Il periodo natalizio è noto per i pranzi e per le cene abbondanti che vengono consumate in famiglia. Tra panettone, pandoro, tacchino al forno, lasagne, dolci e piatti tipici, alcuni si ritrovano a passare intere giornate seduti a tavola, concedendosi numerosissimi peccati di gola. Inevitabilmente, però, al termine delle feste, si fanno i conti con i chiletti di troppo accumulati. C’è chi comincia ad andare in palestra, chi si sottopone a diete rigorosissime, certo è che si farebbe di tutto pur di smaltire il grasso messo su.

Una ricerca condotta presso la Cornell University's Food and Brand Lab ha scoperto che occorrono al massimo 5 mesi per tornare in perfetta forma. In particolare, è stato tenuto sotto controllo il peso di 3.000 persone provenienti da ogni parte del mondo e i risultati sono stati chiari: in occasione del Natale, il girovita tende sempre a crescere, tanto da portare a un aumento di peso di circa mezzo chilo. Di solito, si riesce a smaltire tutto nel primo mese dell’anno ma i più pigri ritornano alla forma fisica perfetta molto più tardi, precisamente 5 mesi dopo, appena prima di Pasqua.

A dispetto di quanto si potrebbe pensare, una volta finite le feste non bisogna subito modificare il proprio regime alimentare. Il momento migliore per cominciare una dieta non è gennaio ma ottobre poiché, in questo modo, si arriva al Natale con un corpo da urlo e con un metabolismo che funziona così bene da smaltire subito tutto il grasso assunto. Insomma, tutti quelli che si sono dati da fare a tavola durante le feste possono stare tranquilli: la dieta è rimandata a ottobre.