A prima vista sembrano bambole vintage, molto simili a quelle delle nostre nonne, quelle bambole fatte in casa con un po' di cotone e qualche straccio di stoffa cucito insieme, in realtà nascondono un cuore hi-tech attraverso cui è possibile abbracciare le persone care anche se sono fisicamente lontane. Si chiamano "Distance dolls" è sono state create dall'artista Ariel Cotton che ha inserito nelle bambole per le coccole un meccanismo con tanto di wi-fi in grado di simulare un abbraccio.

Come funzionano le bambole per le coccole a distanza

L'artista americana, originaria di Brooklyn, ha creato le bambole per le coccole a distanza forse per consolare le persone che si amano e sono lontane o forse per riflettere sull'importanza dei legami reali tra le persone in un mondo dominato dalla tecnologia in cui anche i sentimenti diventano virtuali. Il meccanismo per mettere in funzione una delle due distance dolls è semplice, basta abbracciarne una, dopo il primo contatto verrà inviato un input tramite wi-fi all'altra bambola che riceverà il segnale ed inizierà a muovere le braccia proprio come fa un essere umano quando è in cerca di un abbraccio. Se non ci sarà nessuno ad accogliere l'abbraccio inviato la richiesta viene registrata e il cuore della bambola resterà illuminato finchè quest'ultima non riceverà il suo abbraccio.