Gli oli vegetali per capelli sono alleati preziosi per la cura e la bellezza della nostra chioma: un ottimo rimedio da utilizzare sotto forma di maschere e impacchi dall'azione idratante e ristrutturante, per donare nuova vita a capelli secchi e sfibrati e non solo. Gli oli naturali, come l'olio di cocco, di mandorle, di argan, sono ricchi di acidi grassi essenziali e vitamine, un toccasana per i capelli sciupati e crespi, che donano luminosità alla chioma, senza rovinarla. Scopriamo allora perché utilizzare gli oli naturali sui capelli, come applicarli e quali sono i migliori, per una capigliatura sana e morbida.

Perché utilizzare gli oli naturali sui capelli

Per la cura dei capelli è consigliabile utilizzare oli naturali al 100%, ottenuti dalla lavorazione meccanica di semi, frutti e noccioli, nei quali sono contenuti i principi nutritivi essenziali per la cura dei capelli. Parliamo di proteine, minerali, vitamine, tutti elementi che idratano la chioma, combattendo la secchezza e l'effetto dannoso di piastre e phon che possono rovinare ulteriormente la nostra capigliatura. Gli oli naturali aiutano anche a prevenire forfora e dermatiti e, possono essere potenziati, se arricchiti con prodotti naturali come yogurt, miele e aloe vera, e oli essenziali. Utilizzate l'olio di argan sui capelli una volta a settimana.

Come applicarli

Gli oli naturali si possono applicare sui capelli in diversi modi: applicatene poche gocce sulla chioma la sera, prima di andare a letto. Fate uno chignon e al mattino risciacquate i capelli e utilizzate il vostro shampoo abituale. In alternativa potete realizzare una maschera per capelli: mettete qualche goccia di olio essenziale nel vostro balsamo, mescolate e applicate sulla capigliatura. Lasciate in posa per 10 minuti e sciacquate bene. Potete poi utilizzare gli oli naturali come impacco, da applicare sui capelli prima dello shampoo: lasciate agire per circa mezz'ora e procedete con il normale lavaggio.

1. Olio di argan

L'olio di argan è ricco di acidi grassi e vitamine, soprattutto vitamina A e vitamina E. Fondamentale però che l'olio sia puro al 100%, così da ottenere il massimo da questo prezioso olio per i nostri capelli. Utilizzatelo in caso di capelli sfibrati e secchi e per ammorbidire le punte e avere una chioma luminosa. Se volete realizzare un impacco contro le doppie punte, applicate l'olio sui capelli avvolgeteli in un asciugamani e lasciate agire per un'ora, prima di fare lo shampoo: saranno più morbidi e luminosi. Per eliminare l'effetto crespo utilizzate qualche goccia di olio di argan sui capelli umidi dopo aver fatto lo shampoo: li proteggerà anche dal calore del phon. In caso di forfora potete massaggiare alcune gocce di olio di argan prima del lavaggio: aiuterà anche a lenire il prurito. Per realizzare una maschera nutriente, aggiungete un cucchiaio di olio di argan puro in una dose di maschera per capelli, da distribuire sui capelli asciutti, lasciate in posa per una decina di minuti e sciacquate.

2. Olio di mandorle dolci

L'olio di mandorle dolci si ottiene dalla spremitura a freddo dei frutti del Prunus dulci, mantenendo intatte le sue proprietà. E' tra gli oli vegetali più utilizzati in cosmetica e svolge un'azione nutriente sui capelli secchi, spenti e sfibrati, prevenendo anche le doppie punte. Lenisce anche il prurito in caso di cuoio capelluto sensibile. Fate un impacco e tenetelo dai 20 ai 30 minuti su capelli un po' umidi, prima di fare lo shampoo. Va risciacquato bene per non lasciare residui di olio e va fatto una volta a settimana. Applicatelo su tutta la capigliatura in caso di capelli secchi: se avete i capelli grassi, applicatelo solo sulle punte.

3. Olio di cocco

L'olio di cocco è molto denso e grasso, si presenta infatti sotto forma si burro in inverno, ritornando allo stato liquido nella stagione calda. E' l'ideale per i capelli secchi e sciupati in quanto aiuta a idratarli e nutrirli, donando nuova luce e morbidezza alla nostra capigliatura, e prevenendo anche la comparsa delle doppie punte. Lenisce il cuoio capelluto sensibile e ha anche proprietà antibatteriche e antimicotiche. La presenza di vitamina E, invece, lo rende un ottimo rinforzante naturale per capelli. Potete realizzare un impacco pre-shampoo ristrutturante da applicare sui capelli bagnati, così da far penetrare al meglio i principi attivi di questo olio prezioso. Applicate l'olio partendo dal cuoio capelluto e procedendo poi verso le lunghezze e raccoglieteli in una cuffia da doccia. Lasciate in posa l'olio di cocco per mezz'ora, o per tutta la notte, in caso di capelli molto secchi. Trascorso il tempo necessario procedete con lo shampoo: potrà essere necessario fare lo shampoo anche due volte, fino a quando non avrete eliminato ogni residuo di olio.

4. Olio di semi di lino

L'olio di semi di lino contiene acido linoleico che idrata a fondo i capelli e aiuta a prevenire le doppie punte. Risulta inoltre efficace in caso di forfora, in quanto regola la produzione di sebo. Per fare degli impacchi antiforfora, applicate poche gocce di olio sul cuoio capelluto prima di fare lo shampoo. Potete utilizzarlo anche come dopo shampoo: basteranno poche gocce sui capelli umidi per eliminare l'effetto crespo e donare alla chioma un aspetto luminoso. Funzionerà come ottimo ristrutturante se applicato sui capelli mezz'ora prima di lavarli: ne occorreranno due cucchiai, per capelli elastici e lucenti.

5. Olio di semi di zucca

L'olio di semi di zucca è un ottimo rimedio per rinforzare i capelli deboli, sfibrati e che cadono. Si estrae a freddo dai semi di zucca, così che mantenga intatti sali minerali, acidi grassi e vitamine. Applicate qualche goccia di olio di semi di zucca sui capelli, frizionate e lasciate agire per 5 minuti. Dopo lavate accuratamente la chioma: l'olio puro può risultare infatti più difficile da eliminare. Potete ripetere l'applicazione per 2 volte a settimana: ottimo come rimedio anti caduta. Potete poi preparare una maschera rinforzante: aggiungete 1 cucchiaino di olio di semi di zucca in un vasetto di yogurt bianco e mescolate. Applicate il trattamento sui capelli bagnati, lasciate in posa per circa 10 minuti e poi utilizzate lo shampoo come d'abitudine.

6. Olio di Neem

L'olio di neem è ricco di vitamina E e acidi grassi ed è un ottimo rimedio per la cura dei capelli: aiuta in caso di forfora e favorisce la ricrescita dei capelli e viene utilizzato per prevenire la pediculosi (formazione di pidocchi) che spesso colpisce i bambini. Per realizzare un impacco antiforfora mescolate poche gocce di olio di neem con olio di jojoba o di mandorle. Applicatelo sui capelli e pettinateli, poi coprite la testa con una cuffia o un asciugamano e lasciate agire per tutta la notte. Il giorno dopo lavate i capelli con lo shampoo al quale avrete aggiunto 3 gocce di olio di neem. In caso di capelli grassi applicatene poche gocce direttamente sul cuoio capelluto,  massaggiando delicatamente. Lasciare agire per 5-10 minuti e poi procedere con lo shampoo. Ripetere almeno 2 volte al mese.

7. Olio di sesamo

L'olio di sesamo è molto benefico per i capelli, grazie soprattutto alla presenza di acidi grassi come acido linoleico e acido oleico, oltre agli Omega 3 e agli Omega 6, che lo rendono un prodotto altamente antiossidante: rigenera e ripara i capelli, donando lucentezza. E' indicato anche per chi ha capelli secchi e indeboliti a causa dell'uso di piastre e colorazioni per capelli, che indeboliscono e sfibrano il capello. Se volete realizzare un impacco per capelli molto secchi o aridi, miscelate l'olio di sesamo con altri prodotti idratanti e nutrienti. Sciogliete a bagnomaria 15 gr di burro di karitè, aggiungete poi 8 ml di olio di sesamo e 5 gocce di essenza di rosmarino. Applicate su tutti i capelli con movimenti circolari e lasciate agire per almeno un'ora. Dopo lavate i capelli con il vostro shampoo.