Negli ultimi anni si contano sempre più parti gemellari. Sono moltissime infatti le mamme che in tutto il mondo danno alla luce dei gemelli e a dimostrarlo è anche una ricerca pubblicata sulla rivista “Population and Development Review” che fa riferimento ai dati raccolti dalla Confederazione Svizzera. I numeri parlano chiaro: in 40 anni sono praticamente raddoppiati. Il motivo? C’è stato un forte aumento dei trattamenti di fertilità poiché le donne cominciano a ritardare la maternità per i più svariati motivi.

Tecniche come la stimolazione ovarica o la fecondazione in vitro sono associate all’aumento delle nascite multiple. Tuttavia, anche la media dell’età fertile femminile è cresciuta ed una delle conseguenze è proprio la maggiore incidenza di gravidanze gemellari”, ha dichiarato il team di ricerca dell’Ined demographic research institute, che ha condotto lo studio. Le nascite multiple comportano numerosi problemi sia per la salute dei genitori che dei bambini. Sono infatti delle gravidanze più rischiose poiché spesso i bimbi pesano poco, nascono prematuri, vanno incontro a complicazioni, mentre le mamme rischiano di dover affrontare diabete gestazionale, depressione post-partum, preeclampsia.

Come se non bastasse, richiedono anche maggiore impegno sia in termini di forza che di denaro. Tutti questi fattori finiscono per influire anche sulla serenità di una coppia che non di rado proprio in seguito ad un parto gemellare decide di divorziare. Questi dati allarmanti riguardano soprattutto i paesi ricchi come Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia, dove in particolare negli ultimi 15 anni le gravidanze gemellari sono aumentate in modo decisamente preoccupante.