Si è concluso da poco il "fashion month" maschile, quello in cui sono state presentate a Londra, Milano e Parigi le collezione uomo per il prossimo Autunno/Inverno 2017-2018. In passerella hanno sfilato i grandi brand della moda mainstream come Versace, Dolce&Gabbana, Prada, Moschino, Trussardi e Salvatore Ferragamo, marchi nuovi e giovani designer che hanno colpito con le loro creazioni, tra questi Malibù 1992, Sunnei, Wood Wood, Damir Doma, Luca larenza e Massimo Piombo. Osservando le passerella maschili è facile individuare quali saranno le tendenze della prossima stagione fredda e, in alcuni casi, anticipare il mood delle collezioni femminili che vedremo sfilare a breve. Quali saranno dunque i pezzi must del guardaroba maschile? Quali i capi alla moda? Quali tendenze maschili spopoleranno il prossimo inverno? Ecco 15 tendenze must per la prossima stagione fredda.

Sporty anni '80-'90.

Regna letteralmente, sulle passerelle maschili, la tendenza sporty fatta di tute, sneakers, t-shirt e capi dai tessuti tecnici. Non si tratta però di normali capi sportivi, magari mescolati con abiti casual, i look più trendy si ispirano allo sportswear di fine anni '80, inizio '90. Via dunque a tute in acetato, contrasti di colori primari, come rosso blu e verde, fantasie a maxi stripe, tute a morbidi pantaloni da portare a vita alta e zaini sulle spalle. Degna di nota la capsule realizzata, e presentata in passerella a Milano, da MSGM in collaborazione con Diadora, storico brand sportivo anni '80, i look sporty couture di Fendi e Ports 1961 e i look con felpe abbinate a pantaloni classici del brand emergente Wood Wood.

da sinistra: N.21, MSGM, Sunnei, Wood Wood, Ports 1961, Fendiin foto: da sinistra: N.21, MSGM, Sunnei, Wood Wood, Ports 1961, Fendi

Stile militare.

Lo stile militare non manca mai: verde muschio, stampe e ricami camouflage, pantaloni cargo e giacche con maxi tasche in inverno sono un must. Anche durante la prossima stagione fredda spopolerà dunque il military mood. In passerella lo abbiamo visto da N.21, brand di Alessandro Dell'Acqua che propone giacconi camouflage e shirt abbinate per un total look militare, da Plein Sport, che propone una versione tech moderna del militare, e da Moschino, sulla cui passerella jeremy Scott fa sfilare bomber e baschi camouflage. Marras propone la sua versione del militare accostando i colori e simboli delle divise con patch animalier e dettagli floreali.

da sinistra: N.21, Antonio Marras, Moschino, Plein Sport, Ports 1961in foto: da sinistra: N.21, Antonio Marras, Moschino, Plein Sport, Ports 1961

Loghi e stemmi.

Il ritorno degli anni '90 decreta anche un ritorno del logo in bella mostra di cui fare sfoggio. Via dunque a maxi scritte e iniziali che rimandano a quelle del brand in questione. Tutte sono colorate, vistose e hanno un animo pop. Nella collezione Autunno/Inverno 2017-18 di Dolce&Gabbana, ad esempio, compaiono bomber su cui il maxi logo della maison è accostato a dettagli di giacche principesche, da Fendi il nome del brand campeggia su cappelli in lana, zaini, zip di giacche, pullover e sulle tracolle delle borse, nella collezione di Malibu 1992 spunta tra le zip di giacche e felpe.

da sinistra: Fendi, Malibu 1992, Dolce e Gabbanain foto: da sinistra: Fendi, Malibu 1992, Dolce e Gabbana

Peluche.

Non la classica pelliccia vera o eco, il prossimo inverno a spopolare saranno i capi e gli accessori in tessuto "peloso" che ricordano un peluche. C'è chi, come Dolce&Gabbana, porta all'estremo la tendenza proponendo giacche dal "cappuccio orso", chi aggiunge dettagli su giacche e scarpe, come Marni e Prada, chi usa tessuto furry per cappotti, bomber e giacconi, come avviene nelle collezioni di Salvatore Ferragamo, Moncler Gamme Bleu e Diesel Black Gold.

da sinistra: Diesel Black Gold, Moncler Gamme Bleu, Marni, Dolce e Gabbana, Wood Wood, Prada, Salvatore Ferragamoin foto: da sinistra: Diesel Black Gold, Moncler Gamme Bleu, Marni, Dolce e Gabbana, Wood Wood, Prada, Salvatore Ferragamo

Gessato.

Il gessato è un tessuto praticamente immortale, un classico del guardaroba maschile destinato a tornare ciclicamente o a non scomparire mai. Quest'anno si sono viste versioni aggiornate e iper moderne della classica fantasia a righe chiare su sfondo blu. Molti brand hanno scelto la fantasia ritenuta simbolo del "classico maschile" decontestualizzandola dal semplice suit da uomo e utilizzandola per decorare piumini e completi imbottiti da montagna, tute gilet senza maniche e pullover dal collo intrecciato o addirittura per completi sportivi e casual.

da sinistra: Moncler Gamme Bleu, Damir Doma, Trussardi, Daks, Wood Woodin foto: da sinistra: Moncler Gamme Bleu, Damir Doma, Trussardi, Daks, Wood Wood

Blu e nero.

Ormai da alcune stagioni l'accostamento blu e nero è stato totalmente sdoganato, se prima si trattava solo di una tendenza nascente ora è un vero è proprio must per l'inverno. Da Ferragamo a Daks, da Diesel Black Gold a Damir Doma, sono moltissimi gli stilisti che scelgono l'elegante contrasto tra nuance scure per impreziosire sia look formali che casual, sia completi classici che outfit iper moderni e trendy. Via dunque a camicie blu notte indossate su pantaloni black, pull neri sotto i quali spuntano shirt a contrasto e cappotti noir abbinati a capi in total blu.

da sinistra: Salvatore Ferragamo, Daks, Diesel Black Gold, Plein Sport, Damir Domain foto: da sinistra: Salvatore Ferragamo, Daks, Diesel Black Gold, Plein Sport, Damir Doma

Cammello.

Il prossimo inverno ci sarà il grande ritorno non solo del camel coat, che ormai da un paio di stagioni è di gran moda, ora è proprio il colore, quel beige a metà strada tra il miele e il tabacco, ad essere un must irrinunciabile. Ritroviamo la nuance su cappotti da Versace e Salvatore Ferragamo, su giacche e montoni  da Trussardi o su completi interi da Marni e MSGM.

da sinistra: Versace, Salvatore Ferragamo, MSGM, Marni, Trussardiin foto: da sinistra: Versace, Salvatore Ferragamo, MSGM, Marni, Trussardi

Parka.

Il caposapalla must del prossimo inverno? Senza dubbio il parka. Già quest'invernmo questo modello di giacca, insieme al bomber, ha letteralmente spopolato, anche il prossimo anno sarà di gran moda. Non importa il colore o il tessuto, la giacca con il cappuccio è il capo "da avere" che i designer hanno inserito nelle loro collezioni: dalla versione maxi e iper imbottita, come quella di Dsquared2, a quella anni '70 in montone, vista sulla passerella di Prada, fino ad arrivare alle varianti in tessuti tecnici, come quelle firmate Fendi e Diesel Black Gold.

da sinistra: Prada, Diesel Black Gold, Fendi, Dsquared2in foto: da sinistra: Prada, Diesel Black Gold, Fendi, Dsquared2

Piumino couture.

Fino a poco fa il piumino era considerato nel fashion system un vero e proprio sacrilegio, un modello di giacca da cui tenersi alla larga. Considerato trash e poco ricercato fino a qualche tempo fa, ora il piumino entra di diritto nel guardaroba fashion dell'uomo che vuole essere alla moda. Ovviamente non si tratta dei classici piumini tecnici o sportivi ma di versioni couture che hanno linee oversize, come quelli di MSGM, dettagli in pelliccia, come quelli di Fendi, contrasti di colore, come le varianti griffate Ports 1961 e N.21, o decori barocchi, come quelli visti sulla passerella maschile di Moschino.

da sinistra Versace, Moschino, Ports 1961, MSGM, N.21, Fendiin foto: da sinistra Versace, Moschino, Ports 1961, MSGM, N.21, Fendi

Vestaglia.

Dite addio al cappotto doppiopetto o a quello con classici bottoni e rever a lancia, date il benvenuto alla vestaglia. Ebbene sì, il prossimo inverno il modello di cappotto più trendy è quello senza bottoni in vista e con cintura da legare in vita. Modelli del genere hanno sfilano da Versace, Etro, Massimo Piombo, Salvatore Ferragamo e Miaoran, in varianti color cammello o total black, in lana melange o a stampa check.

da sinistra: Versace, Salvatore Ferragamo, Etro, Massimo Piombo, Miaoranin foto: da sinistra: Versace, Salvatore Ferragamo, Etro, Massimo Piombo, Miaoran

Cardigan.

Da qualche tempo era sparito dal guardaroba maschile, considerato un modello di pullover ormai datato e poco cool, ora il cardigan torna prepotente in versioni maxi e oversize, con colori fluo o con zip e texture importante.

da sinistra: N.21, Etro, Dsquared2in foto: da sinistra: N.21, Etro, Dsquared2

Vita alta.

La vita bassa ha ormai decisamente fatto il suo tempo, con il ritorno dei '90 tornano anche i pantaloni a vita alta, non solo nel guardaroba femminile ma anche in quello maschili. Daks e Pal Zileri seguono la tendenza estremizzandola e proponendo pantaloni dalla vita altissima che arrivano fin quasi all'altezza del petto. Da Salvatore Ferragamo la vita alta sovrasta i maglioni a trecce e viene sottolineata con eleganti cinture intrecciate, mentre da Damir Doma è "arricciata"e disordinata.

da sinistra: Salvatore Ferragamo, Pal Zileri, Damir Doma, Daksin foto: da sinistra: Salvatore Ferragamo, Pal Zileri, Damir Doma, Daks

Stampe e colori sui pullover.

Colorato, con stampe e cuciture in vista, con quadri cuciti nella trama del tessuto o con ricami tridimensionali che sembrano fuoriuscire dalla lana, ecco i maglioni più cool per il prossimo Autunno/Inverno 2016-2017. Righe multicolor e fantasie a rombi o con geometrie colorate appaiono nelle collezioni maschili di Luca Larenza, Missoni e Dsquared2; paesaggi pittoreschi ispirati a quadri d'artista, dragoni orientali e madonne in versione pop, spuntano, invece, sui pullover griffati Prada, Ermanno Scervino e Dolce&Gabbana.

da sinistra: Colmar x Au Jour le Jour, Dsquared2, Dolce e Gabbana, Missoni, Ermanno Scervino, Prada, Luca Larenzain foto: da sinistra: Colmar x Au Jour le Jour, Dsquared2, Dolce e Gabbana, Missoni, Ermanno Scervino, Prada, Luca Larenza

Cappelli in lana baggy.

Il cappello per il prossimo inverno è grosso, morbido ed è da portare "baggy", ovvero morbido sulla nuca o lateralmente. E' colorato e decorato con stampe e lettering in versione pop. Ha grossi pom pom che spuntano in alto o è realizzato con particolari lane melange in cui le sfumature di colore si mescolano dando vita a particolari effetti degradé. In ogni caso, qualunque sia il colore e il decoro, il cappello in lana è l'accessorio protagonista dei look invernali, un pezzo da avere e abbinare all'outfit.

da sinistra: Moncler Gamme Bleu, Dolce e Gabbana, Etro, Missoni, Fendiin foto: da sinistra: Moncler Gamme Bleu, Dolce e Gabbana, Etro, Missoni, Fendi

Pochette e clutch.

Senza dubbio lo zaino è il modello di stagione ma, sulle passerelle maschili, torna la clutch o pochette da portare a mano, magari legata al polso con una cinghia, o in formato maxi simile ad una cartella. Modelli di borse a mano sono apparse sulle passerelle di Daks, Fendi, Prada e Ports 1961.

da sinistra Ports 1961, Prada, Daks, Fendiin foto: da sinistra Ports 1961, Prada, Daks, Fendi

Anfibi e scarpe tecniche.

Addio stringate e mocassini, le scarpe per l'inverno hanno dimensioni imponenti. I modelli must sono anfibi in stile militare, come quelli visti da Moschino ed Ermanno Scervino. Altro modello di tendenza è la sneaker in versione tecnica simile agli scarponcini da montana, con stringhe fluo, suola imponente e cinghie, modelli simili hanno sfilato da Etro, Dsquared2 e Versace.

da sinistra: Moschino, Ports 1961, Ermanno Scervino, Versace, Etro, Dsquared2in foto: da sinistra: Moschino, Ports 1961, Ermanno Scervino, Versace, Etro, Dsquared2