Ashley Graham è una delle modelle curvy più famose e seguite al mondo e, anche se ha delle forme non convenzionali per il fashion system, è riuscita a sfondare nella moda, diventando richiestissima sia in passerella che per i servizi fotografici. Ha un corpo prorompente e burroso e va così fiera della sua fisicità plus-size che è diventata il simbolo di una vera e propria rivoluzione curvy. Di recente ha dimostrato ancora una volta di andare fiera dei suoi difetti, visto che non ha avuto paura di rivelare la cellulite ai Fashion Media Awards.

L'abito ha rivelato la cellulite.

Ieri sera Ashley ha preso parte ai Fashion Media Awards, organizzati ogni anno dal Daily Front Row al Four Seasons Hotel Downtown di New York durane la Settimana della Moda. Per l'occasione, la modella ha puntato su un look super sexy. Ha infatti fatto la sua apparizione sul red carpet con indosso un abito bordeaux cortissimo e con uno scollo monospalla di Michael Kors, caratterizzato da alcune trasparenze audaci che lasciavano intravedere chiaramente la biancheria intima nera e da uno spacco vertiginoso che metteva in mostra le gambe e la cellulite. Per completare il tutto, la Graham ha scelto dei sandali dal tacco alto scintillanti e ha tenuto i capelli sciolti.

Ashley Graham va fiera dei suoi difetti.

Ashley Graham ha dimostrato di andare assolutamente fiera delle sue imperfezioni e, anche ieri sera a New York, le ha messe in mostra con un vestito succinto e completamente trasparente, proprio come va di moda tra le star. Nonostante il capo d'abbigliamento lasciasse pochissimo spazio all'immaginazione, rivelando la pelle a buccia d'arancia, uno degli incubi più grandi del sesso femminile, la curvy è apparsa sicura di sé e sorridente, a dimostrazione del fatto che non ha nulla da invidiare alle colleghe magrissime. Certo, c'è voluto tempo perché il fashion system accettasse la sua fisicità giunonica ma ad oggi è impossibile resistere di fronte alla sua incredibile sensualità. Ashley è una donna "normale" ed è riuscita a diventare una star internazionale grazie alla sua semplicità.