UPDATE ore 13

Laura Biagiotti è in condizioni gravissime dopo essere stata colpita ieri sera da un infarto. E' attualmente ricoverata in terapia intensiva all'ospedale Sant'Andrea di Roma e i medici stanno per avviare le procedure per l'accertamento della sua morte cerebrale. A riferirlo è stata la direzione sanitaria dell'ospedale, nel cui bollettino ufficiale ha dichiarato

Ieri sera alle ore 21.30la sig.ra Laura Biagiotti è stata ricoverata presso il nostro ospedale a seguito di un arresto cardiaco verificatosi al domicilio. Le manovre rianimatorie, avviate a quanto riferito già prima che la paziente giungesse in ospedale e poi ripetutamente effettuate presso il nostro pronto soccorso, hanno consentito la ripresa dell’attività cardiaca, ma il quadro clinico e gli accertamenti effettuati attestano un grave danno cerebrale di tipo anossico.

Le manovre rianimatorie sono state avviate prima che la stilista giungesse in ospedale e hanno consentito la ripresa dell'attività cardiaca ma il quadro clinico attesta un grave danno cerebrale. Le condizioni di vita della 73enne sono ancora gravissime.

Laura Biagiotti è stata portata d'urgenza all'Ospedale di Sant'Andrea, tra la via Cassia e la via Flaminia a nord della Capitale, ieri sera intorno alle 20 a causa di un arresto cardiaco. E' stata soccorsa da un'ambulanza nella sua casa di Guidonia, vicino Roma, e attualmente è ancora ricoverata in terapia intensiva. Durante la notte le sue condizioni sono migliorate ma per il momento non si sa nulla di più. Si attende inoltre l'arrivo della figlia della stilista, Lavinia Biagiotti Cigna, contattata subito dopo il malore. Attualmente si trova a Londra per lavoro ma ha deciso di tornare a casa per fare visita alla mamma.

La Biagiotti ha 73 anni, ha festeggiato da poco i 50 anni di attività e, oltre a essere stata definita la regina del cachemire, è stata una figura rivoluzionaria nel mondo della moda poiché è stata capace di mettersi alla guida di un'azienda tutta al femminile. Laura è sempre stata appassionata di moda, fin da giovanissima ha lavorato nell'atelier della mamma Delia, famosa per aver creato le prime divise delle hostess Alitalia, e ha poi portato avanti la sua idea di creare una società per produrre e distribuire nell'alta moda romana grandi firme come Schuberth, Capucci, Litrico, Barocco.

Nel 1972 è stata lanciata la prima collezione Laura Biagiotti, che ha conquistato le passerelle del pret-à-porter milanese insieme a Krizia, Missoni, Walter Albini. E' stata la prima stilista ad aver sfilato nella Cina comunista e, dopo la morte prematura del marito, ha gestito lei stessa l'azienda. A partire dal 2005 è la figlia Lavinia a essere diventata vicepresidente del gruppo.