15:40

Marilyn in Mostra al Museo Salvatore Ferragamo a Firenze

Dopo il Festival di Cannes anche Salvatore Ferragamo celebra con una retrospettiva Marilyn Monroe, icona di moda, stile e fascino con una mostra nella splendida città di Firenze.

Marilyn in Mostra al Museo Salvatore Ferragamo a Firenze.

Sono passati quasi cinquant’anni dal 5 agosto 1962, data della misteriosa morte di Norma Jeane Baker, in arte Marilyn Monroe, la diva che più di qualunque altra ha incantato Hollywood e il mondo intero con il suo sorriso malinconico e il fascino intramontabile. Dopo il Festival di Cannes a lei dedicato e il film ” Marilyn” diretto da Simon Curtis, nelle sale cinematografiche italiane dal 1 giugno, anche Salvatore Ferragamo ha deciso di rendere omaggio alla ” diva delle dive” con una retrospettiva che permette di rivivere il suo mito senza tempo tramite la visione di alcuni spezzoni dei film più significativi, i suoi abiti personali e di scena e naturalmente… le sue scarpe.

Le scarpe di Ferragamo per Marilyn furono realizzate dallo stilista appositamente per l’attrice in occasione dei suoi viaggi negli Stati Uniti e segnarono l’inizio di un sodalizio e di un’amicizia che durò parecchi anni e fu alimentata anche dalla grande passione che Ferragamo nutriva per il cinema. Nel 1957 lo stilista disse che classificava le donne che si rivolgevano a lui per la realizzazione di calzature in 3 categorie: ” Cenerentola” erano coloro che avevano una taglia inferiore alla 6, ” Venere” quelle che calzavano la taglia 6, le aristocratiche coloro che invece portavano una taglia più grande; Marilyn, icona di fascino e stile, naturalmente non poteva che essere una Venere.

La mostra ” Marilyn” è ospitata a Firenze nel Museo Salvatore Ferragamo presso il prestigioso Palazzo Spini Feroni e rimarrà aperta al pubblico fino al 28 Gennaio 2013. L’esposizione, curata da Stefania Ricci, direttrice del Museo Salvatore Ferragamo, e dal critico d’arte Sergio Risaliti, ripercorre il mito senza tempo della donna che ha rappresentato il ritratto del divismo della Hollywood classica e che rimane ancora oggi un personaggio complesso ed enigmatico di cui si ha l’impressione di conoscere tutto e nulla. Marilyn è una star divorata dalla fama, ma anche una figura di donna caratterizzata da una profonda malinconia e solitudine di affetti ed è ancora oggi simbolo di una sensualità orgogliosa e di una fragilità tutta femminile.

Per l’opening un party esclusivo. L’inaugurazione della retrospettiva è avvenuto in occasione del Pitti Immagine di Firenze ed è stata una serata di gala dove sono intervenute celebrities del calibro di Rose Byrne, Anna Sophia Robb, Violante Placido, Valeria Solarino e Carla Fracci. Gli ospiti sono stati accolti da uno stuolo di hostess vestite di un semplice abito bianco, un chiaro omaggio al vestito più rappresentativo di Marilyn, quello che le si solleva lasciando scoperte le gambe nel film “Quando la moglie è in vacanza”, momento ricordato come uno dei più sensuali di tutta la storia del cinema. All’interno della sala era stato allestito un cocktail a cura di Federico Salza, che per l’occasione aveva creato dei cupcakes ricoperti di glassa bianca e bacio scarlatto ispirato alle labbra carnose dell’attrice.

Ferragamo ha scelto trionfi di rose rosse per impreziosire la sala e la splendida cornice del Palazzo Spini Feroni poichè proprio questi erano i fiori più amati dall’attrice. Joe Di Maggio, probabilmente l’unico tra mariti della star che amò realmente la donna Marilyn e non la diva Monroe, fece recapitare proprio quegli stessi fiori sulla sua tomba tre volte
la settimana per i 20 anni successivi alla sua prematura scomparsa. Con questa retrospettiva anche Ferragamo fa omaggio alla diva americana rimarcando il legame imprescindibile tra la moda e il cinema come promotore di costume e la suggella come fashion icon dallo stile inconfondibile.

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE