Spesso sottovalutiamo la pulizia del forno, tra quelle di casa, e ce ne accorgiamo solo quando si formano delle incrostazioni. Invece, il forno, tradizionale, ventilato o a microonde, deve essere pulito dopo ogni utilizzo per evitare che si accumuli sporco e cattivi odori, che, se non vengono rimossi immediatamente, possono diventare difficili da eliminare. Scopriamo i metodi più utilizzati per pulire i nostri forni in modo efficace, senza prodotti chimici, anche dalle macchie più difficili come quelle di grasso e olio bruciato.

Come pulire il forno elettrico, ventilato e a gas

Come prima cosa riscaldate il forno a temperatura poi spegnetelo e togliete la spina. Riscaldate dell'acqua e aggiungete un bicchiere di aceto bianco per ogni litro di acqua e pulite, con una spugnetta morbida, tutta la superficie interna del forno lasciando agire per almeno 10 minuti. Risciacquare poi ogni parte del forno passando più volte con acqua pulita e un panno morbido. Per sgrassare il forno potete utilizzare anche il limone: passate sulle pareti del forno il succo di un limone che eliminerà anche i cattivi odori.

Per le incrostazioni sono ottimi sale, bicarbonato ed acqua: è un mix che disinfetta e riesce ad eliminare le incrostazioni di cibo. Per un forno molto incrostato si dovrà invece portare ad ebollizione un composto di acqua e aceto ed inserirlo con la pentola ancora bollente nel forno. L’aceto riesce a sgrassare alla perfezione e ad eliminare tutte le incrostazioni. Oppure potete posizionare una pentola di acqua bollentissima con tanta ammoniaca all'intero del forno per tutta la notte, i fumi scioglieranno il grasso e lo sporco e al mattino verrà via senza problemi, basterà solo togliere i residui e sciacquare bene: per evitare di graffiarlo non utilizzate la parte abrasiva della spugna ma una spatolina di plastica sarà l'ideale. Per pulire le griglie, mettetele in ammollo nel lavandino con acqua bollente e un po' di detersivo per piatti, sciacquatele e rimettetele a posto.

Se il forno è particolarmente incrostato, potete spremere il succo di limone sulla superficie interessata, magari accendendo il forno a bassa temperatura per qualche minuto. A questo punto, con una spugna abrasiva potete rimuovere quel che resta.

Come pulire il forno a microonde

Il metodo più semplice è usare un panno con acqua e sapone ben strizzato e poi asciugare bene la superficie. Nel caso in cui il microonde fosse particolarmente sporco, si può mettere al suo interno una pentola con mezzo litro di acqua e quattro cucchiai di aceto: avviatelo per 4 o 5 minuti e, quando si spegne, aspettate qualche momento prima di aprirlo: i vapori sciolgono l’unto, così che il grasso possa essere rimosso facilmente con un panno umido. Il metodo che però risulterà sicuramente più rapido ed efficace è inserire nel forno acceso un contenitore pieno di succo di limone. Il grasso, l’unto e le incrostazioni andranno via in un batter d’occhio, semplicemente utilizzando un panno umido.

Come pulire il forno autopulente

Liberate il forno dalle griglie e mettetele in ammollo in acqua calda e sapone. Chiudete bene il forno e avviate l'autopulizia scaldandolo almeno a 430°. IL forno impiegherà dalle due alle sei ore per pulirsi: il grasso e il cibo si trasformeranno in cenere. Lasciate raffreddare due ore e rimuovete la cenere con una paletta, pulendo poi con un panno umido. Pulite il vetro del forno con un panno bagnato in acqua e aceto. Infine lavate bene le griglie, asciugatele e rimettetele all'interno del forno.

Come pulire il vetro del forno

Spesso è la parte che più difficilmente si riesce a pulire bene: il vetro del forno è spesso opaco a causa di schizzi di grasso, olio e cibo. Per pulirlo fate un composto di bicarbonato, che non deve mai mancare in casa, e acqua e assicurati che sia molto denso. Pulite prima il vetro con l'acqua calda e poi applica la pasta di bicarbonato su tutta la superficie e strofina leggermente con un panno umido. Lasciate agire per 15 minuti e poi continuate la pulizia del forno togliendo ogni residuo. Asciugate con un panno asciutto e pulito.

Come eliminare le macchie di bruciato dal forno

Capita spesso che nel nostro forno si creino macchie di grasso o olio bruciato ma anche lo zucchero può bruciarsi e creare delle incrostazioni difficili da eliminare. Per toglierle in modo efficace preparate una soluzione con un litro di acqua e quattro cucchiai di bicarbonato da inserire in un contenitore spray, agitate bene e spruzzate nel forno freddo sulle macchie di bruciato, fino a che non sono ben impregnate. Per le macchi particolarmente difficili create una pasta con acqua e bicarbonato e spalmatela sulla macchia di bruciato.

Lasciate agire per almeno un'ora o fino a quando non si è ammorbidita la macchia. Per pulire il forno senza graffiarlo, utilizzate una spatolina, di quelle che si usano per rimuovere il ghiaccio, e grattate delicatamente fino a rimuovere il tutto e usate una scopetta e una paletta per raccogliere gli scarti. Spruzzate di nuovo la soluzione di acqua e bicarbonato e lasciate agire per un'altra ora e rimuovete gli eventuali residui con una spugna. Dopo passate nel forno una soluzione di acqua e aceto per completare la pulizia.

Tre regole per la pulizia del forno

  • Per evitare che il forno si sporchi, utilizza una placca da forno, così da raccogliere grasso e parti di cibo che possono colare durante la cottura.
  • Pulisci subito lo sporco che cola, anche mentre stai cucinando, spargendo il sale sulla zona interessata, lasciando che il cibo termini la cottura. Dopodiché procedete la pulizia con una soluzione di acqua e aceto.
  • Per il forno a microonde: coprite sempre il cibo quando lo riscaldate e pulitelo almeno una volta al mese.