Finalmente ci siamo. Oggi, dopo le feste e i grandi cenoni, iniziano in molte regioni italiane i tanti attesi saldi. Quest’anno il calendario dei saldi di fine stagione gioca in anticipo, e i negozi mettono in vendita a prezzi scontati capi e accessori della collezione autunno-inverno 2009-2010. Un’ottima occasione per comprare quel cappotto inaccessibile, quel maglioncino tanto bello quanto caro e quel paio di scarpe da sogno. Oggi, dopo un giorno di chiusura dovuto al primo giorno dell’anno, ci saranno interminabili file nei negozi, tutti vorranno accaparrarsi i capi migliori, le taglie e i colori. Quindi affrettatevi, armatevi di buona volontà e pazienza, e iniziate la caccia nei negozi.

In particolare, oggi sabato 2 gennaio, i saldi iniziano nelle seguenti regioni italiane: Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sicilia e Veneto. Seguiranno poi le altre regioni, secondo un calendario vedrà iniziare  le svendite il 3 gennaio in Calabria, il 5 gennaio 2010 in Abruzzo, Liguria e Puglia. Il 7 gennaio toccherà poi al Molise, alla Toscana e all’Umbria, l’8 gennaio alla Sardegna,  seguita dalla Provincia di Trento e di Bolzano il 9 gennaio.  Non disperate se abitate in Valle d’Aosta, dove i saldi inizieranno il 10 gennaio 2010.

Saldi tanto attesi sia dai consumatori, che avranno la capacità di acquistare capi di abbigliamento di qualità a prezzi ribassati, sia dai commercianti che dopo un 2009 caratterizzato da lacune economiche, puntano a un rialzo e sperano di far fronte al calo delle vendite degli ultimi mesi a causa della crisi economica e finanziera, che ha ridotto sempre di più il potere di acquisto delle famiglie.  Per Confesercenti gli italiani spenderanno oltre 8 miliardi, ovvero 340 euro a famiglia, di cui all’incirca 6,5 miliardi euro per acquisti in calzature ed abbigliamento. Quest’anno presta soccorso ai consumatori, L'ADUC (l'Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori) , che ha stilato un vademecum ricco di consigli e avvertenze da tenere a mente, prima di  tuffarsi nei saldi di fine stagione. Occhio alle fregature e alle rimanenze, si sa, qualcuno cercherà come sempre di fare il furbo.

Alessia Ferlito