16:35

La vera piadina romagnola: la ricetta tradizionale di Cotto e Mangiato

Volete sapere qual è il segreto della vera piadina romagnola? Ve lo svela Cotto e Mangiato!

La vera piadina romagnola: la ricetta tradizionale di Cotto e Mangiato.

La cucina tipica di ogni regione d’Italia possiede delle vee e proprie chicche che sono state esportate in tutto il mondo. Non ci credete? Ebbene, difficilmente troverete qualcuno che non ha mai assaggiato la piadina romagnola, uno degli snack più sfiziosi che ci siano. Eppure se non siete mai stati nei luoghi dove è ricetta tipica, non potete dire di aver davvero mangiato la vera piadina romagnola. Grazie a Cotto e Mangiato possiamo svelare uno dei segreti della fragranza particolare di questo impasto: il miele!

Avete capito bene: le migliori cuoche romagnole specializzate nell’impastare le piadine sono le vere detentrici dell’ingrediente segreto di uno dei secondi piatti regionali più noti al mondo. Il miele rende morbido e leggermente dolce l’impasto che si sposa bene per essere condito con prosciutto e formaggio, senza dimenticare la rucola, che con a sua vena amarognola contrasta piacevolmente con il miele. Stavolta potete segnarvi questa ricetta come quelle preziose da usare sempre. Già in passato Benedetta Parodi aveva presentato una pizza piadina, ma il connubio tra due piatti tipici così forti non era proprio vincente, in questo caso, invece, il successo è assicurato.

CONTINUA A SCORRERE L’ARTICOLO: SOTTO C’E’ LA
RICETTA E GLI INGREDIENTI PER PREPARARLA

Procedura e Ingredienti

Signore e signori, ecco a voi la vera ricetta della piadina romagnola! Impastate insieme 500 gr di farina, mezza bustina di lievito di birra granulare, aggiungiamo 70 gr di strutto sciolto, un pizzico di sale e mezzo bicchiere di latte con dentro un cucchiaio di miele. Il segreto della ricetta originale della piadina romagnola è proprio questo: un cucchiaio di miele! Ora aggiungiamo anche dell’acqua e iniziamo ad impastare.

Impastiamo per una decina di minuti, finchè non si sarà formato un panetto morbido ed elastico. Copriamo il panetto con un canovaccio e lasciamo riposare per 15 minuti perchè non deve crescere troppo. Tagliamo un pezzetto e stendiamolo con il matterello. A questo punto passiamo alla cottura: scaldiamo una padella dal fondo antiaderente e facciamo cuocere la nostra piadina, prima da un lato e poi, quando si è scurita, giriamola. Farciamola con prosciutto crudo, squacquerone e rucola, proprio come vuole la tradizione romagnola. Accompagniamo il tutto con del buon vino rosso frizzante.

  • 500 gr di farina
  • mezza bustina di lievito di birra granulare
  • 70 gr di strutto
  • un pizzico di sale
  • mezzo bicchiere di latte
  • un cucchiaio di miele
  • prosciutto crudo
  • formaggio squacquerone
  • rucola

La vera piadina romagnola ha un sapore inconfondibile che conquista fin dal primo boccone. E ora la ricetta è nostra grazie a Cotto e Mangiato!

Approfondimenti: cotto e mangiato, prosciutto, ricetta, secondo piatto

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE