A chi non è mai capitato di avere un alimento nel frigorifero per molto tempo, tanto da non ricordare il giorno in cui lo si era acquistato? Spesso per paura che sia andato a male e che causi dei problemi alla digestione lo gettiamo nell'immondizia, ignorando il fatto che che potrebbe essere ancora commestibile. Uno dei cibi che fa una fine simile con maggiore frequenza è il formaggio ma in pochi sanno che si tratta di un prodotto a lunga scadenza.

Il Gouda e lo svizzero, ad esempio, possono essere conservati in frigo fino a 3 mesi, mentre i formaggi duri resistono fino a 4 mesi se non aperti, 6 settimane se sono stati tolti dalla loro confezione. In tutti i casi, però, sarebbe bene leggere con attenzione le scritte sull'etichetta. Diverso è il caso dei formaggi morbidi come la feta, la camembert e la brie, che non resistono più di due settimane. Tutti possono essere messi nel congelatore per un massimo di 8 mesi, anche se il loro sapore potrebbe risultare leggermente diverso rispetto a quello originale.

Quando invece si viene a creare un visibile strato di muffa, è possibile rimuoverlo accuratamente con un coltello per quanto riguarda i formaggi duri, mentre per quelli più morbidi la situazione è irreversibile: devono essere gettati poiché i batteri nocivi si diffondono con maggiore rapidità. Pr conservare al meglio il prodotto sarebbe bene evitare le pellicole di plastica, preferendo i fogli di carta alimentare, così da tenerlo all'asciutto ed evitare che si venga a creare umidità. Seguendo questi semplici accorgimenti, sarà possibile ridurre al minimo degli inutili sprechi di cibo e risparmiare denaro, visto che non si getterà più il formaggio ancora commestibile.