Wu Zimiao è una bambina di 2 mesi, viene da Xinyin, in Cina, ed è nata con una malattia rara chiamata nevo melanocitico congenito, che colpisce solo l’1% dei neonati. Si tratta di una lesione cutanea pigmentata, che rende la pelle ricoperta di grossi nei rialzati che potrebbero espandersi su tutto il corpo fino ad arrivare al cervello. Per curarla, c’è bisogno di svariati trattamenti laser con cui è possibile eliminare per sempre quelle macchie cutanee.

I genitori della bambina, dei contadini migranti cinesi, non sono però in grado di sostenere delle spese mediche così elevate ed hanno paura che le condizioni di salute della piccola possano peggiorare nel corso del tempo. Le zone colpite dalla malattia sono molto più deboli del normale, visto che il nevo melanocitico congenito colpisce il sistema escretore. Come se non bastasse, nonostante i nei non siano dolorosi, potrebbero facilmente trasformarsi in cancro, senza contare le ripercussione psicologiche e sociali che la patologia può avere sulle persone durante la dura fase della crescita.

Anche se la situazione sembra essere drammatica, i genitori della bambina non perdono la speranza ed hanno fiducia nella generosità dei loro conterranei, che di sicuro si offriranno volontari per finanziare le cure mediche della piccola Wu. Fino ad ora sono stati raccolti più di 30mila sterline, ma la strada da percorrere è ancora molto lunga: l’intero trattamento viene a costare oltre le 50mila sterline. Ai genitori di Wu non resta dunque che appellarsi ancora al buon cuore di tutti gli utenti del web che leggeranno la storia della bimba.