L'avocado è uno dei frutti con maggiori benefici per la salute, è ricco di "grassi buoni", aiuta a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, ad abbassare la pressione sanguigna ed è utile anche per la cura della propria bellezza. Insomma, è un toccasana per l'organismo ma in pochi sono consapevoli del fatto che probabilmente è stato mangiato sempre nel mondo sbagliato. A dimostrarlo, uno studio condotto dal dottor Dr Debasish Bandyopadhyay dell'Università del Texas, secondo il quale i semi, solitamente buttati via, sarebbero ricchissimi di nutrienti dal potere protettivo.

In particolare, i loro gusci conterrebbero dei composti medicinali capaci di limitare la crescita di tumori maligni e l'accumulo di grasso all'interno delle arterie, riducendo al minimo il rischio infarto e malattie cardiache. Non è un caso che gli esperti vorrebbero utilizzarli e trasformarli in polvere per creare dei prodotti omeopatici o degli integratori, così da sfruttare al massimo le loro proprietà. La ricerca ha dunque dimostrato che l'avocado può dare degli incredibili benefici all'organismo, a patto che venga mangiato quotidianamente, anche se non è ancora chiaro se consumare la buccia dei semi sia raccomandabile o meno.

"I gusci di semi di avocado, che la maggior parte della gente considera un rifiuto, sono in realtà il gioiello delle gemme perché i composti medicinali al loro interno potrebbero essere usati per il trattamento di alcune malattie", ha spiegato Debasish Bandyopadhyay. I prossimi studi si propongono di approfondire i risultati di questa ricerca e di capire come servirsi al meglio dei nutrimenti dei semi del frutto.