I gesti dicono più di mille parole ed è ormai risaputo che esiste un vero e proprio "linguaggio del corpo" con cui si comunicano dei messaggi ben precisi. Esistono però delle posizioni e dei gesti che soprattutto gli uomini assumono con una certa frequenza. Ecco che cosa vogliono comunicare senza usare le parole.

1. In piedi con le braccia conserte – Quando un uomo mette le braccia conserte mentre è in piedi, probabilmente si sente insicuro. E’ come se con quel gesto volesse proteggere il suo cuore.

2. In piedi con le braccia sui fianchi – Se invece le braccia sono posizionate sui fianchi, significa che quell’uomo si sente sexy e sicuro di sé. In quella posizione, porta la donna che si trova di fronte a lui a guardare il suo corpo e, anche se inconsciamente, ne è consapevole.

3. Sporgersi in avanti mentre si parla – Un gesto simile denota un evidente interesse per chi si ha di fronte. In mancanza di un vero e proprio contatto fisico, è questo l’unico modo per avvicinarsi.

4. Mani in tasca – Gli uomini che mettono le mani in tasca probabilmente nascondono un segreto terribile. E’ come se con quel gesto dimostrassero di portare una “maschera”.

5. Toccarsi il volto – Se un ragazzo si tocca il volto, significa che prova delle sensazioni negative come l’ansia. E’ importante dunque cercare di metterlo a suo agio per farlo smettere.

6. Toccare l’orologio – Quelli che si toccano continuamente l’orologio dimostrano di non essere convinti della cosa che stanno facendo. Vorrebbero essere in un altro posto, peccato solo che quel gesto non riesca a teletrasportarli.

7. Sbadigliare – Anche se a primo impatto si potrebbe pensare che uno sbadiglio è solo un sintomo di stanchezza, in realtà è un gesto che nasconde una finta ingenuità. Ecco perché non ci si dovrebbe fidare di uomini che lo fanno spesso.

8. Gambe incrociate – Un uomo con le gambe incrociate è decisamente poco virile e questa sua posizione denota preoccupazione e paura. Gli si dovrebbe far capire che non hanno nulla da temere quando si trovano con una donna.