Diventare mamma è l'esperienza più bella al mondo ma spesso non ci si sente pronte per assumersi una responsabilità simile. Nella maggior parte dei casi, si vuole raggiungere una stabilità emotiva ed economica prima di mettere al mondo una nuova vita, così da assicurarle il meglio che possa esistere. Rimandando il momento in cui si metterà su famiglia, si finisce però per andare incontro a problemi nel concepimento, cosa che potrebbe impedire di realizzare il proprio desiderio di maternità.

E' chiaro quindi il motivo per cui sono moltissime le donne che si chiedono qual è l'età ideale per affrontare una gravidanza. A rivelarlo, è stato uno studio condotto presso il Royal College of Obstretrics and Gynaecology, secondo il quale i 30 anni sono il periodo della vita femminile ideale per pensare a un figlio. In particolare, sono stati condotti dei test su 5.000 donne danesi e i risultati sono stati chiari: le donne che hanno partorito proprio a questa età hanno dato vita a bimbi dalle maggiori abilità cognitive e più predisposti a socializzare con gli altri.

Il motivo per cui avviene una cosa simile è molto semplice: dai 30 anni in su, le donne diventano più pazienti, flessibili, pronte al dialogo, con una maggiore stabilità economica ed emotiva, cose che le rendono capaci di prendersi cura del piccolo in modo impeccabile. A questo punto, non bisognerebbe più esitare: una volta raggiunti i 30 anni, si dovrebbe cominciare a pensare a una possibile maternità, di sicuro il proprio figlio sarà un piccolo "genietto".