Negli ultimi tempi tra i trattamenti per contrastare la cellulite e avere un corpo perfetto hanno fatto capolino le onde d'urto. Utilizzate in precedenza per combattere i calcoli delle vie urinarie e in ambito ortopedico, le onde d'urto hanno rivelato di essere un trattamento utile anche per rigenerare i tessuti e vengono quindi utilizzate anche in ambito estetico per eliminare cicatrici, smagliature e per combattere la cellulite. Ma di cosa si tratta?

Cosa sono le onde d'urto?

«Parliamo di un trattamento completo in grado di contrastare cellulite e piccoli accumuli di grasso, ma anche e soprattutto di restituire alla pelle un tono più giovane», spiega Patrizia Gilardino  chirurgo estetico di Milano. «Un trattamento che praticamente non ha controindicazioni e i cui risultati sono visibili fin da subito». Attraverso un manipolo vengono veicolate le onde nella zona interessata, che sia un accumulo di grasso o la cellulite sulle cosce: i tessuti vengono rigenerati e si migliora il microcircolo. «Agendo direttamente sul metabolismo cellulare infatti hanno un effetto rigenerativo importante. Questo sia quando si tratta di intervenire su cellulite e piccoli accumuli di grasso, sia quando si vuole restituire alla pelle una maggiore tonicità. Si ottiene così un effetto antiage». A differenza di altri trattamenti il trattamento della cellulite con le onde d'urto non ha effetti collaterali nè controindicazioni: dopo la seduta, totalmente indolore, potrebbe comparire un lieve rossore che scomparirà nell'arco di poche ore.

Come funzionano le onde d'urto.

Dopo aver applicato un gel sulla zona da trattare, viene messa a contatto della pelle una sonda che emette le onde d'urto che si propagano nel corpo sotto forma di impulsi di pressione e creano un aumento della vascolarizzazione e dei processi metabolici: ciò non significa però che andranno a sgretolare, come capita nel caso di calcolosi, i cuscinetti di grasso, bensì andranno a migliorare il drenaggio dei liquidi e rassoderanno la parte trattata. I risultati si vedono già dopo le prime 4 sedute, ovvero dopo due settimane di trattamento. A seconda del tipo di cellulite i risultati si vedranno in tempi differenti: i migliori risultati sembrano essere quelli che si ottengono trattando la cellulite edematosa, che risponde con tempistiche più veloci perchè si eliminano più in fretta i liquidi in eccesso, ma le onde d'urto migliorano anche il tessuto colpito da cellulite fibrosa e sclerotica, che richiederanno però tempi più lunghi di trattamento.

Onde d'urto: tempi e costi.

«Una situazione non eccessivamente grave con piccole concentrazioni grasso o delle lievi lassità della pelle può arrivare a richiedere tra le quattro e le sei sedute, da fare a distanza di una settimana l’una dall’altra.  Ovviamente, situazioni più compromesse necessitano più sedute e quindi un periodo più lungo di trattamento», ha spiegato il chirurgo estetico Patrizia Gilardino. I tempi, così come i costi, variano a seconda del tipo di trattamento e in base allo specialista a cui ci si rivolge: in media, la durata della singola seduta va dai 20 ai 60 minuti a seconda dell'ampiezza della zona da trattare e il costo parte dai 100 euro.