L'età in cui si partorisce il primo figlio è sempre un argomento piuttosto chiacchierato: c'è chi sostiene che il primo figlio dovrebbe arrivare entro i 25 anni e chi critica aspramente le mamme che portano a termine una gravidanza in età più avanzata. In realtà dare alla luce il primo figlio dopo i trent'anni sembra essere sinonimo di longevità.

A dimostrare tale tesi è uno studio svolto dall'Università di Coimbra e pubblicato sul Journal of Public Health: analizzando l'età di un campione di donne europee è emerso che le donne tendono ad avere una vita più lunga quanto più tardi danno alla luce il primo figlio. Sembra quindi che le donne che che partoriscono dopo i 30 anni siano più longeve rispetto alle donne che hanno dato alla luce i loro figli in età piu' giovane, quando erano ventenni.

Come se non bastasse c'è un altro studio ad avvalorare la tesi: sulla rivista Menopause è stata infatti pubblicata una ricerca secondo la quale le donne che sono diventate mamme dopo i 33 anni hanno i marcatori di longevità  in un numero di tre volte maggiore all'interno del loro DNA rispetto alle mamme che hanno partorito in età più giovane. Non c'è ancora una ragione scientifica che spiega tale teoria, ma si può ipotizzare che le mamme che partoriscono più avanti con l'età siano donne istruite e colte, abituate a condurre uno stile di vita più sano ed equilibrato.