Il decluttering, cioè la pratica di tenere la casa ordinata, è una cosa diventata particolarmente trendy negli ultimi tempi poiché darebbe la possibilità di alleggerire il proprio armadio e la propria mente. Nel libro “Il magico potere del riordino” di Marie Kondo, l’autrice spiega cos’è il “metodo Konmari”. Si tratta di una tecnica molto precisa per portare ordine sia nelle proprie stanze che tra i propri stati d'animo.

La prima cosa da fare per sentirsi molto più liberi è trovare il coraggio di buttare tutto quello che non si utilizza più, che è diventato troppo deteriorato o che evoca brutti ricordi. Le cose vecchie non devono essere necessariamente buttate nell’immondizia ma possono essere anche regalate a qualche amica oppure ai più bisognosi. L'accumulo compulsivo di oggetti e vestiti finisce per soffocare la vita quotidiana, legandoci in modo ossessivo ad oggetti materiali a cui viene dato un valore simbolico. Svuotare l’armadio diventa dunque un’attività zen con cui si può dire addio alle emozioni negative da cui non riusciamo a distaccarci. Regali che ricordano storie passate, oggetti legati a momenti difficili devono essere gettati senza pietà.

Dopo poco tempo, ci si renderà conto che l’ordine in casa avrà degli effetti benefici anche sull'aspetto fisico e sulla salute mentale. Fare spazio nella propria stanza significa aprire la strada ai cambiamenti e “disintossicarsi” dal passato. Secondo il metodo Konmari bisogna fare una selezione per categoria, di modo da salvare solo alcuni ricordi. L’importante è non sforzarsi e lasciarsi trascinare dalle proprie emozioni. Sulla scrivania dovranno rimanere solo gli oggetti positivi, quelli capaci di lasciare spazio all’ispirazione e alla felicità.