Congelare gli alimenti è un modo semplice e comodo per non farli andare a male quando non si mangiano per molti giorni. Esistono però alcune pietanze che diventano pericolose se conservate in freezer e che dunque devono essere necessariamente consumate il prima possibile. Scopriamo quali sono i cibi che non possono essere congelati e le raccomandazioni da seguire per evitare problemi ed intossicazioni.

1. Maionese, besciamella e budini – Le salse a base di uova e le creme come besciamella o maionese non vanno assolutamente conservate in freezer. Contengono infatti elevate quantità di acqua e grasso e sostanze che, una volta congelate, vanno a male.

2. Lattuga, pomodori, sedano, cetrioli – Quasi tutte le verdure non possono essere congelate. In particolare, queste quattro al momento dello scongelamento tendono a diventare flosce ed immangiabili poiché i grossi cristalli di ghiaccio che si formano durante il raffreddamento domestico rompono la parete delle cellule.

3. Pasta e risotti – Gli alimenti cotti come la pasta o i risotti non sopportano bene il congelamento. Quando vengono messi in frigo dopo essere stati cucinati tendono ad ammollarsi e ad andare a male.

4. Fragole e frutti rossi – Le fragole, i frutti rossi e tutti la frutta ad alto contenuto di acqua non va assolutamente congelata. L’acqua infatti tende a formare dei cristalli di ghiaccio molto più grandi delle molecole d'acqua originali, che causano la rottura delle pareti della cellula. Il risultato? I frutti si riducono in poltiglia.

5. Torte e dolci – I dolci possono essere congelati ma non è consigliabile. Le torte tendono a rompersi, creparsi e brinarsi in superficie. Quelle con la glassa colorata, inoltre, perdono la loro nitidezza. Meglio evitare di metterle in freezer se non si vogliono rovinare.