Per superare un tradimento e le sue conseguenze emotive bisogna innanzitutto ragionare e capire quali sono le cause che hanno portato all'infedeltà del proprio fidanzato, compagno o marito. Per molte coppie il tradimento diventa motivo di rottura, per altre diventa un momento per affrontare i problemi di coppia, o per risolvere una crisi, stabilendo un nuovo inizio. Scopriamo allora cosa succede quando scopriamo di essere state tradite e come superare un tradimento con i consigli per affrontarlo nel modo giusto.

Il tradimento come un'onda anomala

Nella cultura occidentale in cui il rapporto di coppia si fonda sulla monogamia, un tradimento rappresenta la rottura di un equilibrio che era stato stabilito dai due partner, un'onda anomala che proprio non ci aspettavamo. Anche se per molti è impossibile stabilire un rapporto monogamico, perché non è nella natura dell'uomo avere rapporti solo con una donna, chi sceglie di vivere in coppia dovrebbe invece avere la forza di dire no alle tentazioni, sia per la salvaguardia del rapporto, ma soprattutto per il rispetto nei confronti dell'altro.

L'infedeltà è, nella maggior parte dei casi, il sintomo che qualcosa già da tempo non funzionava nella coppia, un'insoddisfazione insita nel rapporto a cui si associa, spesso, la voglia di piacere e il bisogno di ricevere conferme. Il tradimento può avvenire in diversi modi ma più spesso avviene a causa di una mancata intesa o una insoddisfazione sessuale, di un'affettività trascurata. Ad aggravare la situazione pesa la routine e i problemi di comunicazione che allontanano i partner, ciò porta alla chiusura e all'insoddisfazione, al pensiero che forse va bene così senza fare nulla per capire.

Le difficoltà del post infedeltà

I sintomi del post infedeltà sono spesso simili a quelli di chi vive uno stress post traumatico: insonnia, difficoltà di concentrazione, apatia, perdita di peso, incapacità di controllare le emozioni: piangere all'improvviso senza un motivo apparente. Affrontare un tradimento può essere un'esperienza davvero devastante, inoltre bisogna combattere contro il senso di angoscia e la perdita di fiducia. Bisogna poi far fronte agli ammonimenti di chi è intorno alla vittima del tradimento e che ritiene impossibile che non si fosse mai accorta di nulla o che le colpe del tradimento non siano anche sue. Ma seppure ci fossero delle colpe, esiste il dialogo e il confronto: nessuno merita di essere tradito.

Come superare un tradimento: i suggerimenti per stare meglio senza commettere errori

Vediamo ora quali sono i passi da seguire per affrontare un tradimento e provare a stare meglio, senza commettere errori che potrebbero farci stare male.

Non prendete decisioni affrettate: non decidete subito di chiudere il rapporto, ma prendetevi il tempo necessario per capire. Potrebbe aiutare un distacco temporaneo, soprattutto all'inizio, quando gli animi sono caldi.

Accogliete il dolore: accettate la rabbia e lo sconforto, prendetevi il tempo di elaborare il tradimento e non provate ad affrettare il ritorno alla normalità. Fare finta di niente poi, non farebbe che aumentare il risentimento.

Non pensate alla vendetta: anche se il pensiero di vendicarsi sembra farci stare meglio, la vendetta nei confronti dell'amante, del cosiddetto terzo incomodo, alla fine non ci darà alcuna soddisfazione e di sicuro non aiuterà il rapporto.

Uscite con gli amici: uscite e frequentate amicizie solo vostre, non quelle condivise con il partner: così avrete modo di non stare chiusi a pensare solo all'infedeltà evitando di rifugiarvi in pensieri tristi.

Rimettetevi in gioco: provate a reinventarvi, fate un viaggio, fatevi un regalo che desideravate da tempo oppure rinnovate il guardaroba. Può sembrare banale ma farete concretamente qualcosa di bello per voi. Staccare la mente vi aiuterà anche a capire che, in qualunque modo andrà, voi meritate di stare bene.

Non vergognatevi: dovete essere consapevoli che il tradimento non è colpa vostra: seppure il partner fosse insoddisfatto poteva optare per il dialogo o per una terapia di coppia, invece di essere infedele. Ha preso da solo una decisione che ha coinvolto anche voi.

Cercate l'empatia: parlare con qualcuno vi farà bene ma fatelo con persone empatiche dalle quali non vi sentite giudicate e che possono darvi il giusto sostegno.

Provate a capire: cercate di comprendere quali sono i problemi di coppia che hanno portato al tradimento. Se la vostra intenzione è quella di recuperare il rapporto con il partner ma non riuscite a farcela da sole, allora rivolgetevi a esperti, psicoterapeuti, psicologi, professionisti della gestione dei rapporti di coppia che potrebbero aiutarvi per un nuovo inizio.