I semi di ricino si ricavano dalla pianta Ricinus communis L. che appartiene alla famiglia Ricinus. La pianta di ricino è altamente tossica a causa di una particolare proteina, la ricina, contenuta in grandi concentrazioni proprio nei semi. L'olio di ricino invece, che si ricava dai semi, è completamente atossico. Ma scopriamo di più.

Nutrienti principali contenuti nei semi di ricino.

Come abbiamo anticipato, la pianta, e in particolare i semi di ricino, contengono una proteina tossica, la ricina. In merito ai nutrienti invece, i semi di ricino hanno un contenuto lipidico pari al 40% del prodotto e un contenuto proteico al 20%.

Dai semi viene estratto l'olio di ricino, un prodotto completamente atossico: la ricina infatti non è solubile in olio e resta attaccata alla pressa durante la procedura di spremitura a freddo. L'olio di ricino contiene il 90% di acido ricinoleico, acido grasso insaturo contenuto solo nei semi oleosi di questa pianta: viene molto utilizzato nell'industria chimica e farmaceutica e gli conferisce molte delle sue proprietà benefiche e terapeutiche.

Proprietà  e utilizzi dei semi di ricino.

I semi di ricino sono tossici perché contengono ricina e possono provocare disturbi seri come vomito, emorragie, convulsioni, aritmie fino ad arrivare a coma e morte. Tutte le proprietà di questi semi sono presenti nell'olio che se ne ricava dalla spremitura a freddo e che non è tossico: veniva già utilizzato nell'antico Egitto e oggi è un ingrediente molto usato dall'industria farmaceutica e cosmetica.

Proprietà lassative, antisettiche e curative.

L'olio di ricino è particolarmente apprezzato per le sue proprietà lassative: viene infatti utilizzato in caso di stipsi. Basta assumerne un cucchiaino: l'effetto purgativo si presenta entro le 6 o 12 ore successive all'assunzione. Inoltre è un ottimo antisettico e viene utilizzato per curare raffreddore, tosse e malanni di stagione.

Questo olio ha anche molte proprietà curative, è utile infatti per la cura di problemi reumatici, soprattutto in caso di artrite: è possibile infatti realizzare degli impacchi a base di olio di ricino utili anche contro gonfiori, infezioni, infiammazioni dei nervi e mal di testa. In alcuni casi questi impacchi vengono utilizzati anche per normalizzare il ciclo mestruale.

Proprietà cosmetiche: semi di ricino per la bellezza di pelle, capelli e ciglia.

L'olio di ricino ha anche proprietà cosmetiche e viene utilizzato per la bellezza di pelle e capelli. Sulla cute può essere applicato sia per curare infezioni della pelle, acne, eczemi ma viene utilizzato anche come antirughe naturale. Sui capelli invece aiuta a nutrire i capelli secchi e sfibrati  prevenendo le doppie punte: basterà stenderlo sui capelli o aggiungerlo alla maschera che si utilizza dopo lo shampoo.

L'olio di ricino aiuta anche a rinfoltire le ciglia, un ottimo rimedio naturale che possiamo utilizzare in modo semplice a casa. Inserite l'olio in un flacone pulito che conteneva mascara e applicatelo sulle ciglia aiutandovi con lo scovolino: applicatelo tutte le sere. In pochi giorni le vostre ciglia saranno più forti e folte.