La primavera è ormai arrivata e, sarà per le belle giornate, per la voglia di risvegliarsi dal "letargo" o per il desiderio di rispolverare gli abiti leggeri e colorati, ma tutti sono pervasi da un senso di gioia e di positività. La nuova stagione, però, è anche sinonimo di allergia e sono moltissimi coloro che presto dovranno fare i conti con starnuti e antistaminici. Secondo un sondaggio condotto da Groupon, non sono le graminacee e il polline a provocarle. Il 40% degli italiani ha infatti dichiarato di essere allergico all'ufficio, alla scrivania e al dover rimanere rinchiusi tra quattro mura per otto ore.

Il 6% degli intervistati ha affermato di non sopportare il proprio capo con l'arrivo della primavera e di aspettare con ansia i weekend e i giorni di festa per staccare la spina, mentre il 21% fa il possibile per evitare il traffico durante le belle giornate e un altro 16% è allergico alle faccende domestiche e al tanto temuto cambio di stagione. Le attività più amate con l'arrivo della nuova stagione sono le gite fuori porta e le giornate passate in spa tra idromassaggi e lettini.

Insomma, dicendo addio all'inverno e al freddo, è come se ci si sentisse "risvegliati" sia dal punto di vista fisico che sensoriale. Non è un caso che il 27% di coloro che hanno partecipato al sondaggio ritengono che è proprio in primavere che i propri ormoni "lavorano di più", spingendo tutti a migliorare le proprie performance sessuali. Insomma, la primavera è la stagione in cui tutti fiorisce ma attenzione, il senso di stanchezza cronica e la voglia di godersi la vita potrebbe rovinare la propria carriera. Meglio, dunque, aspettare i ponti e le ferie per godersi le giornate di sole ed evitare di farsi influenzare dalla propria allergia all'ufficio.