La maggiorana (Origanum Majorana) è una pianta aromatica perenne della famiglia delle Labiate che comprende anche origano, cumino, timo e anice. È originaria dell'Africa nord orientale, dove cresce spontaneamente, in Europa invece deve essere necessariamente coltivata. Ha un gusto amarostico ma delicato e il suo profumo è un po' più intenso di quello dell'origano, erba aromatica molto simile alla maggiorana nell'aspetto e nel sapore. La maggiorana però, oltre a conferire sapore alle nostre pietanze, è anche ricca di proprietà benefiche: è antispasmodica, aiuta la digestione, allevia i dolori ed ha proprietà calmanti e sedative utili in caso di ansia, stress e insonnia: per questo motivo è molto utilizzata in erboristeria e aromaterapia. Nel Medioevo era considerata una pianta dalle proprietà magiche per questo veniva utilizzata contro gli spiriti maligni. Nell'antica Grecia, invece, era considerata un simbolo di pace e serviva per la preparazione di ghirlande e corone.

Della pianta di maggiorana vengono utilizzate le infiorescenze e le foglie, che si raccolgono in estate, e che emanano un gradevole odore di canfora. Ma scopriamo di più sulle sue proprietà.

Proprietà benefiche della maggiorana.

La maggiorana ha molte virtù benefiche e terapeutiche: è composta principalmente da acqua, fibre, proteine, zuccheri, flavonoidi e tannini, importanti fitonutrienti per la salute del nostro organismo. Inoltre è ricca di sali minerali, tra cui magnesio, potassio, ferro, zinco e rame, e contiene vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C e K.  Ma scopriamo tutte le sue proprietà.

Azione antispasmodica e antinfiammatoria: la maggiorana ha proprietà antispasmodiche utili in caso di crampi mestruali, oltre a virtù antinfiammatorie, espettoranti e battericide che la rendono indicata in caso di raffreddore e tosse, grazie anche alla presenza di vitamina C alla sua azione sedativa e calmante. Per sfruttare i suoi benefici vi basterà effettuare dei suffumigi con l'infuso bollente di maggiorana, da inalare per almeno 20 minuti.

Aiuta in caso di insonnia e stress: la maggiorana ha anche proprietà calmanti e sedative utili per combattere stati d'ansia, insonnia, emicrania e nervosismo da stress in quanto riesce a ridurre la pressione arteriosa, inoltre aiuta a regolare l'attività del sistema nervoso e stimola la diuresi. Questa erba favorisce il rilassamento muscolare e regola i livelli degli ormoni responsabili dei nostri stati di stress o tranquillità: adrenalina e serotonina. Per un effetto calmante mettete in infusione per 10 minuti un cucchiaino di foglie secche in una tazza di acqua bollente, filtrate e bevete. Mettere qualche goccia di olio essenziale di maggiorana nella vasca da bagno aiuterà a favorire il sonno e a distendere i nervi.

La maggiorana, inoltre, bloccherebbe la crescita dell’herpes simplex, una malattia virale che si presenta con la comparsa di dolorose vescicole sulle labbra. Si tratta di un disturbo che compare di frequente quando si è sottoposti a stress, e che spesso è recidivo: mettete sulle vescicole la maggiorana secca polverizzata o poche gocce di tintura madre.

Favorisce la digestione e combatte i disturbi gastrointestinali: consumata sotto forma di infuso la maggiorana favorisce la digestione in quanto stimola la produzione di succhi gastrici contrastando anche il mal di pancia: bevetelo dopo i pasti fino a 3 volte al giorno. Inoltre è un rimedio naturale contro le affezioni gastrointestinali, anche in caso di meteorismo, flatulenza e diarrea

Ottima contro il mal di testa: l'effetto rilassante della maggiorana è utile anche per calmare il mal di testa. L'ideale è massaggiare il suo olio essenziale al centro della fronte. Se invece il mal di testa è causato da sinusite, meglio effettuare dei fumenti con l'infuso ben caldo, aspirando il suo aroma per una ventina di minuti con il capo coperto con un asciugamano per non disperdere i vapori benefici.

Utile in caso di mal di gola per disinfettare il cavo orale: l'infuso di maggiorana può essere utilizzato per alleviare le infiammazioni della gola e del cavo orale. Come antisettico può essere usata anche mettendone qualche foglia in un bicchiere di latte caldo, ottimo per curare il mal di gola.

Aiuta contro dolori reumatici e muscolari: in caso di contratture muscolari o dolori reumatici la maggiorana può aiutare ad alleviare i dolori rilassando la muscolatura. Le frizioni e i bagni alla maggiorana svolgono un'azione tonificante e rivitalizzante: sciogliete 15 gocce di olio essenziale in una ciotola con 100 ml di alcol e massaggiate. Per i bagni aggiungete l'infuso all'acqua e immergetevi nella vasca per un quarto d'ora massaggiando la muscolatura dolente.

Proprietà antiossidanti: la maggiorana è anche un potente antiossidante grazie alla presenza di beta-carotene, vitamina A, vitamina C, carotenoidi e flavonoidi che contrastano gli effetti dannosi dei radicali liberi rallentando l'invecchiamento e prevenendo le malattie.

Come utilizzare la maggiorana.

La maggiorana può essere utilizzata in cucina sia fresca che essiccata: l'importante è aggiungerla a crudo sulle pietanze in quanto è molto sensibile al calore e potrebbe perdere le sue proprietà organolettiche. È l'ideale per condire zuppe, insalate, uova, carne, pizze, legumi e tutte quelle pietanze a cui si vuole dare un tocco deciso ma delicato allo stesso tempo. Spesso la maggiorana viene anche utilizzata al posto dell'origano sui pomodori nella preparazione della pizzaiola. Inoltre può essere utile integrarla nella dieta per ridurre il consumo di sale.

La maggiorana fresca la trovate dal fruttivendolo, mentre quella essiccata al supermercato, nel reparto delle spezie, o in erboristeria.

Altri utilizzi.

Come abbiamo visto, oltre che come spezia, la maggiorana può essere utilizzata anche come rimedio erboristico per la cura di alcuni disturbi e può essere assunta sotto forma di infuso, tintura madre e olio essenziale a seconda delle esigenze.

La tintura madre si ottiene con l'estrazione alcolica delle componenti della pianta fresca e svolge un'azione antibatterica, antispasmodica e antifungina. La dose minima è di 40 gocce per 3 volte al giorno o secondo il consiglio dell'erborista. È l'ideale in caso di meteorismo, cattiva digestione, dolori mestruali (dismenorrea) e per la cura dell'herpes simplex.

L'infuso di maggiorana si utilizza in fitoterapia in caso di insonnia, ansia, mal di gola, dolori muscolari e per calmare la tosse. Si consiglia di assumere l'infuso di maggiorana al 5%: quindi 50 gr per 1 litro di acqua. Sbriciolate le infiorescenze nell'acqua bollente e lasciate in infusione per circa 10 minuti. Filtrate e bevete tiepida.

L'olio essenziale di maggiorana si ottiene dai fiori essiccati della pianta ed è ricco di tannini, flavonoidi e oligoelementi. Viene utilizzato in fitoterapia e in omeopatia per alleviare il mal di testa, i dolori muscolari e articolari, per ridurre le macchie della pelle, ma anche in caso di ansia e agitazione: in questo caso basterà metterne 2 gocce su un fazzoletto e inalare. Contro l'insonnia, invece, è possibile assumere 4 gocce di olio essenziale di maggiorana sciogliendole con un po' di zucchero un'ora prima di andare a letto.

Controindicazioni.

La maggiorana può causare ipersensibilità verso uno o più dei suoi componenti provocando allergie ed eruzioni cutanee, soprattutto le foglie fresche. Inoltre può avere un leggero effetto diuretico. Infuso, tintura madre e olio essenziale di maggiorana sono sconsigliati in gravidanza e allattamento e nei bambini con meno di 12 anni.