L’uva è il frutto della vite composto da tanti acini che formano il grappolo. Si divide principalmente in uva bianca e uva nera e, a seconda dell’utilizzo, abbiamo uva da tavola, da vino o uva secca. È ricca di acqua, sali minerali e vitamine soprattutto vitamina A, B e vitamina E e la sua buccia è ricca di flavonoidi, come l'antocianina e il rasveratrolo che conferisce all'uva proprietà antiossidanti, antitumorali e aiuta a prevenire la degenerazione delle cellule celebrali, quindi Alzheimer e demenza senile. L'uva però è anche ricca di zuccheri semplici, circa 15 grammi per 100 grammi di prodotto, deve essere quindi consumata con moderazione se vogliamo restare in forma e deve evitarne in consumo chi soffre di diabete.

Proprietà benefiche dell'uva.

Antiossidante: le proprietà antiossidanti dell'uva sono da ricercarsi principalmente nei semi e nella buccia ricchi di un importante fenolo: il rasveratrolo che combatte gli effetti dannosi dei radicali liberi e riesce ad attivare tre geni responsabili della longevità. Inoltre aiuta a mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo (LDL).

Lassativa: l'uva contiene fibre e acidi grassi che gli conferiscono leggere proprietà lassative utili per combattere la stitichezza. In caso di diarrea, invece, possono essere utili le foglie dell'uva bollite in acqua per un'ora. L'infuso va filtrato e se ne possono bere fino a due bicchieri al giorno.

Previene i tumori: l'uva soprattutto grazie alle sue proprietà antiossidanti previene i tumori soprattutto grazie alla quercitina e al rasveratrolo. Gli antiossidanti aiutano anche a depurare il fegato.

Toccasana per le malattie della pelle: l'uva contiene vitamine, come la B3 che svolgono azione antibatterica e antinfiammatoria utile anche in caso di acne. La vitamina B1 invece aiuta nei processi di cicatrizzazione e la B2 svolge un'azione antiossidante contrastando i radicali liberi responsabili dell'invecchiamento cellulare.

Abbassa la pressione del sangue: l'uva contiene molto potassio e poco sodio stimolando così la diuresi un beneficio utile a chi soffre di ipertensione ma anche di patologie renali.

Previene l'osteoporosi: l'uva è ricca si sali minerali importanti come il calcio, il rame e il ferro oltre al boro, altro elemento fondamentale perché facilita l'assorbimento di calcio nelle ossa, prevenendo l'osteoporosi. L'uva è consigliata anche a chi soffre di artrosi e dolori reumatici.

Dona energia e rinforza il sistema immunitario: l'uva, soprattutto quella nera, è utile in caso di spossatezza perché contiene quercitina, un flavonoide importante per le sue proprietà antiossidanti ma che riesce a donare molta energia. La melatonina, invece, aiuta a regolare i ritmi circadiani quindi è utile nei periodi di stress o dopo le vacanze. Inoltre la ricchezza di vitamine, tra cui anche la vitamina K, aiutano a rinforzare il sistema immunitario proteggendoci dai malanni di stagione. Il rasveratrolo, inoltre, svolge anche un'azione antifungina.

Contro le vene varicose: l'uva, soprattutto quella nera, ha proprietà astringenti utili a chi soffre di fragilità capillare, emorroidi e insufficienza venosa soprattutto alle gambe. Le sue proprietà astringenti sono utili anche in caso di emorragie.

Previene malattie degenerative e aiuta il cuore: mangiare uva aiuta a fortificare le pareti dei vasi sanguigni aiutando a prevenire le malattie degenerative anche grazie al suo potere antiossidante. Inoltre protegge il cuore e previene le malattie cardiovascolari perché evita la formazione di accumuli, fluidificando il sangue ed evitando coaguli nelle arterie.

Proprietà antiacide: dopo un pasto abbondante si potrà beneficiare delle proprietà antiacide di questo frutto: un bel grappolo d'uva aiuta quindi a evitare l'acidità di stomaco.

Utile in caso di anemia e di gotta: l'uva contiene ferro utile in caso di anemia e carenze di questo minerale. Inoltre può essere utile in caso di gotta, soprattutto il succo d'uva che aiuta a eliminare l'acido urico.

Può aiutare a dimagrire: come abbiamo visto l'uva contiene molti zuccheri semplici, all'interno di una dieta ipocalorica è sicuramente più indicato inserire l'uva bianca che contiene meno zuccheri. Esiste poi la dieta dell'uva o cura dell'uva (ampeloterapia) una sorta di cura disintossicante e purificante che aiuterebbe anche a perdere i liquidi in eccesso. Si fa per pochi giorni, al massimo tre, e consiste nel mangiare uva come unico alimento giornaliero cominciando con mezzo chilo fino ad arrivare a due chili al giorno. La cura dell'uva, può essere utile anche per superare periodi di convalescenza ma anche durante la gravidanza e in caso di spossatezza e astenia. Ovviamente è una cura da fare sotto controllo medico evitando il fai da te.

Valori nutrizionali.

Uva fragola – Quantità per 100 grammi – Calorie 67
Grassi 0,4 g
Acidi grassi saturi 0,1 g
Acidi grassi polinsaturi 0,1 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 2 mg
Potassio 191 mg
Carboidrati 17 g
Fibra alimentare 0,9 g
Zucchero 16 g
Proteina 0,6 g
Vitamina A 100 IU – Vitamina C 4 mg
Calcio 14 mg – Ferro 0,3 mg
Vitamina D 0 IU – Vitamina B6 0,1 mg
Vitamina B12 0 µg – Magnesio 5 mg

Come assumere l'uva.

L'uva può essere consumata mangiando gli acini dopo pasto o come spuntino, ma viene utilizzata anche all'interno di macedonie o come succo. Il succo d'uva è molto energizzante ed è ideale anche per i bambini tanto da essere considerato una sorta di latte vegetale.

Controindicazioni.

L'uva però ha anche delle controindicazioni: deve essere consumata con moderazione chi soffre di ulcera, colite, patologie renali e di diabete, ma anche dai soggetti obesi. Tra gli effetti collaterali potrebbe verificarsi emicrania o diarrea. I semi potrebbero causare meteorismo, gonfiore addominale e bruciore di stomaco. L'uva è sconsigliata anche ai bambini al di sotto dei quattro anni perché la buccia potrebbe risultare poco digeribile.