Fino a qualche mese fa il must have nel make up era avere un viso perfettamente scolpito dal contouring: volumi definiti, viso armonioso e difetti nascosti da terre opache che creavano i corretti volumi. Oggi invece il make up indossa una nuova veste e mette in risalto i punti luce del viso, rendendo l'incarnato decisamente più luminoso e brillante con la tecnica dello "strobing", che letteralmente fa proprio riferimento alle luci stroboscopiche e all'effetto radioso e brillante che emanano.

Che cos'è lo strobing?

Questa nuova tecnica si concentra sulla luminosità del volto, rendendo l'incarnato radioso e illuminato da prodotti cremosi e brillanti che esaltano i punti luce naturali del viso valorizzandone così la forma e le linee armoniose senza modificarne i volumi. Dimenticate quindi un volto perfettamente scolpito: il make up diventa naturale e impalpabile, perfetto soprattutto per coloro che amano l'effetto nude. È adatto soprattutto a chi ha la pelle chiara, ma chi ha un incarnato olivastro o mediterraneo potrà puntare su prodotti leggermente più ambrati e bronzati per ricreare un effetto naturale e non rischiare di rendere l'incarnato troppo freddo. Il segreto per realizzare un make up in linea con la tendenza dello strobing quindi, è proprio quello di illuminare alcuni punti chiave del volto, mettendoli in evidenza.

Le zone da illuminare.

I punti luce saranno i protagonisti di questo make up ed è quindi fondamentale scegliere le zone perfette da illuminare ad hoc per valorizzare al meglio il tuo viso, rendendolo radioso in modo naturale. Tra le zone più importanti da illuminare ci sono senza dubbio gli zigomi, sui quali si possono applicare prodotti cremosi o in polvere per creare un make up luminoso e sensuale. Non sono però da sottovalutare altri punti del volto, come ad esempio le labbra, dove andrà accentuato l'arco di cupido, oppure l'arcata sopracciliare per rendere lo sguardo più fresco e brillante. Importante anche la palpebra che se viene illuminata al centro rende lo sguardo più riposato, ma anche il dorso del naso. Non dimenticare poi il condotto lacrimale per rendere il tuo make up più radioso, ma anche la punta del naso e la fronte.

Come realizzare lo strobing.

Come fare per ottenere un risultato perfetto anche a casa vostra? Basterà utilizzare l'illuminante nei punti giusti per rendere il make up impeccabile. Prima di tutto bisogna utilizzare i prodotti giusti, evitando quelli troppo metallizzati e perlati che renderebbero il make up futuristico, e puntare su nuance chiare e brillanti. Chi ha la pelle rosata e chiara dovrà scegliere un illuminante freddo, mentre chi ha un sottotono giallo dovrà puntare su prodotti leggermente più caldi. Per realizzare questo trucco potrai utilizzare non solo illuminanti, ma anche creme, fondotinta e ciprie da stendere nei punti giusti. A seconda del prodotto che sceglierete, potrete avere bisogno di un accessorio per sfumare il prodotto, in modo da rendere il trucco sì luminoso, ma naturale allo stesso tempo. Con i prodotti liquidi sono perfetti i pennelli duo fibre non troppo grandi, oppure quelli a ventaglio, che possono essere utilizzati anche per le creme. In quest'ultimo caso, per ottenere un effetto radioso e glow, puoi utilizzare anche i polpastrelli e sfumare il colore sul viso direttamente con le dita.

Strobing: gli errori da non fare.

Anche se lo strobing è una tecnica facile da realizzare, devi far attenzione a non commettere alcuni errori banali: l'illuminante infatti potrebbe enfatizzare alcuni piccoli difetti del tuo volto. Se hai la pelle grassa per esempio, dovrai scegliere dei prodotti in polvere, per evitare che l'eccesso di sebo crei un effetto troppo lucido sul tuo volto; chi ha i pori dilatati invece, dovrebbe puntare su prodotti opachi per non enfatizzarli ulteriormente. Se hai un naso importante oppure il viso inizia a essere segnato da rughe e linee d'espressione, è meglio evitare questa tecnica che metterebbe ancora più in risalto il difetto, preferendo invece il contouring.

Le differenze tra strobing e contouring.

Se il contouring serve a nascondere i difetti e a creare i volumi del volto, possiamo dire che lo strobing funziona "al contrario": invece di nascondere valorizza i punti forti. Non è quindi adatto a chi vuole coprire le imperfezioni, mentre invece è perfetto per chi vuole esaltare la bellezza naturale con un effetto leggero e radioso. Per il contouring vi servivano due prodotti, uno chiaro per illuminare e uno scuro per scolpire, mentre per lo strobing ve ne servirà uno soltanto per creare i punti luce, e il risultato sarà molto più facile da ricreare in tutta semplicità anche a casa vostra.