12:45

Test del sangue al posto di amniocentesi: dalla Cina arriva mappa Dna del feto

L'amniocentesi potrebbe essere sostituita da test del sangue senza rischi per il feto

Test del sangue al posto di amniocentesi: dalla Cina arriva mappa Dna del feto.

Finora l’amniocentesi ha sempre causato molte ansie nelle future mamme, soprattutto perchè il prelievo del liquido amniotico al fine di verificare le eventuali malattie genetiche del feto può causare l’aborto. In futuro, però, potrebbe non essere più un esame così invasivo a testare il Dna del piccolo nascituro. Questa straordinaria scoperta è avvenuta in seguito alla ricerca di un team di scienziati guidati da Dennis Lo, dell’Università cinese di Hong Kong, che ha messo a punto un test di diagnosi prenatale non invasiva (Nipd) che annullerebbe in un sol colpo tutti i rischi legati all’amniocentesi. In che modo? Con un semplice prelievo del sangue della madre.

Il team di ricercatori, infatti, è riuscito a dimostrare che nel plasma sanguigno di una donna in gravidanza sono presenti anche delle tracce di Dna “galleggiante” del feto che arrivano nel sangue della madre attraverso la placenta. La comunità scientifica mondiale ha prestato molta attenzione a questa scoperta, in quanto da sempre si cerca di ovviare a questo esame che, pur così invasivo e rischioso, è l’unico che riesce a prevedere alcune delle più gravi anomalie genetiche, come la sindrome di Down, la fibrosi cistica, la distrofia muscolare. “Fino ad oggi, l’esame del Dna fetale richiedeva un campione di liquido fetale, risultando invasivo e mettendo a rischio la vita del bambino – ha detto lo scienziato Dennis Lo – la nostra tecnica non pone rischi. È sicura per il bambino, e psicologicamente più facile per la madre”. Quale madre, infatti, metterebbe in pericolo la vita del proprio figlio?

Ai nostri giorni le donne fanno di tutto per avere un figlio e non si fermano davanti a niente, come quella donna che a 54 anni ha voluto essere mamma per la seconda volta. La scienza ha messo a disposizione l’amniocentesi, come pure altri esami, per rassicurare i genitori sulla salute del futuro figlio, ma se volendo prevenire in realtà si rischia di toglierla, questa vita, c’è sempre da fermarsi a pensare. Grazie a questa scoperta cinese non ci saranno più dilemmi, se non forse quelli legati all’enorme spesa: il costo dell’esame attualmente si aggira attorno ai 200mila dollari, ma Dennis Lo spera che entro un anno si possa focalizzare il test sulle 5 principali disfunzioni genetiche e abbassare i costi fino a 2 mila dollari. Parliamo comunque di cifre alte per una famiglia media, ma la tranquillità dei genitori e la vita dei figli non ha prezzo.

Approfondimenti: aborto, gravidanza, ricerca

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE