Quando si decide di perdere peso spesso si pensa che saltare i pasti sia il modo più veloce per dimagrire: in realtà il risultato è l'esatto opposto, ovvero gonfiore e aumento di peso. Ecco tutti gli effetti negativi che si possono ripercuotere sul tuo corpo e sul tuo organismo.

Se salti i pasti i primi sintomi che noterai saranno capogiro e debolezza, ma a risentirne sarà anche la tua concentrazione. Quando il nostro corpo viene privato delle calorie necessarie per affrontare la giornata, si manifesta nel nostro organismo una situazione di allarme che può portare a irritabilità, stress e nervosismo: questo succede perché le ghiandole surrenali rilasciano il cortisolo, ormone responsabile dello stress. Quando si saltano i pasti inoltre, il cortisolo trasforma in energia la massa muscolare, il che significa che i nostri muscoli saranno meno tonici e sodi. Digiunare può anche portare ad un aumento dell'appetito: il calo di zuccheri potrebbe infatti scatenare a livello nervoso un impulso che sfocerebbe in abbuffate e consumo di cibi poco salutari.

Se ti è capitato di digiunare e vedere la bilancia scendere di qualche chilo, devi sapere che non si tratta di una reale perdita di peso: quando si digiuna infatti, l'organismo prima di tutto perde i liquidi, poi attacca i muscoli e sono infine smaltisce il grasso in eccesso, rischiando però di compromettere la tua salute. Credenze comuni sostengono che saltare la cena possa essere benefico per la linea, dal momento che durante il sonno il nostro corpo non ha bisogno di particolari energie. In realtà però il digiuno serale può provocare insonnia e disturbi durante il riposo notturno, nonché far cominciare la giornata seguente con debolezza e stanchezza.