La papaya fermentata è un ottimo integratore naturale ricco di importanti proprietà: svolge un'azione antiossidante, aiuta a prevenire le malattie degenerative e cardiovascolari, rinforza il sistema immunitario, favorisce la digestione e non solo. Già la papaya fresca è un buon rimedio naturale per il nostro organismo ma, una volta fermentata, aumenta le sue proprietà benefiche soprattutto quelle antiossidanti, rallentando il processo d'invecchiamento. Nonostante si tratti di un buon supplemento alimentare non dobbiamo considerare la papaya fermentata come un rimedio miracoloso: è importante rispettare i dosaggi consigliati senza abusarne. Questo integratore ha inoltre delle controindicazioni da non sottovalutare, è infatti sconsigliato in gravidanza e allattamento e in caso di malattie che interessano l'apparato gastrointestinale. Ma scopriamo di più sulla papaya fermentata.

Come si ottiene la papaya fermentata?

La papaya fermentata si ottiene con un procedimento molto semplice: il frutto fresco, che viene raccolto in un momento specifico della sua maturazione, viene sottoposto a fermentazione microbica, che può durare anche alcuni mesi e che ne aumenta il valore nutrizionale e il contenuto di enzimi, rispetto al frutto fresco, infine viene ridotto in polvere.

Proprietà e benefici della papaya fermentata.

La papaya fermentata contiene sali minerali, enzimi e vitamine che svolgono un'azione rinvigorente e antiossidante. La papaya acerba contiene un importante enzima, la papaina, che aiuta a ritardare l'invecchiamento cellulare. Nella sua versione essiccata e fermentata si rendono maggiormente disponibili grandi quantità di vitamina A, C ed E oltre a niacina, tiamina, calcio, fosforo e ferro. Ma ecco tutte le sue proprietà più importanti.

Azione antiossidante: la principale azione della papaya fermentata è quella antiossidante, grazie agli enzimi in essa contenuti che favoriscono il ringiovanimento contrastando l'azione dannosa dei radicali liberi. La papaya fermentata si rivela quindi utile come integratore alimentare in quanto spesso, anche seguendo un'attenta alimentazione, non riusciamo a disporre dell'adeguata quantità di enzimi e flavonoidi, che vengono persi con la cottura o con la conservazione dei cibi. È consigliabile quindi utilizzare la papaya fermentata per i suoi benefici anti-age ed è utile inserirla anche all'interno di una dieta disintossicante.

Protegge dal rischio di malattie degenerative e cardiovascolari: la papaya fermentata aiuta a proteggere dal rischio di malattie cardiovascolari e degenerative grazie ai flavonoidi, potenti antiossidanti, che rendono permeabili i vasi sanguigni favorendo la circolazione del sangue e migliorando anche il microcircolo. Questo integratore in polvere contiene inoltre degli enzimi capaci di prevenire la formazione di tumori.

Rinforza il sistema immunitario: la papaya fermentata è ottima anche per rinforzare il sistema immunitario: ha virtù immuno-modulanti in quanto aiuta a ristabilire l'equilibrio acido-base che spesso non è equilibrato a causa di un'alimentazione povera di frutta e verdura. Questo integratore è quindi consigliato come preventivo da assumere prima del periodo invernale o nei periodi di stress, quando si abbassano le difese immunitarie e si è più soggetti ad attacchi di virus e batteri. La papaya fermentata è anche un ottimo energizzante ideale per riprendersi dopo lunghi periodi di convalescenza.

Combatte la stanchezza e aiuta la concentrazione: la papaya fermentata riesce a combattere la stanchezza rivelandosi un efficace rimedio contro l'astenia molto frequente anche durante i cambi di stagione, ciò grazie alle vitamine A, C, ed E oltre a quelle del gruppo B e alla presenza di potassio che svolge anche un'azione drenante rivelandosi utile anche per combattere ritenzione idrica e cellulite. Inoltre, grazie alla presenza di enzimi antiossidanti, che combattono l'invecchiamento cellulare, e alla presenza di importanti minerali come il magnesio, la papaya fermentata aiuta a migliorare la concentrazione contrastando la perdita di lucidità.

Previene l'osteoporosi: grazie all'elevato contenuto di calcio, potassio e magnesio, la papaya fermentata aiuta anche a rinforzare le ossa prevenendo l'osteoporosi: utile quindi soprattutto per le donne in menopausa, ma consigliato a tutte le età. La vitamina E è invece alleata della pelle: la rende più giovane ed elastica.

Favorisce la digestione: la papaya fermentata favorisce le funzioni digestive grazie soprattutto ad un particolare enzima, la papaina, che aiuta a metabolizzare in modo più semplice alimenti come la carne ricchi di proteine, alleviando anche il lavoro del fegato. Inoltre la fermentazione della papaya, aumentando il numero degli enzimi, svolge un efficace azione digestiva facilitando anche il transito intestinale: per questo la papaya fermentata si rivela ottima anche per dimagrire.

Papaya fermentata: dove trovarla e come assumerla.

La papaya fermentata può essere acquistata in farmacia, erboristeria e on-line. Ne esistono diverse versioni: estratto secco, liquido, compresse o bustine da sciogliere in acqua, La versione consigliata è quella liofilizzata in quanto gli enzimi sono molto sensibili al calore e solo la liofizzazione riesce a mantenere intatte tutte le proprietà della papaya.

È consigliabile assumere questo integratore al bisogno, quando si affronta un periodo particolarmente stressante e ci si sente giù di tono, nei cambi di stagione per prevenire i malanni invernali o per contrastare problemi digestivi. Per quanto riguarda le compresse è consigliabile assumerne 1 o 2 al giorno lontano dai pasti. Per la versione liofilizzata, in bustine, la dose consigliata è di 1 al giorno. La papaya in forma liquida è spesso addizionata con succo di aloe vera, per potenziarne l'effetto antiossidante: in questi casi se ne consiglia l'assunzione di 15 o 30 ml al giorno.

Controindicazione della papaya fermentata.

Prima di assumere la papaya fermentata è importante conoscere le controindicazioni di questo integratore naturale.

A chi è sconsigliata: evitate l'assunzione in gravidanza in quanto potrebbe favorire l'aborto, e anche nel periodo dell'allattamento. La papaya fermentata, inoltre, non è consigliata a chi soffre di disturbi gastrointestinali, disturbi emorragici e ha chi assume medicinali che aiutano a fluidificare il sangue, come chi è in cura dopo un infarto.

Chi deve fare attenzione: la papaya fermentata potrebbe aumentare l'assorbimento di ferro, per questo bisogna fare attenzione se si assumono integratori o farmaci a base di erbe. Prudenza anche per chi ha problemi di prostata perché potrebbe causare stress ossidativo.

Effetti collaterali: tra gli effetti collaterali più diffusi troviamo nausea e gonfiori.