A cosa siamo capaci di arrivare pur di tenerci stretto un fidanzato? Trovare un uomo bello, dolce e premuroso è un’impresa ardua, ma è giusto mentire e nascondere la propria identità per conquistare l’uomo perfetto? O esistono dei limiti anche alla finzione? Dicono che gli uomini sono tutti uguali, insensibili e traditori cronici, ma in alcuni casi la diavoleria di noi donne supera ogni limite immaginabile. La dimostrazione? La storia di una coppia di Kodiak, in Alaska.

Una ragazza, ospite del reality ‘My crazy love’, ha raccontato ogni dettaglio della sua ultima relazione amorosa. Mentre lavorava come cameriera in un albergo, ha conosciuto un ragazzo perfetto ed è stato subito colpo di fulmine. L’unico inconveniente è che dal primo momento la donna ha finto di essere totalmente sorda. L’uomo, ingenuamente, si è fidato in maniera incondizionata ed ha accettato senza timore quell’invalidità della compagna. La donna, follemente innamorata, ha continuato questa farsa per mesi, era attenta ad ogni dettaglio, non si lasciava distrarre neanche dai forti rumori improvvisi. Ha spiegato che “Il trucco era nel fissare un punto e rimanere immobile. A letto invece era tutta un'altra storia. Non ho mai mentito tra le lenzuola e potevo gridare quanto volevo”. Oggi i due si sono lasciati, ma il ragazzo non ha mai conosciuto la verità. Nonostante ciò, l’artefice di questa ‘realtà parallela’ non si è mostrata pentita di aver finto con l’uomo che diceva di amare, ma ha dichiarato solo che il suo unico desiderio per il futuro è quello di diventare una donna più forte.