L'uomo e la donna, sono come cane e gatto: diversi nella maggior parte delle cose. Le differenze sono così tante, che anche l'aspettativa di vita è diversa a seconda dei sessi. Una recente ricerca della Monash University, pubblicata sulla rivista “Current Biology”, ha svelato perché il sesso femminile sia più longevo rispetto a quello maschile. Le donne infatti vivono in media 5/7 anni di più degli sfortunati uomini. Creme, diete, palestre e giornate di shopping però non c’entrano. Le cause sono rintracciabili addirittura nel DNA, e sono comuni a tutte le specie. L’intelligenza nelle donne aumenta, e vivono più a lungo. Quindi, sesso debole a chi?!

La spiegazione di questo affascinante mistero che ci accompagna da milioni di anni, dipende dalla mutazione di particolari geni, che si occupano della trasformazione di grassi e zuccheri in energia nelle cellule. Gli scienziati, utilizzando i moscerini della frutta, hanno dimostrato che queste mutazioni non hanno nessun effetto nocivo sulle femmine, mentre, al contrario, incidono negativamente sull’invecchiamento precoce e sull’aspettativa di vita media dei maschi. “Curiosamente, queste stesse mutazioni non hanno effetti sui modelli di invecchiamento delle femmine. Essi riguardano solo i maschi", ha detto il dottor Dowling, responsabile della ricerca. "Tutti gli animali possiedono mitocondri, e la tendenza delle femmine di sopravvivere agli uomini è comune a molte specie diverse. I nostri risultati suggeriscono quindi che le mutazioni mitocondriali che abbiamo scoperto causano un invecchiamento più veloce nel genere maschile di tutto il regno animale.”

Una caratteristica che gli scienziati definiscono un’anomala bizzarria della natura. Ma in fondo, non c’è da stupirsi, perché, come cantava Fiorella Mannoia “siamo così dolcemente complicate”.