Sophie Hartwell ha 23 anni, viene da Devon, e soffre di anoressia. Si è ammalata 5 anni fa, voleva diventare magrissima, addirittura non entrava mai in cucina, per paura che annusando quei meravigliosi odori potesse mettere su peso. Col passare del tempo la sua situazione si è aggravata moltissimo. Ora pesa meno di 25 chili ed è così debole che quasi non riesce più a respirare.

Soffre di osteoporosi e, nonostante le gravissime condizioni di salute in cui si ritrova, non ammette di essere diventata ossessionata dal suo peso. “Non guardo i libri di cucina per paura di ingrassare. Sento le calorie entrare nel mio corpo. E’ come se fossi controllata dal diavolo, non riesco a reagire, è qualcosa di involontario. Ho dimenticato cosa significa vivere e sentirsi liberi”, ha spiegato la ragazza, decisamente distrutta dalla malattia. Anche dopo innumerevoli ricordi in ospedali, non ha mai reagito. I medici l’hanno avvertita: i suoi organi potrebbero smettere di funzionare da un momento all’altro, facendole perdere la vita in pochi secondi. La mamma, Diane, è devastata ed è ormai rassegnata al fatto che presto non vedrà più sua figlia.

La donna, sostenuta dalla sua famiglia, sta cercando di raccogliere 100.000 sterline sul sito GoFoundMe, necessarie per finanziare un ricovero in una struttura americana specializzata in disturbi alimentari. La speranza è che lì Sophie, tra alimentazione controllata, esercizio fisico e sedute dallo psicologo, possa riprendere in mano la sua vita e finalmente guarire. L'anoressia e l'ossessione per il peso l'hanno annientata, rendendola incapace di pensare lucidamente.