Il radicchio (Chicorium Intybus) è un ortaggio che appartiene alla famiglia delle Composite, il gruppo delle cicorie. È caratterizzato da un tipico sapore amarognolo, dovuto all'acido cicorico, e che apporta benefici per la salute. Il radicchio ha proprietà depurative, antiossidanti, tonificanti, è utile in caso di diabete 2, rinforza le ossa, combatte la stitichezza e favorisce la digestione. È un ortaggio ipocalorico utile anche in caso di obesità, inoltre, la presenza di triptofano, aiuta in caso di insonnia. Ma scopriamo tutte le proprietà del radicchio, le diverse varietà e gli usi.

Varietà di radicchio.

Esistono numerose varietà di radicchio, da quelle coltivate a quelle selvatiche. A seconda del periodo in cui si raccoglie, il radicchio si definisce precoce o tardivo: il tipo precoce è più dolce mentre quello tardivo ha il classico sapore amarognolo tipico di questo ortaggio. Esistono principalmente due gruppi in cui si dividono le tipologie di radicchio: quello con le foglie rosse e quello variegato che ha foglie verdi con striature rosse. Tra le varietà di radicchio più pregiate troviamo il radicchio rosso di Treviso, quello di Verona e il radicchio rosso di Chioggia.

Proprietà nutritive e benefiche del radicchio.

Il radicchio è ricco proprietà nutritive, di vitamine e minerali: contiene soprattutto il potassio, ma anche fosforo, calcio, magnesio, zinco, ferro, rame e manganese. Tra le vitamine troviamo invece le vitamine del gruppo B, oltre alla vitamina A, C, E e K. Contiene anche alcuni aminoacidi importanti come l'arginina e il triptofano. Il radicchio, inoltre, è privo di glutine, può quindi essere consumato anche dai celiaci. Ma ecco tutte le sue proprietà.

Depura l'organismo e aiuta le funzioni digestive e intestinali:  il radicchio è un ortaggio dalle proprietà depurative: stimola la produzione di bile e aiuta a digerire i grassi contribuendo a mantenere in buona salute il fegato e garantendone l'efficienza. Grazie alla presenza di acqua e ai suoi principi amari, che gli conferiscono il suo particolare sapore, il radicchio favorisce la digestione. La presenza di fibre garantisce anche il buon funzionamento dell'intestino, utile quindi in caso di stitichezza. Gli zuccheri contenuti nel radicchio, inoltre, non vengono digeriti dallo stomaco ma dal colon, quindi, grazie alle sue proprietà antiossidanti, il radicchio aiuta a prevenire l'insorgere dei tumori in questo tratto dell'intestino.

Utile a chi soffre di diabete di tipo 2: il radicchio è ricco di fibre che trattengono gli zuccheri presenti nel sangue, per questo è un ortaggio indicato per chi soffre di diabete di tipo 2. Inoltre questo alimento contiene anche inulina, un elemento che aiuta l'organismo a gestire e regolare i livelli di zucchero nel sangue.

Ricco di antiossidanti e combatte l'insonnia: in particolare il radicchio rosso è ricco di antiossidanti che aiutano a prevenire i tumori e rallentano l'invecchiamento cellulare. Contiene, in particolare, gli antociani che aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari mentre, il tripotofano è utile per combattere l'insonnia.

Utile per la salute delle ossa e fa bene agli occhi: tra i minerali il radicchio contiene calcio e ferro che favoriscono il metabolismo delle ossa rendendole più forti, oltre alla vitamina K che le rende più dense e ne favorisce la formazione. Questo prezioso ortaggio contiene anche zeaxantina e luteinache proteggono gli occhi da malattie dovute all'avanzare dell'età.

Azione tonificante preziosa per il sistema immunitario: il radicchio svolge sull'organismo un'azione tonificante: consumato fresco, nella sua naturale stagionalità, cioè in autunno e inverno, garantisce un elevato apporto di vitamina C che aiuta a rinforzare il nostro sistema immunitario.

Aiuta a dimagrire: il radicchio contiene solo 13 calorie per 100 grammi di prodotto, è quindi un alimenti ipocalorico indicato nelle diete ipocaloriche e nei regimi alimentari controllati. Inoltre il contenuto di fibre alimentari aumenta il senso di sazietà aiutando a controllare lo stimolo della fame. Un alimento adatto per chi desidera perdere peso o comunque restare in forma.

Come utilizzare e conservare il radicchio.

Il radicchio va consumato crudo per conservare intatte tutte le sue proprietà, in cucina viene utilizzato per preparare diverse pietanze come insalata, pinzimonio, può essere leggermente saltato in padella oppure unito al riso per la preparazione di un gustoso risotto. Se volete eliminare il suo caratteristico sapore amaro, mettetelo a bagno in acqua per circa 3 ore prima di consumarlo, anche se questa operazione non è consigliata in quanto molte proprietà benefiche del radicchio risiedono proprio nei suoi principi amari.

Con il radicchio, unito ad altri vegetali, è possibile preparare anche dei freschi e salutari centrifugati. Consumato sotto forma di infuso, utilizzando i suoi fiori essiccati, è invece ottimo per depurare il fegato e per stimolare la produzione di bile.

Il suo succo viene invece utilizzato nel campo della cosmesi per la preparazione di prodotti per la cura dei capelli e della pelle: in particolare è indicato per alleviare i rossori cutanei, quindi utile anche in caso di couperose.

Come conservarlo?

Per conservare il radicchio avvolgetelo in un panno di cotone e poi in un sacchetto di plastica, prima di riporlo in frigo dove può essere conservato fino a un massimo di 10 giorni.

Controindicazioni.

Il radicchio è sconsigliato in caso di calcoli o colecistite, infiammazione della cistifellea, ma anche in caso di ulcera  gastroduodenale. Le donne in gravidanza devono ridurne il consumo perché può avere effetti stimolanti sull'utero: in questi casi è consigliabile un consulto con il medico o ginecologo.