Il cancro al seno è una delle malattie più diffuse al mondo e ogni anno sono moltissime le donne che si ritrovano a combattere contro un male simile, costrette spesso a sottoporsi a delicati interventi che cambiano per sempre il loro corpo. E' proprio per trovare la forza di reagire e di andare avanti con il sorriso di fronte a delle esperienze tanto traumatiche che un gruppo di palermitane ha dato vita ad "Aquile rosa", una vera e propria squadra di canoa che lotta contro il tumore a colpi di pagaia.

Chi sono le Aquile rosa

Si chiamano "Aquile rosa" e sono un gruppo di 15 donne palermitane che negli ultimi anni si sono ritrovate a combattere contro il cancro, una malattia che ha cambiato per sempre la loro vita. Oggi, dopo essersi sottoposte a dei delicati interventi, sono guarite ma hanno deciso di prendersi la loro rivincita e di godersi al massimo tutto quello che il mondo ha da offrire. E' proprio per dire addio alla paura del tumore che hanno fondato una squadra di canoa, si allenano due volte alla settimana alla Cala, hanno dai 35 agli 81 anni e sono tutte unite da una comune esperienza, il cancro. Pagaiando e condividendo la passione per il mare con chi affrontato le stesse preoccupazioni in passato, dimenticano tutto e ritornano a stare bene. A quanto pare, inoltre, gli allenamenti stanno dando i loro frutti, visto che lo scorso settembre sono riuscite a classificarsi quarte al trofeo Dragon Boat organizzato da Lilt a Bari. L'obiettivo? Essere considerate un esempio di forza, così da dimostrare che non bisogna mai perdere le speranze o lasciarsi prendere dalla tristezza quando si parla di cancro.