La camera da letto è lo spazio adibito al riposo e al relax ed ognuno di noi dovrebbe ordinarla ogni giorno per sentirsi bene. Nonostante ciò, si portano avanti una serie di abitudini davvero poco eleganti che, se viste dall’esterno, risultano assolutamente inopportune. L’esperta d’arredamento Etiquette William Hanson ha rivelato cosa la propria camera da letto può esprimere sulla nostra personalità. Ecco come bisognerebbe fare per rendere la propria camera da letto un luogo raffinato.

1. Lenzuola di raso –Le lenzuola del letto in cui si dorme per essere comode e confortevoli devono essere di cotone o di lino. Quelle di raso si vedono solo sulle copertine di playboy e sono per quegli uomini e quelle donne che hanno paura di invecchiare.

2. Colore delle lenzuola – Il colore perfetto delle lenzuola per esprimere pulizia? Il banco o al massimo una fantasia floreale. Da evitare sono invece le lenzuola viola o marroni.

3. Cuscini – Avere una quantità incredibile di cuscini sul letto non è un segno di raffinatezza, anzi sarebbe bene eliminarli del tutto dalla camera da letto. I più tradizionalisti, però, possono lasciare quelli utilizzati realmente durante la notte.

4. Orsacchiotti – Avere degli orsacchiotti nella camera da letto va benissimo quando si vogliono tenere dei ricordi dell’infanzia, l’importante è non esagerare e porsi dei limiti. Superata l’adolescenza dovrebbero essere eliminati del tutto.

5. Modello del letto – A meno che non si viva in una casa di campagna o in un castello, sarebbe meglio evitare il letto a baldacchino. I lettini singoli dovrebbero essere invece riservati solo ai bambini, mentre invece per i single adulti l’ideale è un matrimoniale o al massimo un materasso da una piazza e mezzo.

6. Cioccolatini sul cuscino – Spesso negli alberghi di lusso vengono lasciati dei cioccolatini sui cuscini, con la speranza che con quel pensiero dolce si possa augurare un buon soggiorno. In realtà, è un’abitudine antigienica poiché prevede che la cioccolata venga mangiata a letto, cosa che non dovrebbe essere mai fatta in una camera da letto elegante.

7. Pigiama – Quando si va a letto, bisogna togliersi i vestiti che si erano indossati durante la giornata, a meno che non si vogliano portare i germi esterni anche lì. Inoltre, il pigiamo dovrebbe essere tolto appena ci si alza, prima ancora della colazione, sempre per evitare che i batteri del letto invadano il cibo.

8. Vassoio da letto – Chi non sogna di ricevere una meravigliosa colazione mentre si trova ancora tra le lenzuola, magari su un vassoio d’argento? Peccato solo che sia un’usanza fuori moda e decisamente poco elegante. Il letto non è fatto per mangiare e per spargere briciole su tutte le lenzuola.

9. Copriletto e piumoni – I copriletto sono decisamente più eleganti rispetto ai piumoni, anche se non emanano lo stesso calore. Sarebbe bene dunque utilizzare i nuovi copripiumone, che sono sottilissimi e allo stesso tempo eleganti.

10. Bagno in camera – A meno che non si viva in un monolocale o in un castello appartenente ad una famiglia nobiliare, il bagno in camera è assolutamente da abolire. La camera da letto deve essere un luogo dedito solo al relax.

11. Riscaldamento – Le case migliori sono quelle molto grandi e, anche quando si hanno i termosifoni centralizzati, difficilmente riescono a trattenere il calore. Avere la casa a temperatura ambiente non solo fa bene alla salute ma è anche estremamente chic.