dalle passerelle maschili di Milano non solo le donne amano le stampe "sauvage". Da Etro sfilano originali giacche doppiopetto e cappotti maculati, Alessandro Dell'Acqua, designer del brand N.21, si spinge ancor più oltre proponendo maxi felpe e giacche con cappuccio interamente ricoperte da vistose stampe leopard, mentre Antonio Marras sceglie il maculato per alcuni pezzi della sua collection maschile.

4. Militare: camouflage, verde muschio e divise

da sinistra Antonio Marras, Ermanno Scervino, Moncler Gamme Bleu, Jil Sander, N.21
in foto: da sinistra Antonio Marras, Ermanno Scervino, Moncler Gamme Bleu, Jil Sander, N.21

Il military style non tramonta mai, anche sulle passerelle invernali ha regnato sovrano con una serie di look mimetici o con capi ispirati alle divise militari. Da Jil Sander abbiamo visto lunghi cappotti dalle linee rigorose, Ermanno Scervino disegna una serie di outfit con parka e maxi pull in verde militare, sulla passerella di N.21, invece, i protagonisti sono capi con tasconi e capisapalla dal mood military con applicazioni tridimensionali. Infine lo stilista di Moncler Gamme Bleu, Thom Browne, estremizza la tendenza con una collezione fatta esclusivamente di capi camouflage.

5. Glam: glitter, strass e tessuti lucenti 

da sinistra Dsquared2, Dirk Bikkembergs, Hogan, CoSTUME NATIONAL Homme, Ermanno Scervino
in foto: da sinistra Dsquared2, Dirk Bikkembergs, Hogan, CoSTUME NATIONAL Homme, Ermanno Scervino

Glitter, strass, cristalli, tessuti silver e capi traslucidi, ecco i pezzi must della tendenza glam vista sulle passerelle milanesi, un vero e proprio tributo a icone rock come David Bowie che hanno fatto la storia della musica contemporanea . Cappotti argentati sfilano sulla passerella di Dsquared2 e compaiono come luminosi flash nella nuova collezione invernale di Hogan, completi da sera impreziositi con filati lucenti fanno la loro comparsa sul catwalk di Richmond e Dirk Bikkembergs, mentre Ennio Capasa di CoSTUME NATIONAL propone lucenti bomber ed Ermanno Scervino veste il suo uomo con soprabiti sparkling.

6. Velluto: a coste larghe in stile anni '70 o lucente

da sinistra Emporio Armani, Bottega Veneta, Trussardi, Lucio Vanotti, Antonio Marras
in foto: da sinistra Emporio Armani, Bottega Veneta, Trussardi, Lucio Vanotti, Antonio Marras

Un'altro grande ritorno è quello del velluto, soprattutto a coste larghe o lucente, un velluto che ricorda in tutto e per tutto lo stile anni '70. A seguire la tendenza per l'inverno è Trussardi che propone completi dai colori neutri in velluto a coste, il tessuto appare anche nelle collezioni di Lucio Vanotti, Emporio Armani e Bottega Veneta.

7. Pelliccia: dettagli, colli ed eco fur

da sinistra Fendi, scarpe Sergio Rossi, N.21, Antonio Marras, Dolce e Gabbana, Giorgio Armani, Marni, Dirk Bikkembergs, Jil Sander
in foto: da sinistra Fendi, scarpe Sergio Rossi, N.21, Antonio Marras, Dolce e Gabbana, Giorgio Armani, Marni, Dirk Bikkembergs, Jil Sander

Il prossimo inverno il maschio italiano si difenderà dal gelo con pesanti cappotti in pelliccia, vera o eco, come quelli visti sulle passerelle di Dolce&Gabbana, Dirk Bikkembergs e Giorgio Armani, con scarponcini dal dettaglio furry, come gli originali modelli di Sergio Rossi, con maxi pull verde militare impreziositi da dettagli "pelosi", come i modelli di Jil Sander, e con grosse stole in pelliccia colorata di rosso e verde, come quelle di Marni. infine sulla passerella maschile di Fendi persino le borse e i cappelli sono ricoperti di pelliccia.

8. Rosso: un fil rouge per l'inverno

da sinistra Z Zegna, Trussardi, Salvatore Ferragamo, Gucci, CoSTUME NATIONAL Homme
in foto: da sinistra Z Zegna, Trussardi, Salvatore Ferragamo, Gucci, CoSTUME NATIONAL Homme

A giudicare dalle collezioni viste sulle passerelle di Milano Moda Uomo il prossimo inverno i veri protagonisti saranno colori caldi e neutri, come il beige e il marrone, e nuances scure di verde bosco e verde muschio, visti sulle passerelle di Etro, Emporio Armani e Corneliani, unica tonalità intensa è il rosso. Salvatore Ferragamo impreziosisce alcuni look di punta con lucenti cappotti doppiopetto dal tessuto red, un rosso intenso brilla anche sulle passerelle di CoSTUME NATIONAL Homme, Gucci e MSGM, da Trussardi giacche in pelle rouge danno un tocco di colore al guardaroba maschile, mentre un rosso più tenue, che va nell'arancio, dipinge cappotti e maxi piumini griffati Z Zegna.

9. Linee extra large: shape comfy e capi over

da sinistra Jil Sander, Lucio Vanotti, Dsquared2, Emporio Armani, N.21
in foto: da sinistra Jil Sander, Lucio Vanotti, Dsquared2, Emporio Armani, N.21

Le line must per il prossimo inverno sono comode, oversize e ultra confortevoli, lo skinny style resta ma sulle passerelle trovano sempre più spazio pantaloni e jeans morbidi, come quelli visti sul catwalk di Lucio Vanotti ed Emporio Armani. N.21 propone maxi felpe e pull extra large, mentre da Dsquared2 sono i cappotti e i parka ad essere over size, super larghi come i jeans sdruciti in stile hip hop disegnati dai gemelli Dean e Dan Caten per la stagione fredda. Shape confortevoli e comodi sono apparsi anche da Damir Doma, Trussardi ed Etro.

10. Il bomber

da sinistra Dsquared2, Gucci, Ermanno Scervino, CoSTUME NATIONAL Homme, Salvatore Ferragamo, Iceberg
in foto: da sinistra Dsquared2, Gucci, Ermanno Scervino, CoSTUME NATIONAL Homme, Salvatore Ferragamo, Iceberg

Il bomber è il vero proprio capo must per il prossimo inverno. Già dalla scorsa stagione il bomber aveva fatto la sua comparsa sulle passerelle dei grandi stilisti, anche nelle ultime sfilate ha regnato incontrastato. Gucci lo propone in versione pink con ricami orientali, Dsqaured2 in versione floreale "manga punk", da Iceberg il bomber è psichedelico ed ha decori multicolor. E' invece total black sulla passerella di Diesel Black Gold e di CoSTUME NATIONAL Homme, bicolor da Salvatore Ferragamo e in versione lunga in verde militare da Ermanno Scervino.

11. Cappotto: camel coat, vestaglia e modelli over

da sinistra Salvatore Ferragamo, Marni, Lucio Vanotti, Fendi, Etro, Ermenegildo Zegna
in foto: da sinistra Salvatore Ferragamo, Marni, Lucio Vanotti, Fendi, Etro, Ermenegildo Zegna

Altro capo immancabile nel guardaroba maschile è il cappotto, dal classico camel coat al modello "simil vestaglia" con cintura in vita, da quello over size al doppiopetto. Un grande classico che ritorna e si impone prepotentemente come capo trendy e alla moda. Alcuni brand, come MSGM di Massimo Giorgetti, rivisitano il cappotto con grossi decori geometrici colorati, da Fendi e Lucio Vanotti si trasforma in una vestaglia da camera, da Marni si colora di un intensa tonalità di ceruleo, mentre è over size sulla passerella di Ermenegildo Zegna ed Etro.

12. Pullover: maxi, trecce, decori

da sinistra Salvatore Ferragamo, Ermanno Scervino, Corneliani, Daks, Etro, Ermenegildo Zegna, N.21, Dolce e Gabbana
in foto: da sinistra Salvatore Ferragamo, Ermanno Scervino, Corneliani, Daks, Etro, Ermenegildo Zegna, N.21, Dolce e Gabbana

Caldi e maxi, con colli avvolgenti e doppi, con grosse trecce o con disegni cuciti nella lana, ecco i maxi pull che saranno di moda il prossimo Autunno/Inverno 2016-17. Davvero cool i pull "non finiti", con orli che sembrano strappati, visti sulle passerelle di Etro e MSGM, o quelli con decori artistici che hanno sfilato da Salvatore Ferragamo, Daks, Ermenegildo Zegna e Dolce&Gabbana. Sono ricoperti di righe o di disegni optical i pullover griffati Corneliani e N.21, mentre Ermanno Scervino ricorda la natura "wild" del maschio italiano cucendo nella trama di candidi maxi pull grossi messaggi con lettere in stampatello.

13. Sciarpe e foulard 

da sinistra Bottega Veneta, Antonio Marras, Fendi, Trussardi
in foto: da sinistra Bottega Veneta, Antonio Marras, Fendi, Trussardi

E' stato Alessandro Michele, designer di Gucci, la scorsa stagione a sdoganare la sciarpa in versione dandy e il foulard in stile parisienne chic è ad utilizzare l'accessorio per completare anche i look maschili superando i confini di genere, molti altri designer e marchi del fashion hanno poi scelto di seguire la tendenza coprendo il collo dei propri modelli con lunghe e sottili sciarpe intrecciate in lana, magari da portare annodate lateralmente con lembi che cadono sulla schiena, varianti del genere sono comparse sui catwalk di Bottega Veneta e Fendi. Da Marras il foulard è floreale su fondo nero, mentre da Trussardi viene indossato come se fosse una cravatta in seta.

14. Il doppiopetto

da sinistra Giorgio Armani, Dolce&Gabbana, Trussardi, Ralph Lauren, Tod’s, Diesel Black Gold
in foto: da sinistra Giorgio Armani, Dolce&Gabbana, Trussardi, Ralph Lauren, Tod’s, Diesel Black Gold

Classico ed elegante, il doppiopetto è un vero e proprio simbolo del guardaroba maschile, il prossimo Autunno/Inverno tornerà ad essere un must irrinunciabile. Dalle versioni più trendy, come i  cappotti over di Diesel Black Gold e quelli melange disegnati da Andrea Incontri per Tod's, ai completi extra large con giacca corta di Giorgio Armani, passando per completi slim in tessuto pesante di Trussardi e per le giacche dalla silhouette asciutta di Ralph Lauren, il doppiopetto percorre come un fil rouge la maggior parte delle collezioni viste alla Fashion Week milanese.

15. Il calzino in vista

da sinistra Etro, Prada, Stella Jean
in foto: da sinistra Etro, Prada, Stella Jean

Il calzino c'è e si vede, anche nei look maschili dove appare in bella vista diventando accessorio must che contribuisce ad aggiungere un tocco orginale e personale all'intero look, dal più classico al più casual. Non importa che il calzino sia colorato o a strisce, come quelli di Stella Jean, in pesante cotone melange, come i modelli griffati Etro, o total black, come le calze proposte in passerella da Prada, l'importante è che dal pantalone crop spunti l'accessorio che ormai è protagonista e non viene più nascosto.