16:10

La vacanza giusta per una ragazza single

Per una ragazza essere single non è necessariamente uno svantaggio, può anzi rivelarsi una grande l'opportunità per ritrovare se stessa riscoprendo il significato della parola " libertà" durante una vacanza in compagnia con le migliori amiche.

La vacanza giusta per una ragazza single.

L’estate è ormai alle porte e dopo tanti sforzi e sacrifici durati un anno intero le meritate vacanze sono quasi arrivate. Se però qualcosa è cambiato e dall’essere fidanzate e innamorate ci si ritrova single e deluse la cosa importante da fare è prendere coscienza della propria individualità di persona, riconoscendo il valore della libertà.

Fare i conti con la solitudine può apparire doloroso ma è necessario perchè solo con il silenzio si può imparare ad ascoltare veramente i propri bisogni e desideri evitando di ricadere in scomodi compromessi. I cambiamenti inaspettati, come l’interruzione di una relazione sentimentale, spesso non sono piacevoli ma è importante imparare ad accoglierli e cercare di andare avanti a testa alta così da mettersi alla prova e da sondare profondamente il proprio carattere.

E’ importante vivere il presente senza crogiolarsi nei ricordi del passato o nell’attesa infinita di un incontro fatale che potrà cambiare la vita, bisogna prendere coraggio e rischiare, solo così si eviterà che la vita scorra davanti senza averla davvero vissuta. Riscoprire i propri interessi e, perché no, organizzare un viaggio che possa esaudirli: una città d’arte, un soggiorno di benessere oppure un po’ di relax sotto le palme sono tutte alternative che si possono considerare.

Una grande forza da non sottovalutare: le amiche – Quelle vere ci sono sempre e sono il punto di riferimento e lo step da cui partire per ricostruire la propria vita in armonia. Il tempo trascorso con le amiche più intime è terapeutico e migliora la qualità delle giornate sopratutto nei momenti di transizione in cui ci si sente incapaci di dare una vera svolta; circondate dall’affetto e dalla comprensione femminile è più facile ritrovare se stesse e condividere sogni e paure. Perché, quindi, non organizzare proprio con loro una vacanza estiva?

Una volta trovata una o più compagne di viaggio non resta che scegliere la meta che più vi si addice sfogliando cataloghi di tour operators, cercando offerte online o, ancora meglio, costruendo ad hoc il soggiorno. Potrebbe essere un lavoro impegnativo e non certo semplice ma la soddisfazione di averlo costruito step by step scegliendo ogni tappa dell’ itinerario e selezionando i siti di interesse vi darà molta soddisfazione quando sarete in loco pronte per viverlo. Una valida alternativa al classico soggiorno balneare potrebbe essere un viaggio in macchina attraverso l’Italia, la Francia, la Spagna o paesi esotici dove la spiaggia si coniuga a posti più mistici e ricchi di storia così da soddisfare anche la propria sete di cultura: mai dimenticare che, agli occhi di un (futuro) uomo, una donna che conosce, ha viaggiato molto e ha esperienza da condividere è un forte stimolo intellettuale.

Mettersi in gioco serve a migliorare la propria autostima e un viaggio potrebbe essere l’occasione giusta per capire che l’esistenza offre molto di più della prospettiva di una vita a due. Bisogna imporsi di resistere alla tentazione di trascorrere le vacanze sprofondate nel divano in perfetta solitudine, situazione accogliente e rassicurante ma anche noiosa e solitaria.

Quindi, non resta davvero che organizzarsi!

Marta Cagnoli

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE