Le spugne da cucina sono un oggetto indispensabile per pulire e sgrassare le stoviglie, ma anche il lavandino, il tavolo e i ripiani. Sono realizzate in materiale poroso e resistente ma, per durare a lungo ed essere utilizzare in sicurezza, devono essere pulite e disinfettare regolarmente: le spugne da cucina, infatti, possono ospitare moltissimi microorganismi patogeni, come batteri, virus, funghi e spore che derivano soprattutto da cibi come carne, uova crude e verdure. Scopriamo allora come pulire e sterilizzare le spugne da cucina con metodi semplici ed efficaci.

I batteri contenuti nelle spugne da cucina sono davvero pericolosi?

Da uno studio pubblicato recentemente sulla rivista Scientific reports, realizzato da ricercatori europei, è emerso che le spugne per i piatti sono sporche quasi quanto le feci, ma si tratta realmente di batteri pericolosi? Il dottor Luca Masucci, dirigente medico del policlinico Gemelli di Roma e docente dell’Istituto di microbiologia dell’università Cattolica della capitale, precisa che i batteri trovati nelle spugne oggetto di studio sono tutti enteropatogeni, fanno cioè parte della normale comunità batterica dell'uomo. La maggior parte dei batteri infatti non sono "cattivi", ma si tratta perlopiù di batteri "buoni" che sollecitano il sistema immunitario contro i germi. Come fare allora?

  • È importante pulire periodicamente le spugne per disinfettarle e liberarle dai cattivi odori.
  • Non utilizzare la stessa spugna per lavare le stoviglie e per pulire gli altri utensili e arredi di cucina.
  • Cambiare le spugnette frequentemente: le spugne da cucina andrebbero cambiate ogni due settimane.

Inoltre, per una buona igiene in cucina, non dimenticate di detergere bene mani e unghie e di non utilizzare gli stessi attrezzi per i cibi crudi e quelli cotti, senza prima averli lavati.

Come pulire e sterilizzare le spugne da cucina.

Per pulire e sterilizzare le spugne da cucina ci sono diversi rimedi che possiamo utilizzare per mantenerle sempre pulite e in perfetto stato. Ecco quelli più efficaci da utilizzare almeno una volta a settimana o anche più volte in caso di unto o cattivo odore.

Con sapone di Marsiglia o succo di limone per eliminare l'unto e disinfettarle.

Per eliminare l'unto dalle spugne da cucina, lavatele con sapone di Marsiglia e acqua calda, lasciando un ammollo per almeno mezz'ora prima di sciacquarla. In alternativa potete utilizzare un rimedio alternativo a base di acqua bollente, sale e succo di limone concentrato: il limone, oltre a disinfettare toglierà ogni traccia di sporco dalla spugna e contribuirà anche a sbiancarla rendola più profumata.

Con l'aceto per eliminare anche i cattivi odori.

L'aceto è tra i rimedi fai da te più utilizzati per la pulizia della casa, ed è in grado di sterilizzare anche le spugne da cucina liberandole dai cattivi odori. Per utilizzare questo rimedio vi basterà utilizzare acqua bollente, aceto e qualche goccia di succo di limone. Immergete le spugne nel composto e lasciate agire per almeno 2 ore. In caso di odori persistenti lasciate in ammollo in aceto e sale fino: le vostre spugne saranno perfettamente pulite e libere da odori sgradevoli.

Con forno a microonde per sterilizzarle.

Per disinfettare le spugne da cucina in modo completo potete utilizzare il forno a microonde. Ecco come procedere: sciacquate la spugnetta con acqua fredda, per eliminare ogni residuo di sporco e di cibo, e strizzatela. Riempite una ciotola di vetro o di plastica con acqua e succo di limone o, in alternativa, 1 bicchierino di aceto. Inserite nella soluzione la spugna da cucina e accendete il microonde alla massima potenza per 5 minuti. Fate raffreddare  il tutto e poi prelevate la spugna: sarà sterilizzata in pochissimo tempo e pronta per l'uso.

Con sgrassatore, candeggina o acqua ossigenata per debellare tutti i batteri.

Ci sono poi dei metodi non naturali ma comunque efficaci per sterilizzare le spughette. Potete utilizzare un comune sgrassatore: bagnate la spugna con acqua calda, spruzzateci sopra lo sgrassatore in modo da impregnarla bene in tutti i suoi lati, strofinate e poi sciacquate. Un altro metodo consiste nel lasciare a bagno le spugne da cucina per almeno mezz'ora in acqua e candeggina oppure in acqua sterilizzata e acqua ossigenta: la proporzione dovrà essere 30% di acqua e 70% di acqu ossigenata, in questo modo la spugna sarà perfettamente pulita e libera dai batteri.