La Paris Fashion Week è giunta al termine e quest'anno ha visto diverse Maison presentare le loro collezioni Autunno/Inverno 2017-18 con degli show davvero spettacolari, come quello messo in scena da Chanel, che ha trasformato la passerella in una stazione spaziale con tanto di missile Nasa. Anche Louis Vuitton ha dato vita a qualcosa di grandioso ieri sera, visto che ha fatto sfilare le sue modelle all'interno del Louvre, il museo più visitato al mondo.

Oltre ad accogliere circa 7 milioni di visitatori ogni anno, la location ha già ospitato altri eventi mondani in passato ma non aveva mai aperto lo spazio centrale e prestigioso della Cour Marly, l’ala Richelieu, a un défilé. Il catwalk è stato allestito tra sculture del XVII e XVIII secolo e, così facendo, Nicolas Ghesquière ha voluto mostrare quanto la Maison occupi un posto centrale nella cultura francese. "Proprio nel momento in cui qualcuno ci vuole fare credere che le frontiere sono più forti, essere ospitati dal Louvre è un messaggio molto forte, che siamo felici di mandare. La moda ha sempre abbattuto i limiti, soprattutto una città come Parigi", ha spiegato lo stilista.

Non è un caso che la collezione punta a superare i confini tradizionali e le differenze di genere. Le linee sono esagerate, i dettagli maschili si fondono con quelli femminili, la varietà di colori si adatta perfettamente sia agli outfit serali  che a quelli da giorno. Louis Vuitton ha dato vita a una linea eclettica pensata per una donna cosmopolita che vuole ispirarsi allo sportswear ma che vuole arricchire il suo guardaroba anche con dettagli classici e formali.