Raudha Athif era una ragazza di 21 anni originaria delle Maldive, nella vita faceva la modella e frequentava il secondo anno del corso di laurea di medicina all'Islami Bank Medical College della città di Rajshahi, ma purtroppo è stata trovata senza vita nella stanza dell'ostello in cui alloggiava lo scorso mercoledì. Ad aver ritrovato il suo corpo sono stati i compagni di classe, insospettiti dal fatto che la ragazza avesse fatto perdere le sue tracce da giorni.

La porta era chiusa dall'interno e, una volta entrati in camera, i ragazzi sono rimasti agghiacciati da quella scena. "Ero nella mia camera. All'improvviso, ho sentito delle urla. Tutti cercavano di sfondare la porta di Raudha", ha spiegato uno degli studenti. La polizia è arrivata poco dopo e ha constatato che si trattava di suicidio, anche se la ragazza dovrà essere sottoposta a un'autopsia per capire cosa ha provocato la morte. All'apparenza, Raudha sembrava felice e soddisfatta della sua vita, era bellissima, aveva la pelle scura e gli occhi di ghiaccio, tanto che veniva chiamata la "ragazza delle Maldive con gli occhi azzurro acqua".

A post shared by Rau. Maldivian. 🌊 (@raudhaathif) on

Grazie al suo splendore aveva conquistato anche la copertina dell'edizione indiana di "Vogue" lo scorso ottobre, ricevendo i complimenti dal presidente del suo paese. Nell'intervista che aveva rilasciato alla rivista, la 21enne aveva affermato che lavorare nel mondo della moda era un hobby, il suo sogno era diventare medico. Nulla faceva pensare al fatto che fosse infelice o che volesse porre fine alla sua vita ed è per questo che la polizia continua a indagare sul caso.